21°

Parma

E' morto Franco Livraga

E' morto Franco Livraga
Ricevi gratis le news
20

E' morto all'ospedale Molinette di Torino Franco Livraga, l'idraulico condannato in appello nel dicembre del 2009 a 13 anni per aver organizzato festini hard a base di sesso e droga con ragazzine anche minorenni. L'uomo è deceduto a causa di una malattia.
Le giovani coinvolte negli incontri venivano attratte da Livraga con regali o cene in bei locali. I festini venivano filmati e portavano le ragazzine alla sottomissione totale. Dal 2002 al 2007, cinque anni di sopraffazione. Rapporti tra persone consenzienti, ha sempre ribadito Livraga, 65 anni. Ma finora, in attesa della Cassazione, giudici non gli hanno creduto. Degli otto amici dell'idraulico, che avrebbero partecipato ai festini, uno ha patteggiato, un altro è stato condannato anche in appello e un terzo è invece stato assolto in secondo grado. Per gli altri cinque il processo è ancora in corso.

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • juri

    23 Aprile @ 07.40

    @ Stefania: Non sarebbe né il primo né l'ultimo caso di figli che pagano colpe dei genitori. Lucrezia Borgia, per colpa di suo padre, ha dovuto subire l'infamia di essere una spietata assassina (non essendola) per quasi 6 secoli...

    Rispondi

  • Davide

    22 Aprile @ 18.46

    @Demianlee: ho avuto la tua stessa sensazione anch'io...

    Rispondi

  • varenne

    22 Aprile @ 18.18

    Signori, leggete attentamente il commento di Stefania e provate a capire,

    Rispondi

  • paolo

    22 Aprile @ 18.07

    @Redazione: Non c'è vergogna nell'ingenuità, se esistesse il Paese degli ingenui io ne potrei essere il Sindaco ad honorem! Quello che mi fa scattare la rabbia, è il fatto che ognuno di noi nel corso della sua giornata, del suo lavoro, del suo studio, della sua vita in generale, si trova davanti più o meno alle stesse situazioni. E qui iniziamo a distinguerci, come diceva qualcuno, tutti abbiamo paura, tutti siamo tentati, ma la differenza tra un uomo e un ciarlatano, è quello che fa nel momento successivo. Uscendo dal caso in questione e parlando più in generale, è proprio questo il punto sul quale non riesco a transigere, e capisco che possa sembrare durezza d'animo o peggio cattiveria. Ma io mi chiedo, perchè se io riesco a comportarmi in un certo modo davanti a situazioni che possono nuocere ad altre persone, non ci deve riuscire anche un altro uomo? Non accetto il discorso che sia più debole. E' solo che se ne frega e vuole soddisfare i suoi istinti più bassi, e allora mi chiedo perchè non deve subire il mio disprezzo più totale? Un giorno ero col mio nipotino e stava facendo un giochino, e per risolvere prima il gioco vedevo che non rispettava le regole. L'ho rimproverato dicendogli che così era troppo facile, al che lui stupito mi dice "ma zio non c'è nessuno che mi vede...." allora gli ho risposto che è proprio in quei momenti che ti metti alla prova, è troppo facile essere corretti ed onesti quando ci vedono......E' rimasto un po' sulle sue, ma da allora non imbroglia più. Sono scelte che facciamo, e delle quali ognuno di noi DEVE essere pronto a portare il peso. Io ho fatto tanti errori e ho fatto anche stare male delle persone care, ma non mi sono mai assolto, ho pagato, ho chiesto scusa, e sono ripartito da zero. Questo per me vuol dire "ricostruire". In fondo il "mondo" è grosso solo un metro quadrato, cioè dove siamo noi, e quello che facciamo noi nel "nostro" mondo può essere buono o cattivo, siamo noi a sceglierlo, non diamo la colpa alla società o ai soldi o ad altro, sono alibi che ci servono per auto assolverci. Non si può accettare che a scuola i genitori di un bambino che è stato ripreso, vadano a picchiare il preside! La moralità non è non dire le parolacce, ma essere giudici severi di se stessi. A presto.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    22 Aprile @ 17.43

    @geronimo - Il tuo discorso è corretto e anche condivisibile. Ovviamente nelle mie parole non vuole esserci alcun alibi per comportamenti disgustosi e condannabili sia giuridicamente che moralmente. Se posso permettermi, ti contesto solo quelle due parole "finti buoni", così come non mi piace quando si parla di "buonismo" come fosse una brutta parola. Io credo - anche se so di sembrare ingenui a dirlo - che invece dobbiamo tutti imparare a essere dei "veri buoni". Sembra banalità retorica, ma è proprio quello che abbiamo smesso di essere. Questo non significa non punire i comportamenti che lo meritano: significa cercare di ricostruire (ma in questo mi pare che tu sia d'accordo) un tappeto di valori positivi, su cui non nascano più nè i Livraga nè qyella "spirale di schifo" di cui tu stesso parli. E qualcuno, da qualche parte, dovrà pur cominciare, orima o poi... Grazie per il tuo contributo (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro