Parma

L'altra Pasqua con i poveri di Parma

Ricevi gratis le news
0

Roberta Vinci
Se non fosse per la colomba, la cioccolata nei vassoi e gli auguri calorosi dei volontari, sarebbe una domenica qualunque. Invece è Pasqua. Varcano il portone della «Mensa della fraternità» in via Turchi. Prendono il numero e si accomodano nel cortile.
Sono i «poveri» di Parma. Qualcuno seduto in un angolo si tiene la testa tra le mani. Altri chiacchierano e scherzano sotto il sole timido che scalda l’aria. «Trenta. Trentuno», chiama ad alta voce un volontario all’ingresso. Uno alla volta prendono il vassoio bianco, rapidamente colorato dai cibi distribuiti dai volontari, e si accomodano nel refettorio.
Tahoufik avanza intimorito. Ha vent'anni e non parla italiano. È uno dei profughi sbarcati a Lampedusa un mese fa. Hassen, tunisino da vent'anni a Parma, traduce le parole del giovane. «Sono morti tanti ragazzi alle porte della mia città e io avevo paura», racconta Tahoufik. Capelli rasati, carnagione scura e occhi verdi, «si chiude» tra le sue stesse braccia al ricordo di quella notte. Novantadue tunisini in un barcone per 24 ore senza cibo né acqua. Scappato dal centro accoglienza profughi di Catania, Tahoufik ha viaggiato in treno. Roma, Firenze, Parma. Tappe scandite dai controllori che di volta in volta lo trovavano senza biglietto.
È tra i binari parmigiani che un altro tunisino l’ha aiutato. Tahoufik credeva di essere a Milano. Dopo quattro notti passate al Parco Ducale in solitudine, il giovane arriva alla Caritas. «Sono l’unico che può trovare un lavoro per aiutare la mia famiglia», continua. Tahoufik ha due fratelli e una sorella che studiano. La madre non lavora e il padre, in seguito a un incidente, è rimasto infermo. Ora il giovane è ospitato al dormitorio della Caritas e il 28 aprile riceverà il permesso di soggiorno. Poi non sa cosa accadrà. Il suo pensiero è laggiù a Mahdia, la sua città, e alla famiglia che non sente da un mese.
Una risata riempie la stanza e contagia l’intero tavolo. E’ Biagio, 59 anni, a Parma da quaranta, ma originario di Palermo. «Ho trascorso la mia vita sotto i ponti - ammette -, ma ho fatto anche una cosa bella: una figlia». Poggia il tortello di zucca appena infilzato con la forchetta e apre la giacca. Tre foto. La famiglia al completo, una bambina e lui e sua figlia insieme. «Lo vedete come sono felice? - chiede retoricamente - È perché sono padre e tra un po' sarò nonno». Un boccone dietro l’altro accompagnati da un’allegria che stona con la sua condizione. Dopo anni, la Caritas ha aiutato Biagio a riconciliarsi con sua figlia e il Comune gli ha appena dato una casa. «Tra quattro mesi avrò un nipote - grida ridendo - spero di essere ancora vivo. Poi posso anche morire». Biagio ha un tumore ai polmoni in fase terminale. Ha sempre vissuto per strada. Sempre solo. «Ringrazio il Signore che ho mia figlia e la Caritas che mi aiuta. I figli sono la vera felicità», conclude alzando il bicchiere e coinvolgendo tutti in un brindisi.
Tutti, tranne uno: Giuseppe. Cede alle battute di Biagio, ma torna subito serio. Pensa al figlio adolescente. Tre anni fa, gli assistenti sociali lo hanno affidato a una buona famiglia, ma per il padre è stato devastante. «Ho 51 anni, sono malato di cuore e della mia vita non me ne frega niente». Un matrimonio andato a monte, il figlio lontano e la strada come casa. Vive aspettando il lunedì. Giorno in cui sta un paio d’ore con il suo ometto. Nel portafoglio un bimbo moro con camicia e cravattino gli strappa un sorriso e gli fa brillare gli occhi. «Se non esistesse lui, preferirei non esserci».
Un crocevia di storie, di persone e vite diverse che in via Turchi un pasto e un po' d’affetto. Cibo per il corpo e per l’anima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS