11°

Parma

"Boicottiren": GCR all'attacco della municipalizzata

Ricevi gratis le news
43

Conunicato stampa

Boicottiren

Sembrano passati anni luce da quando l'azienda municipalizzata pubblici servizi, nota come Amps, apparteneva alla città e il suo scopo era solo quello di offrire servizi ai cittadini di Parma, suoi proprietari e utenti al tempo stesso.
Lontani anni luce quei tempi, perché oggi c'è Iren, una sorta di piccola multinazionale, il cui scopo è realizzare profitti e niente altro, e men che meno essere al servizio di qualcuno.
E il peso di Parma è ovviamente sceso a livelli quasi impalpabili, con le sue azioni che contano, o meglio non contano, per il 6%, e un livello decisionale che pesa zero.
Iren in effetti non ha utenti, ma solo clienti.
Non lavorando per la città, ma per i propri azionisti, Iren ha progettato un inceneritore, che minaccia la nostra salute, inquina l'ambiente, mette in pericolo le produzioni agricole, è calibrato non sulle reali esigenze del territorio ma per contribuire agli utili aziendali, bruciando più materia possibile.
Un impianto che promette grandi profitti.
I cittadini lo hanno capito e in mille modi hanno chiesto alla politica di fermare questo progetto.
Ma la politica non è più il tramite tra i cittadini e il governo della cosa comune.
Anche in questa vicenda, la politica è divenuta lo strumento degli appetiti di un'economia miope e arrogante, che non tiene in considerazione i valori delle persone, i diritti alla salute, al futuro.
Anche la trasformazione della società civile è ormai evidente. Non siamo più cittadini-elettori, ma ci hanno trasformato in cittadini-consumatori.
Se questo siamo diventati, potremmo però fare in modo che la nostra voce torni a farsi sentire.
Il denaro delle nostre bollette è il sangue che alimenta il mostro che cresce ad Ugozzolo.
E' giunto il momento di rifiutarsi di essere un gregge obbediente, di essere i “loro” consumatori.
Per non consumare il nostro futuro, per non consumare ancora le nostre parole in suoni che nessuno ascolta, abbiamo deciso di passare ai fatti concreti, quelli che non hanno bisogno di ascolto per essere fattivi ed efficaci.
Oggi invitiamo tutti i cittadini a trasferire i loro consumi di gas e energia elettrica ad un altro operatore, allontanandosi dal gestore Iren, per dire chiaramente all'azienda che non siamo in sintonia con le sue politiche di sviluppo, e non vogliamo collaborarvi.
Oggi invitiamo tutti i cittadini del nostro territorio a votare con il proprio portafoglio, con uno strumento utilizzato in questo tipo di controversie: il boicottaggio.
Ci siamo organizzati, oggi è il momento di informarsi, il gesto da fare è semplice ma molto, molto incisivo nei confronti di Iren.
Non diciamo con chi andare, le scelte sono molteplici, il mercato è libero.
Diciamo da chi scappare, per mettere nero su bianco che non siamo disponibili a collaborare.
Boicottiren è la nuova campagna che sarà presente il sabato mattina al mercato contadino di via Imbriani, dove gli attivisti del Gcr saranno disponibili a dare tutte le informazioni del caso.
Boicottiren sarà nelle strade di Parma con una campagna di affissioni.
Sul sito http://www.gestionecorrettarifiuti.it/boicottaggio-iren  ci sono tutte le spiegazioni del caso
Alla mail boicottaggio.iren@gmail.com si potrà scrivere per aderire o per chiedere qualunque genere di informazione.
Boicottiren anche tu, fai sentire la tua voce al gestore.
Dillo anche tu con i fatti che non collabori con questo nefasto progetto.

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

Parma, 18 aprile 2011
-384 giorni all'avvio dell'inceneritore di Parma, ORA lo possiamo fermare.
+322 giorni dalla richiesta a Iren del Piano Economico Finanziario del Pai, forse perché l'inceneritore costa 315 milioni di euro?

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mirco

    27 Aprile @ 12.46

    @ vercinegdsdbdb: ho riletto la sua ultima dichiarazione e non ho resistito : Lei dice "Non esistono dati raccolti in un sondaggio , né, tantomeno, in un referendum, che supportino quest' affermazione, anzi, al contrario , il Comune dice che, secondo suoi sondaggi d'opinione, la maggior parte dei Parmigiani sarebbe favorevole all' impianto" Allora, i sondaggi esistono o no? o sono sondaggi solo quelli che vanno bene a lei e ai suoi colleghi di Comune o Provincia? Suvvia, un pò di coerenza, per il bene di tutti

    Rispondi

  • Francesco

    27 Aprile @ 11.39

    SIGNOR "REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT" , può sempre contare sulla mia collaborazione. Accetto il suo consiglio, saggio come sempre, e torno all' asilo.

    Rispondi

  • mirco

    27 Aprile @ 09.27

    Guardi, rispondo l'ultima volta in quanto credo che lei stia tirando il gioco di qualche istituzione e mi da molto fastidio la cosa : 1) lei per primo avrebbe voluto lanciare un referendum sulla Gazzetta di Parma per STABILIRE l'opinione dei cittadini (scelta oculata) 2) se le fosse sufficiente questo tipo di sondaggio, Parma Repubblica lo aveva già fatto, aveva vinto il il NO INCE con ca il 70%. Oppure non le sta bene che l'abbia fatto quel giornale? E' indifferente per lei? 3) Sono di parte solo quelli del GCR? 4) di quale sondaggio del Comune parla? ma cosa sta dicendo? Quello del Comune invece non sarebbe parziale vero? E' una cosa ridicola. Se si riferisce a quelle telefonate fatte da IREN dico che è oltremodo vergognoso 5) Il distacco da IREN non vuole dire nulla in numeri. Sa quanta gente non cambia operatore per briga? 6) Considero l'incontro avvenuto in Comune un incontro in cui i pro-inceneritore non hanno tolto alcun dubbio sui presunti benefici dell'inceneritore, anzi, in parole povere, hanno detto :stiamo a vedere cosa succede...chi vivrà vedrà. Le ricordo che, contrariamente a quanto stabilito rispetto al primo incontro cancellato all'ultimo minuto, è stata negata la diretta televisiva e l'utilizzo delle riprese. Chissà perchè? Se avessero mandato in onda quella riunione ne avremmo viste delle belle...se la fanno addosso dalla paura del cittadino che può sapere, l'importante è tenerlo ignorante 7) guardi che la sua insistenza per attuare il censimento sull'inquinamento è valso come il 2 di bastoni con sotto coppe...non si illuda, lei non è così importante, è frutto di valutazione e studi interni all'organizzazione che erano vagliate da tempo 8) Se non le stanno bene gli studi fatti da "Medici per ambiente", che lei considera di parte, perchè non sollecita la sua schiera partitica per sovvenzionare una ricerca condotta da un istituto ESTERO a carico del Comune e Provincia, non di IREN. Altrimenti se dobbiamo pagarla noi, privatamente, mi scappa detto che la facciamo fare a chi cacchio ne abbiamo voglia noi e voi starete a guardare e ascoltare se ne avrete voglia e se sarete preoccupati della vs salute. Cosa volete, comandare anche sulle ns decisioni, coi ns soldi? Mi sembra un pochino troppo, non le pare? Abbia pazienza 9) se lei non sa come funziona facebook non è un mio problema, è una sua mancanza. Se lo faccia spiegare. 10) Mi scusi, ma se sono tutti mafiosi come dice lei, dobbiamo sottostare, zitti e mosca? 11) Se il Comune e Provincia avessero voluto affrontare di petto il problema ed essere chiari coi cittadini a proposito dell'Inceneritore e del relativo inquinamento, avrebbero dovuto indire incontri, relazioni, spiegazioni,. essere chiari : questo non l'hanno mai fatto, ZITTI. NON ALZATE IL COPERCHIO DEL PENTOLONE. Se fosse stato per loro avrebbero tenuto nascosto la cosa fino all'accensione delle caldaie. Merito delle associazioni pubbliche di tutta Italia se si sanno certi problemi. In tutto questo tempo COMUNE PROVINCIA NON HANNO MAI INDETTO NULLA. HANNO SOLO PARTECIPATO, SPESSO NEMMENO QUESTO, COME INVITATI AGLI INCONTRI. Se avessero voluto, avrebbero avuto tutto il tempo...invece, nulla, silenzio, omertà Nemmeno in campagna elettorale ne hanno parlato...nessuno dei due schieramenti... 12) Mi spiega perchè nessun Medico si è schierato PRO-INCENERITORE? Non dico che sia imparziale, nel senso che non dica soltanto che non ci sono prove che faccia male : dico un medico che ci metta la faccia e dica con certezza : non ci sono collegamenti tra l'inquinamento di un inceneritore e le malattie che può portare. Mi dice perchè nessun medico ci mette la faccia?

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    26 Aprile @ 19.35

    Spero mi esimerete dal compito di maestfro da asilo: "è stato prima lui", "no ha cominciato lui"... Siamo tutti grandi e vaccinati, e quindi cerchiamo di dimostrare la nostra superiorità anche sotto questo aspetto, oltre che facendo valere le idee in cui crediamo. Io arrivo quando posso o quando mi accorgo che si stanno superando i limiti: e da quel momento, indipendentemente da chi ha iniziato, calo la sbarra. Se cpontinuerete ad esprimere le vostre opinioni (divergenti ma entrambe interessanti), sarete sempre i benvenuti: altrimenti i vostri commenti prenderanno la strada del cestino. Ma sono certo di poter contare sulla vostra collaborazione. Grazie . (G.B.)

    Rispondi

  • Francesco

    26 Aprile @ 19.09

    PRIMO "nonostante la contrarietà della popolazione" . NON E' VERO ! Non esistono dati raccolti in un sondaggio , né, tantomeno, in un referendum, che supportino quest' affermazione, anzi, al contrario , il Comune dice che, secondo suoi sondaggi d' opinione, la maggior parte dei Parmigiani sarebbe favorevole all' impianto . SECONDO : Aspettiamo di vedere quanti concittadini disdiranno i propri contratti con IREN per protesta contro l' inceneritore. Questo ci darà anche una misura sull' attendibilità dell' affermazione di cui al primo punto. Aspettiamo che ci teniate informati. TERZO Benissimo la conferenza dell' ingegner Cerani, il quale esprime un suo punto di vista, nient' affatto "inequivocabile" , supportandolo con i suoi dati. Altri hanno un punto di vista diverso, supportato da dati diversi , com' è chiaramente emerso dalla riunione congiunta delle Commissioni Ambiente e Sanità del Comune. Naturalmente , a proposito di obiettività, chi rappresenta opinioni diverse , alla Camera di Commercio , il 6 Maggio, non è stato invitato. QUARTO . FINALMENTE ! DOPO CHE HO INSISTITO COME CATONE IL CENSORE SULLA NECESSITA' DI RACCOGLIERE I DATI DELL' INQUINAMENTO PRIMA E DOPO L' ENTRATA IN FUNZIONE DELL' INCENERITORE, PARE CHE, ALLA BUON' ORA, IL CONCETTO COMINCI INFINE AD ESSERE RECEPITO ! L' INIZIATIVA E' BUONA , PERO' , ATTENZIONE ! I DATI DEVONO ESSERE RACCOLTI ED INTERPRETATI DA ESPERTI DI SICURA COMPETENZA ED ESPERIENZA , OBIETTIVI ED AL DI SOPRA DELLE PARTI, Per ovvie ragioni non si possono prendere acriticamente per buoni quelli dei "Medici per l' Ambiente" . Bisogna avere il riscontro anche di altre fonti, non schierate. Se la ricerca rispetterà questi criteri , potrò anch' io , perché no, dare un contributo . QUINTO Che la signora che ha scritto una lettera di protesta alla "Gazzetta" per avere trovato, a sua insaputa, il suo nome iscritto in un elenco di "boicottiren" su "facebook", sia lei stessa responsabile dell' abuso della propria identità , è un' affermazione umoristica. SESTO SAREBBE ORA CHE GLI ECOLOGISTI LA SMETTESSERO DI CONTRABBANDARSI PER CANDIDE VERGINELLE ! L' ECOLOGIA E' UNO DEGLI AFFARI DEL SECOLO ! Costruttori e venditori di impianti fotovoltaici , di impianti eolici , di depuratori di fumi per ciminiere industriali, smaltitori di amianto ed altri materiali tossici, gestori di impianti di compostaggio, SONO SPECULATORI SPINTI DA INTERESSI NON MINORI DI QUELLI DI IREN , PER CUI VANNO PRESI CON LE PINZE TUTTI E DUE. Volete che vi dica un nome famoso che , facendo romantici discorsi sul profumo dei fiorellini, vende ed installa pannelli solari ed ora sta vendendo ville ed appartamenti di una grossa lottizzazione in un villaggio che magnifica come "ecologico" ? Volete che vi ricordi come la Mafia abbia riempito di pale eoliche tutta la Sicilia ? SETTIMO DOTTOR "REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT" . Come lei sa io scrivo sul suo "forum" di "Gazzetta on line" fin dal primo giorno, e non ho mai scritto ingiurie , parolacce , incitamenti a delinquere o cose del genere. Sul "sito" , però , compaiono spesso espressioni offensive del tipo "tu parli per dare aria alla gola" , " controlla, prima di parlare , che il cervello sia collegato" , "sei un somaro" , "vergognati" , "incompetenti" , eccetera, eccetera. Lei e i suoi Collaboratori avete una profonda coscienza democratica , e li lasciate passare più spesso di quanto non farei io. Poi, magari, finisce censurata qualche citazione , molto sgradevole ma storicamente documentata, di Massimo D' Azeglio., ma tant' è...... IO UN TORTO DEVO RICONOSCERMELO : HO UN CARATTERE POCO CONCILIANTE , PER CUI , SE QUALCUNO MI APOSTROFA IN TONO OFFENSIVO , GLI RISPONDO PAN PER FOCACCIA, ANCHE SE NON DOVREI, MA NON TEMA , SE NESSUNO OFFENDERA' ME , IO NON OFFENDERO' NESSUNO. Mi dispiace darle preoccupazioni di questo genere e la ringrazio per la sua assidua cortesia nei miei confronti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS