12°

22°

Parma

Vignali: "La nostra correttezza è stata certificata dai giudici"

Vignali: "La nostra correttezza è stata certificata dai giudici"
Ricevi gratis le news
0

 «Nessuna irregolarità o illegittimità rispetto alla normativa. Nessun utilizzo delle società partecipate per scaricare i debiti del Comune. Nessun danno erariale, né sprechi, né uso improprio del denaro pubblico. Nessuna elusione del patto di stabilità». Secondo il sindaco Pietro Vignali sono questi i quattro aspetti più importanti della pronuncia della Corte dei conti sul bilancio consuntivo 2010. E se è lo stesso primo cittadino a riconoscere che nel documento dell'organo regionale di revisione economico-finanziaria vengono evidenziati anche elementi di criticità, la cosa più importante secondo Vignali rimane il fatto che «ancora una volta, come già avvenuto per la questione dei revisori, le istituzioni di garanzia certificano che il nostro comportamento è stato corretto e rispettoso delle norme». Ed è proprio sulla base di questa considerazione che il primo cittadino si spinge a dire che «con la pronuncia della Corte dei conti abbiamo finalmente voltato pagina rispetto a una polemica che ha stressato il dibattito politico per mesi». Da qui l'auspicio del sindaco: «Smettiamola di trasformare la politica in un tribunale. Un progetto che non piace all’opposizione non è per questo necessariamente illegale. È semplicemente un progetto che non piace». La disponibilità al confronto politico da parte della maggioranza c'è: «Parliamone - dice Vignali -, confrontiamoci in Consiglio comunale, ma non in Consiglio di Stato». 

Certo, rimane il pesante monito che la Corte rivolge all'Amministrazione di piazza Garibaldi, laddove rileva «gravi irregolarità contabili». È vero, osserva il sindaco, «le definisce gravi irregolarità, ma non rispetto alla legge, ma rispetto ai principi di sana gestione finanziaria. Nessuna illegittimità, quindi». In particolare, i rilievi della Corte dei conti riguardano due aspetti: l'utilizzo reiterato di plusvalenze derivanti da alienazioni per il raggiungimento dell'equilibrio di bilancio di parte corrente; e il rilascio da parte del Comune delle cosiddette lettere di patronage relative a società partecipate. 
Per quanto riguarda le plusvalenze, per Vignali «non c'è nulla di nuovo sotto il sole: lo sapevamo, in quanto si tratta di una prassi che questo Comune utilizza da anni, già con la precedente Amministrazione». Prassi in base alla quale il plusvalore di entrate straordinarie «viene applicata alla parte corrente per finanziare e mantenere alti i servizi alla persona». Un accorgimento che, rileva il sindaco, ha permesso di «evitare l'aumento dell'addizionale Irpef, che a Parma è una delle più basse del Paese e la seconda più bassa in regione». Comunque, ricorda il sindaco, «dal punto di vista normativo è legittimo utilizzare il plusvalore per la parte corrente nel limite del rimborso delle quote capitale dei prestiti». La Corte dei conti però dice che se ciò è reiterato nel tempo, è irregolare dal punto di vista dei principi di sana e corretta gestione. «Lo sappiamo: infatti abbiamo cominciato una normalizzazione della situazione». Una normalizzazione che prevede che già dal bilancio 2011 ci sia una drastica riduzione del ricorso alle plusvalenze (2 milioni, che deriveranno dalla vendita delle azioni Tep), per arrivare a un azzeramento nel 2012. E in questo senso l'assessore al Bilancio Gianluca Broglia aggiunge che già nella proposta di bilancio consuntivo 2010, licenziata ieri pomeriggio dalla Giunta, le plusvalenze scendono a 4 milioni di euro rispetto ai 10,5 che erano stati previsti a preventivo.
Sul fronte delle lettere di patronage, il sindaco ricorda che delle 18 emesse dalla propria e dalla precedente Amministrazione, solo due sono state oggetto di contestazione da parte della Corte dei conti: una relativa a It city firmata dallo stesso Vignali e un'altra relativa a Parma infrastrutture firmata dal precedente sindaco Ubaldi. «La corte - dice Vignali - ritiene che queste due lettere siano forme di garanzia atipica, cioè vere e proprie fidejussioni, e che quindi avrebbero dovuto essere inserite nel bilancio. Noi non le avevamo considerate come tali, in quanto avevamo avuto due pareri - uno del notaio Busani e un altro dell'avvocato Mora - che ci avevano garantito che quelle erano semplici lettere informative fatte alle banche. Tuttavia prendiamo atto delle osservazioni della Corte, che abbiamo deciso di recepire nella proposta di consuntivo che la giunta approverà oggi (ieri, ndr), inserendo queste lettere nel bilancio». «Siamo convinti di aver operato correttamente - precisa Broglia -, ciononostante ne prendiamo comunque atto e regolarizziamo anche questa posizione».
Per il resto, conclude Vignali, «altri rilievi significativi non ce ne sono, se non generiche raccomandazioni sull’utilizzo degli oneri e sul controllo delle società partecipate». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

SERIE B

Parma, batti un colpo

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

6commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro