21°

Parma

Sei profughi in fuga si presentano in questura

Sei profughi in fuga si presentano in questura
Ricevi gratis le news
1

Chiara Pozzati

Hanno viaggiato tutta la notte. In fuga da uno dei centri d’accoglienza che li aveva ospitati subito dopo lo sbarco in Italia. Sono i  sei i profughi tunisini che, ieri mattina, sono approdati in questura invocando l’articolo 20,  che sancisce il diritto di richiesta di protezione umanitaria per i figli di una terra devastata dalla guerra. Sono arrivati di buon’ora, quando il treno s' è fermato lungo la banchina non c’era nessuno ad attenderli. A quel punto si sono diretti in borgo della Posta  per chiedere aiuto. Il Comune, immediatamente allertato, si è attivato per gestire la nuova «mini-emergenza».
 I sei sono stati tutti accolti nella struttura di Martorano dove hanno trascorso la notte insieme agli altri connazionali arrivati  in città lunedì scorso. Tutti sono stati identificati e controllati e, in attesa di nuove direttive in accordo con la Regione, l’amministrazione ha assicurato un pasto caldo e un alloggio ai giovani nordafricani fuggiti due volte.
Non è ancora chiaro però il centro d’accoglienza da cui provengono e neppure cosa li abbia spinti a scegliere proprio Parma come meta. Molto probabilmente la nostra città rappresenta solo una tappa del loro peregrinare, il loro obiettivo è raggiungere parenti o familiari sparsi tra Francia e Germania.
Quel che è certo è che provengono da uno dei tanti centri del Sud Italia, presumibilmente al collasso. Non dev’essere stato difficile per loro confondersi tra i viaggiatori e infilarsi nel primo treno diretto nel Ducato e la prima mossa è stata raggiungere la questura.  L’assessorato al Welfare ha poi chiuso il cerchio, facendosi carico dei nuovi arrivati.
Siamo ancora lontani dal limite dei posti d’accoglienza fissato dal sindaco: stando alle dichiarazioni delle scorse settimane, infatti, Vignali ha parlato di non oltre 20 posti entro i confini cittadini e, attualmente, il Comune ospita  cinque tunisini dirottati a Parma lunedì scorso il 18 maggio e   quattro minorenni arrivati l’11 aprile.  Alcuni di loro hanno già lasciato la nostra città diretti altrove.
L’allerta rimane comunque alta,  e continuano i contatti tra la cabina di regia della Regione e il nostro territorio, soprattutto per una questione organizzativa. Intanto fino alla prossima settimana non sono previsti altri arrivi «ufficiali». La nuova ondata di sbarchi dovrebbe riguardare soprattutto  profughi  dalla Libia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    28 Aprile @ 09.51

    Una farsa. In Tunisia non c'è la guerra. Abbiamo le carceri piene ! Di Nordafricani !Se non c'è lavoro cosa faranno ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY SERIE B LA VITTORIA CONTRO IL FLORENTIA FUNESTATA DA UN GRAVISSIMO EPISODIO

Amatori, Belli colpito da un pugno:

Il terza linea è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

14commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

39commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

1commento

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

1commento

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

SOCIAL NETWORK

Motocross: impressionanti acrobazie Video

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro