14°

Parma

Il dialetto? Si impara con i video

Il dialetto? Si impara con i video
Ricevi gratis le news
5

Riprendono le trasmissioni di "Socuànt minùd in djalètt Pramzàn" seconda edizione che inizieranno  da domenica 15 maggio ore 21 per 10 settimane fino al 17 luglio su "Giovanni Paolo TV".
Lo staff comprende Nicola Gennari, Laura Lunardi, Enrico Maletti, Davide Piccinini, Andrea Zanlari e Nicola Terramare.


http://www.youtube.com/watch?v=6HrTN8wboy8  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Laura

    16 Maggio @ 20.43

    Come già espresso correttamente da Davide, anche io tengo a sottolineare che lo stampo "didattico" dato alle nostre trasmissioni, non vuole in alcun modo andare a suggerire un rientro del dialetto nel sistema scolastico vigente, quanto piuttosto mettere una scintilla di curiosità e di divertimento verso una parte delle nostre origini culturali che sta andando a perdersi sempre più. E sono la prima a sostenere a spada tratta un corretto insegnamento delle lingue straniere, ma non solo per l'utilità che può avere nel mondo del lavoro, bensì per il fascino e la meraviglia che una lingua esprime della cultura che le sta dietro. Oggigiorno purtroppo si tendono a separare le due cose e a considerare il valore di una lingua solo in base al suo utilizzo pratico, senza curarsi del popolo e della cultura da cui essa proviene. Bene, nello stesso tempo è sempre bene ricordare che anche i dialetti fanno parte di quelle culture. Dico queste cose perché tengo molto al lavoro che facciamo ed anche perché mi trovo sempre molto coinvolta quando si vanno a toccare questioni riguardanti le lingue (straniere e non). Questo dal momento che, anche se recito in "Socuànt minùd in djalètt Pramzàn", ho una laurea in lingue straniere (e spero che, a breve, giunga la seconda), con una tesi che tratta, peraltro, delle minoranze linguistiche. Quindi, se il "tgnèmmos vist" non basta, sono lieta di aggiungere "Hope to hear you again soon", "Tschüß und bis bald" e, perché no anche "再見"!

    Rispondi

  • Andrea

    16 Maggio @ 15.10

    Ma invece che fare tanto gli acculturati internazionali pensate un po' anche ai valori storici e culturali della vostra città che con tutta questa modernizzazione rischiano di andare persi. I dialetti saranno anche una lingua morta ma di certo fanno parte della storia e preservarla non mi sembra una cosa tanto tragica. Le lingue straniere ci pensino le scuole a farle imparare ai ragazzi, non vedo come una trasmissione simpatica e con l'intento ulteriore di intrattenere possa essere considerata di troppo. Ah no, scusate. Meglio invece far vedere ai vostri figli trasmissioni come il Grande Fratello, quelle sì che sono davvero educative ed insegnano le lingue straniere. Ma fatemi il piacere.

    Rispondi

  • Davide

    16 Maggio @ 11.18

    Parlo a nome dello staff del programma: La trasmissione, in tutta umiltà, ha l'obiettivo di avvicinare, soprattutto i più giovani, al dialetto della nostra terra che ultimamente sta andando perduto. E perdere il contatto con le tradizioni è un po' come perdere qualcosa di sé... Inoltre questa è e resta una semplice trasmissione, non un movimento che vuole portare il dialetto nelle scuole. Nessuno di noi ha mai detto (o lasciato intendere) di voler sostituire il dialetto alle lingue straniere. Anzi, pensiamo che le due cose si possano benissimo integrare. Saluti, Davide

    Rispondi

  • Paolo

    16 Maggio @ 09.24

    ] "Ma lasciate perdere il dialetto. Ai ragazzi a scuola insegnate l'inglese, che poi quando vanno a lavorare non riescono a scrivere due righe decenti ad un cliente straniero."

    Rispondi

  • Ivan

    14 Maggio @ 15.02

    A chi servono queste lezioni? A coloro che conoscono gia' bene il dialetto perche' nati e cresciuti nella realta' di Parma? Ho visto alcuni vostri video ma non capisco l'obiettivo. C'e' chi sostiene che il dialetto debba essere insegnato a scuola... ma questi confondono la cultura dialettale e territoriale con l'educazione linguistica. Ricordo che alle elementari ( anni '80) ci avevano fatto corsi di dialetto e di educazione storica del territorio ( i nostri genitori non si lamentavano) tuttavia sono felice che i miei figli vivano in un contesto internazionale e parlino tre lingue. Sono sicura che sopravviveranno a Parma e al suo dialetto se un giorno decideranno di tornarci.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

5commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova