10°

22°

Parma

Tagli alla scuola. Tredici cattedre salvate. Ma ne mancano 102

Tagli alla scuola. Tredici cattedre salvate. Ma ne mancano 102
Ricevi gratis le news
6

Enrico Gotti

Tredici cattedre salvate. L’ufficio scolastico regionale ha rivisto i tagli alla scuola su Parma, una delle province più colpite in regione. A settembre gli insegnanti in meno saranno 102, non più 115. Briciole, ma il futuro delle classi si gioca anche su questi numeri.
 Il nuovo calcolo arriva dopo l’incontro con il provveditore Armando Acri, le proteste della Provincia e la lettera inviata a Bologna dal sindaco di Parma Pietro Vignali e dall’assessore comunale alle Politiche scolastiche Giovanni Paolo Bernini.
Al terzo anno di economie, le scuole non sanno più dove tagliare. A rischio, questa volta, ci sono soprattutto i rientri pomeridiani che gli istituti hanno attivato con risorse proprie. Sono diciassette in tutta la provincia i tempi pieni «virtuali», quelli che potrebbero scomparire. Già le famiglie delle future seconde della Corridoni e della Padre Lino Maupas di Vicofertile sono sul piede di guerra, preoccupate perché non saprebbero a chi lasciare i loro figli mentre sono al lavoro. Ieri pomeriggio c’è stata una riunione tra l’assessore comunale Bernini e il provveditore per fare il punto della situazione.
«Ci sono stati tagli ministeriali, che prevedono 881 docenti in meno in Emilia Romagna, - dice l’assessore Giovanni Paolo Bernini – In aggiunta a questi tagli ci sono stati criteri, condivisi dai sindacati regionali e dalla giunta regionale, che hanno penalizzato sicuramente Parma, che è la città con l’aumento più grande di bambini alle elementari: oltre 200 in più».
 
L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma in edicola
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • oberto

    07 Aprile @ 18.43

    Evviva la politica del governo in carica, PIU IGNORANZA PER TUTTI ( così vi governo meglio)

    Rispondi

  • Maurizio

    07 Aprile @ 18.28

    Che dire... Una politica lungimirante, tenuto conto del continuo aumento di alunni, soprattutto immigrati extracomunitari, con problemi di alfabetizzazione e quant'altro! Complimenti a questo Governo ed al Ministro per le scelte operate, con tanti auguri per gli operatori scolastici, viste le difficoltà che dovranno affrontare!

    Rispondi

  • bibi

    07 Aprile @ 13.08

    Le scuole elementari chiudono mentre le scuole superiori sono costrette a fare rientri pomeridiani per completare l'orario scolastico, i cui costi potevano tranquillamente essere riversati sul tempo pieno delle elementari. La demagogica abolizione della riduzione oraria a 50 minuti ha costi che vanno ben oltre le aspettative. A spendere molto di più non sono solo le scuole, ma anche le famiglie. Due rientri settimanali in ore pomeridiane sono un incredibile stress per i ragazzi e un ulteriore esborso per le famiglie. Chi abita fuori città rientra a casa spesso alle 18 o alle 19 e deve necessariamente pranzare fuori. Io mi chiedo: per anni sono stati formati ottimi professionisti che facevano ore da 50 minuti nella scuola superiore. Ma che bisogno c'era di portarle tutte a 60 minuti? Oltre naturalemente alla propaganda politica che ha spacciato l'iniziativa come un risparmio (ma sanno fare i conti?) e l'abolizione di un privilegio (???????) per gli insegnanti.

    Rispondi

  • Maurizio

    07 Aprile @ 12.27

    Gli effetti prodotti dalla politica scolastica attuata da questo Governo, responsabile della quale, è anche e soprattutto la coriacea paladina del Presidente Berlusconi, ministro Gelmini, che nelle ultime trasmissioni televisive, non si è occupata della scuola, bensì della difesa ad oltranza di Berlusconi. La situazione scolastica soffre di tagli e deficienze sempre più pesanti, sia per quanto riguarda i docenti ed il personale ATA, sia per il carente numero di dirigenti scolastici, molti dei quali dirigono in contemporanea due Istituti. Ciò appare particolarmente evidente a Parma, visto che ha subìto i danni maggiori nella regione Emilia-Romagna. Grazie Bologna ! Come al solito ! La responsabilità di tutto ciò va a chi ha creduto e sostenuto l'attuale maggioranza con il proprio voto, i genitori, nonchè in parte i docenti. Complici però sono stati anche in questi ultimi anni gli insegnanti e i dirigenti che non hanno manifestato dissenso, eludendo il sindacato con la mancata partecipazione alle assemblee sindacali, ove erano presenti alcuni ATA, pochi insegnanti più anziani e di ruolo da tempo, piuttosto di quelli giovani con contratti a tempo determinato, che brillavano per il loro menefreghismo anche in occasione degli scioperi, proclamati soprattutto dalla F.L.C.-CGIL scuola. Adesso cari precari del settore, che avete brillato per la vostra individuale e solidale assenza, per "ignoranza" o per non perdere la paga della giornata, cosa pensate di aver raccolto per il futuro ? Meditate gente, meditate, ma credo occorrerà parecchio tempo per ricostruire e riguadagnare ciò che è andato distrutto e perso. Questa è l'opinione di chi ha trascorso una vita nella scuola e, vista l'attuale situazione, è ben contento di essersene potuto andare per tempo a riposo, avendo raggiunto i fatidici quarant'anni di contribuzione. Rimane l'amaro di non aver potuto cedere il posto lasciato libero ad un giovane collega!

    Rispondi

  • andrea

    07 Aprile @ 12.22

    In pochi anni, da tanti insegnanti (troppi).....a pochi (ma davvero!!).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Smog: polveri sottili alle stelle, da oggi blocco diesel euro 4

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

6commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

gazzareporter

Via Cavour: sul marciapiede compare Giuseppe Verdi

Foto di Alberto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Prime libere, Hamilton davanti a Vettel

SOCIETA'

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro