19°

Parma

Ma quel frate scalzo e amico dei poveri è già santo

Ma quel frate scalzo e amico dei poveri è già santo
Ricevi gratis le news
1

di Pino Agnetti

Con quella faccia un po’ così, che sembrava intagliata nella pietra candida e lucente della natia Dalmazia. Quell’espressione un po’ così, resa strabica dalla malattia agli occhi che lo colpì poco più che ventenne. Ma, soprattutto, con quel suo affannoso e incessante donarsi per l’uomo e all’uomo nella Parma della miseria nera di fine Otto e di inizio Novecento: chissà cosa farebbe Alpinolo (così era stato battezzato), decimo e ultimo figlio del funzionario statale austro-ungarico di nobili ascendenze francesi Giovanni Maupas e dell’italiana e talentuosa donna di teatro Rosa Marini, se oggi dovesse sbarcare di nuovo col nome e col saio francescano di padre Lino nella città che lo ha eletto e lo conosce semplicemente come «apostolo ed eroe della carità»?
Tanto per cominciare, potete scommettere che andrebbe a piazzarsi all’ingresso del carcere di via Burla ad attendere i nuovi detenuti  (così ce lo dipingono le cronache dei suoi lunghi anni di cappellano prima dell’antico carcere di S. Francesco e poi del riformatorio per ragazzi «Lambruschini» della Certosa di via Mantova). Per annunciare ai novelli ospiti d’ogni razza e lignaggio delle patrie galere odierne che la condanna più grande consiste nel perdere la fiducia nella giustizia - certamente più infallibile ma insieme immensamente più misericordiosa rispetto a quella umana - di Dio. Cosa che, infatti, lo induceva a ripetere sul conto del proprio esercito di protetti che: «L’ho sempre detto che sono tutti buoni: disgraziati sì, ma non cattivi!».
E poi, potete sempre star certi che lo trovereste a tirare su letteralmente dal nulla una mensa per i poveri dietro l’altra (non a caso quella più famosa a Parma porta il suo nome). Dove servirebbe lui stesso ai tavoli e laverebbe i piatti, salvo precipitarsi trafelato fuori alla notizia che quelli di Casa Pound e dell’antifascismo «duro e puro» nostrano hanno ricominciato a insultarsi e a menarsi. E allora sì che sarebbe uno spettacolo memorabile vedere quel frate eternamente scalzo afferrare per la collottola i primi due prodi «guerrieri del Terzo millennio» capitatigli a tiro. E, magari dopo avere distribuito qualche affettuosa sberla, strigliarli e metterli tutti in riga come tanti scolaretti con un bel: «Bravi! E se anche voi passaste un po’ del vostro tempo accanto al letto di un malato? A tenergli stretta la mano e a lavarlo dopo che se l’è fatta addosso? Od ancora a leggergli non la vita di Mussolini o il Libretto rosso di Mao, ma il Cantico dei Cantici»? Ed infine - sicuro sempre come l’oro - lo ritroveremmo una mattina di fronte al cancello di una fabbrica a perorare la causa di un proprio assistito rimasto senza lavoro e senza pane per sé e per la famiglia. Proprio come padre Lino fece, presentandosi davanti all’ingresso dello stabilimento del suo amico e abituale benefattore Riccardo Barilla (il padre di Pietro e il nonno di Guido, Luca e Paolo), il 14 maggio del 1924. Un attimo prima di accasciarsi, consumato e alla fine schiantato dal suo stesso insaziabile amore per il prossimo. Di lui, Giovannino Guareschi ha scritto: «Ma perché volete farlo santo? Lasciamolo com’è…”. Aveva ragione. Con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così ma, soprattutto, quella miracolosa testimonianza di santità “un po’ così», che bisogno c’è?

Tv Parma: Padre Lino - Poesia di Renzo Pezzani letta da Enrico Maletti

Proprio il 14 maggio nel 1924, Padre Lino moriva improvvisamente. Cappellano dell'Annunziata e poi del Carcere, il frate francescano è da sempre amatissimo dai parmigiani per la sua bontà e per le opere compoute a favore dei poveri e dei bisognosi. Già nominato Venerabile, Parma ne auspica la beatificazione, e da tempo il processo è avviato. A Padre Lino il poeta Renzo Pezzani aveva dedicato una lirica, letta stasera da Enrico Maletti, uno dei nostri attori dialettali più apprezzati. Un omaggio a due personaggi, l'umile fraticello e Pezzani, entrati nella storia di Parma.

Guarda il video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele Tanzi

    15 Maggio @ 11.25

    Sapere che esistono esseri come Padre Lino, Guido Maria Conforti e tanti altri, mi aiuta a vivere.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro