-2°

Parma

La Uil Penitenziari: "Ergastolano aggredisce un altro detenuto con l'olio bollente"

La Uil Penitenziari: "Ergastolano aggredisce un altro detenuto con l'olio bollente"
Ricevi gratis le news
3

Ha tentato di gettare una padella colma di olio bollente contro un altro detenuto. Ma la prontezza di riflessi di un agente ha evitato il peggio e le persone coinvolte hanno solo riportato ustioni lievi. È successo ieri mattina nel carcere di Parma e ne dà notizia oggi il segretario generale del sindacato Uil-Pa Penitenziari Eugenio Sarno. L'autore del gesto è un detenuto italiano condannato all’ergastolo per associazione mafiosa e fino a poco tempo fa recluso in regime di 41 bis.

L'uomo, portatore di handicap, stava cucinando nel fornelletto della propria cella quando, una volta entrato nella stanza il detenuto addetto al ritiro della spazzatura, si è scagliato contro di lui ed ha cercato di ustionarlo con l’olio bollente. La manovra non è però sfuggita all’agente di sorveglianza che lo ha fermato anche se alla fine parte del contenuto della pentola è finito sullo stesso agente e sul detenuto. L’agente ha riportato ustioni al volto con prognosi di sei giorni; per il detenuto invece prognosi di trenta giorni. Lo sconsiderato gesto è da riportare alla volontà dell’ex 41-bis di vendicarsi di presunte violenze, ricevute da altri detenuti, alcuni giorni fa, al rientro dall’ora d’aria.

«In ogni caso - sottolinea Sarno nel comunicato - intendiamo sottolineare come l’ennesimo atto di violenza, posto in essere da detenuti ristretti nell’istituto parmense, non abbia fatto registrare ben più gravi conseguenze solo grazie alla pronta reazione dell’agente penitenziario il cui gesto, auspichiamo, possa essere adeguatamente considerato dall’Amministrazione Penitenziaria. Occorre un'immediata verifica delle condizioni fisiche dell’ergastolano - avverte il Segretario della Uil Penitenziari -. Se è davvero portatore di handicap grave (con tanto di sedia a rotelle e badante) deve essere ristretto nelle specifiche sezioni destinate ai disabili (che non offrono adeguate condizioni di sicurezza). Il suo permanere, in tali condizioni, nella sezione Alta Sicurezza di Parma può essere, di contro, motivo di grave turbamento dell’ordine e della disciplina. È una situazione, evidentemente, che i sanitari debbono chiarire con urgenza. Questi ricoveri determinano un grave sovraccarico di lavoro per gli agenti penitenziari ed affermano situazioni di rischio sia per l’incolumità delle persone che per l’ordine pubblico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    28 Aprile @ 09.32

    GIO... Niente catene ai piedi... è anche disabile in carrozzina... anche se fossimo in Texas... forse non si potrebbe neanche dargli la pena di morte...

    Rispondi

  • Gio

    27 Aprile @ 15.42

    Doveva pensarci prima l'ergastolano se il il carcere non fa per lui. Lavori forzati 2 ore al giorno con catene ai piedi. Avrà meno tempo di pensare a fare del male a chi lavora.

    Rispondi

  • marco

    27 Aprile @ 14.32

    Scusate, ma se non ce lo diceva la UIL penitenziari... la notizia rimaneva dentro al carcere?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

1commento

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa