22°

Parma

Calisto Tanzi resta in carcere

Calisto Tanzi resta in carcere
Ricevi gratis le news
30

Il tribunale di sorveglianza di Bologna ha rigettato le istanze di scarcerazione presentate dai legali di Calisto Tanzi. L’ex patron di Parmalat resta quindi in carcere a Parma. Le istanze di scarcerazione erano state presentate all’ufficio di sorveglianza di Reggio Emilia che fa capo al tribunale di Bologna.

Il regime di detenzione per Tanzi, 72 anni e qualche problema cardiaco, resta quello già deciso al momento del suo ingresso in carcere. L’ex numero uno di Parmalat è in una cella singola della sezione cosiddetta dei 'minorati fisicì, sotto monitoraggio costante delle sue condizioni di salute.

I legali - «Disappunto» perchè la notizia del rigetto del'istanza di detenzione domiciliare è stato appreso dalle agenzie di stampa prima che dai difensori, riserva di valutare l’impugnazione e lunga difesa dell’istituto della detenzione domiciliare per gli ultrasettantenni. Sono questi i punti principali di una nota diffusa dal collegio di difesa di Calisto Tanzi, composto dagli avvocati Filippo Sgubbi, Gian Piero Biancolella, Fabio Bellon Il tribunale di sorveglianza di Bologna ha rigettato le istanze di scarcerazione presentate dai legali di Calisto Tanzi. L’ex patron di Parmalat resta quindi in carcere a Parma. Le istanze di scarcerazione erano state presentate all’ufficio di sorveglianza di Reggio Emilia che fa capo al tribunale di Bologna.

Il regime di detenzione per Tanzi, 72 anni e qualche problema cardiaco, resta quello già deciso al momento del suo ingresso in carcere. L’ex numero uno di Parmalat è in una cella singola della sezione cosiddetta dei 'minorati fisicì, sotto monitoraggio costante delle sue condizioni di salute.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    13 Maggio @ 18.52

    @gigi Alla fine dei tuoi commenti mi sorge sempre da dire "eh"? Di che parli? Boh......

    Rispondi

  • marco

    13 Maggio @ 12.33

    @giuly Ora che hai fatto l'irresistibile battuta prova ad argomentare, a dar sostegno a quanto dici perchè non si pensi che siate un buco con il vuoto intorno creato da anni di vuoti slogan e luoghi comuni. Non vorrei che il piccolo duce, avesse ragione nel sostenere che l'italiano medio è come un bambino di seconda media e nepppure dei primi banchi.

    Rispondi

    • pier luigi

      13 Maggio @ 14.00

      X demia...., per te bisognerebbe ritornare a far votare in base al censo o al titolo di studio!?!?

      Rispondi

  • filippo

    13 Maggio @ 12.32

    e banca italia che sapeva tutto i vari de mita e tutti gli altri politici? comunque il problema non e' tanzi e il sistema mafioso che ci dobbiamo assorbire noi poveri italiani e penso che se non facciamo qualcosa per cambiare ci rovinano sempre piu' bisognerebbe non pagare piu' le bollette per un po' tutta italia vedrai che cominciano a svegliarsi invece che continuare a finanziare i ladrocinii che continuano a fare e saltarne fuori senza un graffio

    Rispondi

  • Luca

    13 Maggio @ 08.46

    A mio parere Tanzi deve stare in galera. Per prima cosa ha raccontato un sacco di balle negando di possedere quadri di valore quando invece aveva una pinacoteca imboscata a casa del fratello. Poi c'è l'aspetto etico-morale: per arrivare a condonare una pena occorre per prima cosa che il condannato dimostri nei fatti il pentimento. Tanzi non l'ha mai dimostrato, anzi, gliene va a lui e la vicenda dei dipinti è emblematica, boccaccesca nonché vergognosa. Ha anche detto che in sud America non c'è alcun tesoro, ma a questo punto alzi la mano chi crede all'ex cavaliere. Non so quanto tempo rimarrà dietro le sbarre, ma gli auguro di sfruttarlo per riflettere sulle menzogne che ha raccontato e pentirsi, questa volta sul serio.

    Rispondi

  • marco

    13 Maggio @ 06.43

    @Nadia Che la provenienza dei soldi del duce basso di Arcore fosse misteriosa e probabilmente di provenienza sporca (mafia massoneria deviata ed altro) e legata a finalità eversive (P2) lo diceva nel 1998 quello che oggi è il suo più fidato alleato tramite il quotidiano "la padania". A questo indirizzo ti puoi scaricare copia del giornale dell'epoca per constatare che non deliro. http://www.alain.it/2009/04/15/berlusconi-sei-un-mafioso-rispondi-la-padania-1998/ Poi venne lo scandalo dei debiti della lega, del crack della banca ad essa legata, la credieuronord, e gli aiutini ecomnomici del nano al celodurista che si dovtte vendere persino il diritto all'uso del simbolo. Contemporaneamente diventarono amiconi (complici). Berlusconi agitando lo spauracchio comunista in anni nei quali il comunismo è praticamente estinto dal pianeta è riuscito a trasformare la politica in cieco tifo senza ragionamento e questo porta persone superficiali e leggerine a credere che l'avversione al picoletto milanese sia dovuta all'invidia per i suoi soldi. Che tristezza. Il re è nudissimo ma il tifo politico vi rende ciechi. Mi raccomando, vigila ad Est che non arrivino i cosacchi per abbeverarsi in piazza san pietro......

    Rispondi

    • giuliano

      13 Maggio @ 08.03

      giusto danielee avevi ragione stai delirando mi hai convinto

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Elio e le Storie Tese, dopo 37 anni il valzer d'addio

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

1commento

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

19commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»