-3°

Parma

"Mio fratello Giordano ha sacrificato la vita per i suoi ideali"

"Mio fratello Giordano ha sacrificato la vita per i suoi ideali"
Ricevi gratis le news
0

Chiara Pozzati
A fine processo, mentre lo stavano trascinando nel  carcere di San Francesco, intonò un canto dedicato a nostra madre e non ha mai smesso di guardarci negli occhi. Ci aveva confidato di sentirsi tranquillo, ci spronava ad essere forti, convinto che le sue azioni non sarebbero state vane». A parlare è Franca Cavestro, sorella di Giordano, il 18enne dai tratti gentili e il cuore da combattente, fucilato nel maggio del ’44. A lui l’Anpi ha scelto di dedicare la festa della Liberazione.  La brutale esecuzione è stata eseguita nei pressi di Bardi e  insieme a lui hanno perso la vita Raimondo Pelinghelli, Vito Salmi, Nello Venturini ed Erasmo Venuti. «Si trattava di una rappresaglia all'uccisione di quattro militi fascisti,  ma la sua esecuzione è stata chiesta espressamente a Mussolini». Parla adagio ma con una lucidità impressionante Franca, 84 anni, unica sorella dello studente medaglia d’oro al valor militare ucciso per non essersi piegato al volere del regime. «Ma anche per il cognome pesante che portava: essere figlio di un comunista non era semplice»,  prosegue Franca mentre accarezza le fotografie di un’infanzia felice trascorsa accanto a quel fratello che sarebbe diventato eroe. In un'immagine,  i due bimbi giocano  in strada  avvolti da ampi cappottini. «Giordano amava la musica e studiava con passione al Regio e al  liceo classico Romagnosi - spiega la sorella con orgoglio -  ma non ha mai ceduto a indossare la divisa e, ben presto, ha dovuto interrompere la scuola per le continue pressioni che riceveva da insegnanti e compagni. Lui, che il fascismo l’ha sempre rigettato, non era visto di buon occhio». Ne ha sofferto? «No, non particolarmente, anche perché era un lettore “ingordo” e si teneva costantemente aggiornato». Adorava la musica,  Giordano,  e «in particolare le canzoni di Natalino Otto». Poi Franca ricorda come suo fratello fosse   «legatissimo a mia madre».  Della sua passione per la scrittura erano a conoscenza tutti i familiari ma di quel giornalino clandestino di propaganda che Cavestro diffondeva sottobanco a soli 15 anni, Franca non sapeva nulla: «Faceva di tutto per proteggerci -  spiega   -  ecco perché ci teneva all’oscuro di molte informazioni». Nel 1943 il giovane e il suo nucleo di antifascisti diventano il centro organizzativo e propulsore del Fronte della Gioventù e delle prime attività partigiane della nostra città. Quella Parma che «Giordano amava profondamente»,   aggiunge la sorella.
«Quando fuggimmo a Torino, perché mio padre era diventato un ricercato politico a tutti gli effetti, Giordano provò a seguirci -  continua Franca  - ma non resistette a lungo. “Il mio destino è un altro” continuava a ripeterci, finché un giorno  rientrò a Parma e si arruolò nel distaccamento Griffith della dodicesima Brigata Garibaldi con il nome di battaglia  “Mirko”».  Dopo due mesi di lotta, quasi tutto il distaccamento venne catturato dai nazifascisti a Montagnana, «ma ricordo ancora quando insieme a mia madre riuscii ad andare a fargli visita sui monti. Quando ci vide pianse di gioia e appena gli consegnammo una valigia  piena  di viveri si prodigò per distribuirla ai compagni». Fu una delle ultime volte che Franca riuscì a parlare da sola con Giordano. «Ricordo come fosse ieri il Tribunale di Parma che condannava mio fratello prima alla morte e poi, per grazia, la pena fu convertita a prigionia per un mese». Gli occhi di Franca sono velati di malinconia: «Ma noi già sapevamo che la sua condanna era  già scritta». «Poco prima dell’esecuzione rifiutò di confessarsi - aggiunge la sorella -  l’ultimo pensiero fu per mia madre, i compagni e Paola». Già la piccola Paola che lavorava al suo fianco nella pellicceria di famiglia e che  Cavestro era in procinto di sposare. «Quando mio fratello venne fucilato, Paola era già in dolce attesa». Giordana, così chiamata in omaggio al padre, nacque nel 1944,   ed è  «l’unica custode del diario di mio fratello – conclude Franca – dove guerra, vita, amore e cultura s’intrecciano tra le pagine che sono diventate storia». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Arresti carabinieri

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

APPENNINO

Il divano prende fuoco: muore un'anziana a Villa Minozzo

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento