-2°

Parma

Processo Bonsu - In aula Emma Monguidi: "Mi dissero che non c'era nulla di vero nella denuncia del ragazzo"

Processo Bonsu - In aula Emma Monguidi: "Mi dissero che non c'era nulla di vero nella denuncia del ragazzo"
Ricevi gratis le news
23

Tg Parma - Processo Bonsu: in aula Emma Monguidi

"Appresi che quel ragazzo aveva presentato denuncia da un articolo pubblicato sul sito di Repubblica Parma. A quel punto chiesi spiegazioni al commissario capo Simona Fabbri che si era occupata dell’operazione e fui rassicurata: mi spiegarono che non c'era niente di vero in quella notizia di stampa». Emma Monguidi, comandante della polizia municipale di Parma dal 2005 al 2008, un incarico da «facente funzioni», come ha spiegato lei stessa nell’aula del processo agli otto vigili accusati di aver picchiato, insultato e umiliato Emmanuel Bonsu, il ragazzo ghanese che il 29settembre del 2008 fu arrestato «per errore» dal Nucleo di pronto intervento della municipale di Parma. Sulla base di quelle rassicurazioni e basta Monguidi decise di smentire pubblicamente Bonsu, che si era rivolto alla stampa immediatamente prima di presentare denuncia ai carabinieri.

Per quanto riguarda l’operazione che portò al fermo di Bonsu, Monguidi ha detto: «Sapevo dell’operazione e sapevo che nei giorni precedenti era stata verificata l’attività di spaccio nel parco Falcone e Borsellino». Quello che però l’ex comandante del Corpo ha detto di non aver saputo, perlomeno non nell’immediato, è che nella stessa azione fu arrestato anche un ragazzo che non aveva fatto nulla, ma che fu malmenato ugualmente nel corso del fermo.

Monguidi ha spiegato di essersi sentita rassicurata dai racconti fatti dai propri collaboratori, anche se ha precisato di non essere mai «entrata nei dettagli più di tanto». Due giorni dopo l’arresto di Bonsu sarebbe stato nominato un nuovo comandante della municipale. «Il mio contratto scadeva il 30 di settembre e stavo riempiendo gli scatoloni per lasciar libero l'ufficio». Nel frattempo Monguidi ha confermato di non aver «avviato nessuna inchiesta interna» e di non aver visionato la documentazione, neppure quando la vicenda Bonsu divenne «un caso nazionale». Le informazioni di cui ha potuto disporre, insomma, l’allora capo del Corpo dei vigili della città emiliana non erano di natura documentale e non poggiavano su attività di accertamento di ciò che era avvenuto al parco cittadino il giorno precedente. E rispetto alla ferita all’occhio che costerà nei giorni successivi un’operazione maxillo facciale al ragazzo ghanese, Monguidi ha spiegato: «Mi fu detto che proprio non si riusciva a capire come il ragazzo potesse essersi procurato quella ferita». Stesso discorso per la busta con la scritta «Emanuel negro» (con tanto di errore ortografico nel nome di battesimo del giovane) che fu consegnata a Bonsu al momento del rilascio avvenuto a sera tardi in presenza dei genitori. «Ne presi conoscenza solo dalla stampa: c'era il ragazzo che teneva in mano la busta».

«Pochi giorni prima dell’operazione sono stati eseguiti dei servizi in borghese al parco. Lei li aveva autorizzati?». Il giudice Paolo Scippa lo ha chiesto alla Monguidi, che ha risposto: «Non li avevo autorizzati. Sapevo che erano andati al parco per un sopralluogo e avevano verificato la notizia della presenza dello spacciatore».
Notizia che, è emerso oggi in aula, è arrivata all’allora assessore alla Sicurezza del Comune di Parma con una e-mail spedita da un conoscente. «Caro Costantino...», comincia a leggere il giudice Scippa sorridendo: «Certo che anche l’inizio è quello che è», commenta.
Scippa ha poi tempestato di domande l’ex comandante Monguidi, nel tentativo di comprendere quanto sapesse dell’operazione di polizia, quanto le fosse stato riferito dopo, e quale fosse la preparazione dei suoi uomini. «Ma si rende conto che per quanto ne sapeva lei, in quel parco si poteva trovare la più grande organizzazione di spacciatori di tutto il Nord Italia? Quando sono venuti da lei a dirle "siamo pronti" non le è venuto in mente di chiedere: pronti, ma a fare che?», ha concluso il giudice di fronte a quella che è apparsa come una evidente impreparazione del nucleo di pronto intervento dei vigili.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mariele

    01 Giugno @ 20.31

    @sig.a Mary 80: "ammesso e concesso che sia capitato realmente ": mi spiega per favore perchè allora due vigili sono già stati condannati a pene di circa tre anni e uno ha pure chiesto scusa in aula?.. la ringrazio per una sua eventuale risposta se fosse capitato a un italiano mi auguro certo che il polverone fosse sollevato..vedi caso cucchi, aldrovandi etc

    Rispondi

  • Geronimo

    01 Giugno @ 17.30

    Spesso si ci dimentica che si parla di questo perchè è ancora in corso il processo, ad esempio si parla ancora di Tanzi, delle banche e di altro, a me personalmente mi piacerebbe che non si parlasse più di Tommy perchè riporta alla mente la tragedia e fa pensare a sua madre e alle pene che sta passando. Purtroppo non si può, finché ci sarà il processo e i vari filoni (cosa ne sappiamo noi, ne dubito ma mettiamo che Alessi sia innocente e salta fuori tutto, non se ne deve parlare?) dell’inchiesta saremo costretti a sentirne parlare, però probabilmente è meglio così, non bisogna dimenticare che un bambino innocente è stato brutalmente ucciso così come un cittadino innocente è stato picchiato e deriso (in verità qualcosa di più) da dei vigili urbani. Alla fine penso che si, probabilmente a molti da fastidio la pelle nera del ragazzo.

    Rispondi

  • Maganuco

    01 Giugno @ 15.38

    @Domitilla : purtroppo non è una questione di razza; lo dico pensandola più o meno come il Sig Clansman. E'appurata la gravità del fatto così come è lampante che sussiste troppo buonismo verso i presunti poveri diavoli immigrati. E' comunque vero che dopo il fatto sopracitato svariati vigili le hanno più o meno prese da venditori ambulanti e la storia non è stata portata avanti così tanto ne dai media nemmeno da Canale 5 . Io sono per darci un taglio con lui e con le sue storie.

    Rispondi

  • Maganuco

    01 Giugno @ 15.28

    Si è parlato più di Bonsu che di OSAMA BIN LADEN. Che dò bali....

    Rispondi

  • MARY80

    01 Giugno @ 14.49

    Se fosse capitato ad un italiano si sarebbe alzato questo polverone???? (ammesso e concesso che sia capitato realmente). Questo è razzismo alla rovescia. L'integrazione non si avrà mai in questo modo.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande