Parma

Cimiteri, interventi per 2,5 milioni di euro

Cimiteri, interventi per 2,5 milioni di euro
Ricevi gratis le news
3

2,5 milioni di euro. Ammontano a questa cifra gli interventi che verranno effettuati nei cimiteri cittadini nel corso di quest’anno grazie all’impegno di Ade spa, la società partecipata del Comune che si occupa di servizi cimiteriali.
L’intervento di maggior rilievo riguarda il cimitero di Ugozzolo, che verrà completamente riqualificato, con una spesa prevista che si aggira attorno ai 700 mila euro. A Baganzola invece è in programma la riqualificazione degli accessi e della galleria centrale, per un ammontare di poco meno di 600 mila euro. A Marore verrà realizzato il “Giardino della memoria” e riqualificata la zona perimetrale nord grazie a un investimento di oltre 500 mila euro.
Al Cimitero della Villetta sono previsti lavori per 290 mila euro per il rifacimento della copertura dell’ala nord e successivamente, altri 287 mila euro serviranno alla ristrutturazione dell’oratorio di San Gregorio Magno.
Significativi anche gli interventi nel cimitero di Vigatto con la riqualificazione del parto sud, del campo di inumazione sud ovest e la costruzione di nuove cellette per ceneri per una spesa di 87 mila euro. A Valera infine è prevista la riqualificazione dei campi di inumazione all’ingresso.

UGOZZOLO - Il cimitero di Ugozzolo verrà completamente riqualificato. E’ prevista una spesa di circa 700 mila euro, che permetterà di effettuare numerosi interventi, tra cui il rifacimento dei: sottoservizi, marciapiedi, viali pedonali e carrabili, impianti elettrici, speciali e idrico-sanitario. Gran parte dei lavori sono previsti all’interno del complesso storico, ma toccheranno anche gli ampliamenti.
Un primo importante intervento riguarda i viali interni, oggi in cattivo stato. Il progetto prevede la valorizzazione dei percorsi grazie alla posa di una nuova pavimentazione. In programma anche l’installazione di punti luce a terra, la rivisitazione dei percorsi di accesso alle sepolture (che consentiranno di non attraversare il prato) e la piantumazione di essenze arboree (con apposito impianto di irrigazione). Saranno anche rifatti i sottoservizi e sostituite le coperture in cemento e amianto del magazzino sul lato ovest e dell’ala est. I servizi igienici saranno completamente ristrutturati e garantiranno l’accessibilità alle persone con ridotta capacità motoria. A servizio del cimitero verrà costruita (esternamente) un’isola ecologica nell’angolo Nord-Ovest, che ospiterà un nuovo sistema di depurazione delle acque nere.  Il campo santo sarà poi dotato di una vasca interrata di laminazione e recupero delle acque. In programma pure la costruzione di nuove cellette per ceneri. Il progetto prevede infine il restauro della facciata di ingresso, con la rimozione dell’attuale rivestimento con mattoni a vista e il ripristino delle porzioni rivestite in pietra, degli intonaci e della tinteggiatura a calce.

BAGANZOLA E MARORE - Stanno per partire i lavori per realizzare il “Giardino della memoria” nel cimitero di Marore, uno spazio verde in cui si potranno spargere le ceneri nel cinerario comune. In programma inoltre la demolizione e ricostruzione dei sottoservizi nell’area perimetrale nord e la costruzione di cinerari di famiglia. A Baganzola invece è prevista, tra l’altro, la riqualificazione dell’ingresso, con la creazione di una galleria che favorisca l’intimità tra defunti e dolenti (si creerà una quinta a verde dotata di sedute e altro ancora, che creerà una sorta di galleria di separazione tra le sepolture e il viale di accesso all’area cimiteriale), il restauro di alcune arcate storiche della galleria centrale, la riqualificazione delle aree verdi e di tutta l’area antistante l’ingresso del cimitero.

VILLETTA - E’ stato approvato il progetto esecutivo per il rifacimento per la copertura lignea dell’ala nord del cimitero della Villetta. L’intervento, dal costo di 290 mila euro prevede la risistemazione dell’attuale copertura in legno che verrà alleggerita per migliorarne la qualità sia a livello statico che dinamico-sismica. Si tratta di un primo intervento che interessa un’area di circa 620 mq.
In programma inoltre la ristrutturazione dell’oratorio di San Gregorio Magno, con il consolidamento dell’intero complesso, attualmente in degrado, per una spesa di 287 mila euro.

VIGATTO E VALERA - Nei cimiteri di Vigatto, Valera e Ugozzolo sono in programma altri interventi per oltre 130 mila euro, che determineranno una migliore fruibilità degli spazi cimiteriali e dell’offerta di sepoltura. Tra questi, la riqualificazione del reparto sud del cimitero di Vigatto, che prevede, tra l’altro, la creazione di 10 arcate di famiglia. Nello stesso campo santo è prevista la riqualificazione del campo di inumazione Sud-Ovest (per permettere l’accesso alle singole sepolture anche con cattive condizioni meteo) e la costruzione di nuove cellette per le ceneri. A Valera invece è in programma la riqualificazione dei campi di inumazione all’ingresso per una spesa di 27 mila e 500 euro. 

“I primi lavori – ha affermato Paola Colla, presidente di Ade spa – partiranno entro giugno, ma contiamo di iniziare tutti gli interventi entro ottobre e di concluderli, per la gran parte, entro fine anno. La filosofia della società è quella di affrontare delle riqualificazioni complessive e di non ricorrere la singola rottura. Questo nuovo approccio permette di sistemare determinate aree in maniera duratura e di poter così concentrare le risorse dell’azienda su altri ambiti”.
“Si tratta di interventi importanti – ha rimarcato il vicesindaco Paolo Buzzi – che testimoniamo l’attenzione dell’Amministrazione comunale verso i cimiteri nonostante le difficoltà finanziare che caratterizzano questo periodo a livello nazionale”.
“Questa serie di interventi – ha sottolineato Giorgio Aiello, assessore ai Lavori Pubblici – testimonia la capacità di risposta di Ade alle necessità dei cimiteri cittadini. I lavori previsti consentono una ristrutturazione organica e complessiva delle strutture”.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    18 Maggio @ 16.20

    BISOGNA , SEMPRE ACCOSARSI , A QUESTI LUOGHI , CON LA MASSIMA DEVOZIONE , E RISPETTO . INDIPENDENTEMENTE DALLE CONVINZIONI PERSONALI , . Vanno rispettati tutti i defunti . I TUMULTI DEI CUORI DI COLORO CHE SI RECANO AD ONORARE LE SPOGLIE MORTALI , SIA DEI PROPRI CARI , amici ,conoscenti , o di coloro che neanche hai mai conosciuto LO ESIGE . PROVATE AD IMMAGINARE , COLORO CHE DA TANTI ANNI CERCANO DI PORTARE UN FIORE SULLA TOMBA DI UN FIGLIO , UN MARITO , UN PAPA^ , O UNA MAMMA E NON SANNO NEPPURE DOVE E SE SIANO STATI SEPOLTI !!!!! TERRIBILE ! UN LUNGO INTERMINABILE DRAMMA , NEL DRAMMA . UN POPOLO , O UN SINGOLO CITTADINO , arrivo a dire , viene giudicato PER COME ONORA I DEFUNTI , E NON SOLO UNA VOLTA IN UN ANNO . SCUSATE , MA QUANDO vedo le lapidi bianche bimbi , ALLORA IL TUMULTO DEL CUORE , RAGGIUNGE VETTE ALTISSIME . VORREI ...... meglio spiegarmi , ma non ci riesco . FALCO .

    Rispondi

  • Parma+

    18 Maggio @ 14.13

    In questo articolo compare ben 12 volte (!) la parola "riqualiificazione". Ma che cos'è? Penso che sia un rifacimento, una ristrutturazione, ma perchè usare parole che nessuno usa nel linguaggio di tutti i giorni per descrivere una cosa semplicissima? Se devo rifare il bagno di casa mia dico "rifare" o "ristrutturare" e non "riqualificare". La stessa cosa vale anche per il cancello di un cimitero. Forse usando una parola lunga e che nessuno utilizza si vuol dare l'impressione che sarà tutto nuovo, bello, non più come prima... ? Oooooh!!!!! C'è una "epidemia" di parole che si leggono sempre più spesso sui giornali ma che nessuno usa nel linguaggio comune, come "valorizzazione", "sostenibilità", "eco-compatibilità" (sono tutte lunghe e a volte anche doppie, sarà forse per impressionare maggiormente?) o altre parole in inglese di cui faremmo certamente a meno come "welfare", "tagesmutter" o "stalking" (per citarne solo tre, ma ce ne sono decine). La lingua italiana che abbiamo sempre usato non va più bene e ce ne vogliamo disfare? Un po' come è stato ed è tuttora per il dialetto che, a parte qualche purtroppo rara eccezione, è quasi sconosciuto ai giovani parmigiani. L'italiano farà la stessa fine? Una volta si diceva "parla come mangi", ma adesso si potrebbe dire "parla come scrivi" o, meglio ancora, "scrivi come parli" per cercare di utilizzare un linguaggio semplice, non banale, ma comprensibile a tutti, anche alla pensionata di borgo Pipa!

    Rispondi

  • alessandra

    18 Maggio @ 13.50

    Se è vero che Parma è una delle città più indebitate d'Italia sarà giusto riqualificare i cimiteri? ma riqualifichiamo qualcosa per i vivi ! le scuole, le strade, i parchi...e diamo sicurezza ai cittadini!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Pedone investito da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

BASSA

Alluvione: anche la Procura di Parma apre un fascicolo Video

Domenica mattina dovrebbe essere riaperto il ponte della piazza di Colorno

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

5commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260