14°

Parma

Commendatori e cavalieri: Parma consegna 19 onorificenze. Ricordo speciale per gli ex deportati

Commendatori e cavalieri: Parma consegna 19 onorificenze. Ricordo speciale per gli ex deportati
Ricevi gratis le news
2

di Andrea Violi

Due commendatori, un ufficiale, 16 cavalieri e 8 medaglie alla memoria: sono i parmigiani insigniti delle onorificenze consegnate in occasione della Festa della Repubblica. Un 2 giugno speciale, viste le celebrazioni per i 150 anni del nostro Paese. Un'Italia costruita anche con il sacrificio di militari e civili che hanno combattuto durante la Seconda guerra mondiale: ai parmigiani deportati sono andati il pensiero e il ringraziamento di chi stamane ha partecipato alla cerimonia al Ridotto del Regio.
Sindaci e amministratori hanno consegnato le onorificenze. Poco prima, la cerimonia si è aperta con l'inno nazionale cantato dal baritono Riccardo Cervi e il discorso del prefetto Luigi Viana. Questi ha ricordato la partecipazione attiva di Parma alle celebrazioni del 150esimo e il radicamento nella sua gente dei valori fondanti della Repubblica.
Viana ha letto brevi testimonianze di ex deportati, ai quali è andato un pensiero speciale. Il prefetto si è fatto inviare dai famigliari di ex deportati parmigiani in Germania e ha letto tre brevi testimonianze (sono state lette senza rivelare i nomi: in fin dei conti, quei ricordi fanno parte della Storia stessa di Parma; appartengono in realtà a tante persone che vissero la Seconda guerra mondiale e il loro messaggio è rivolto a tutti). «Un giorno arrivarono i tedeschi. Uno di noi fu colpito dalla mitragliatrice e capimmo che per noi non c'era scampo». Un contadino del Parmense catturato dai tedeschi racconta di aver superato violenze e privazioni anche grazie al pensiero di suo figlio, appena nato. Un militare internato ricorda «maltrattamenti psicologici»; ha dovuto subire la fame «ma tutto ciò  non mi ha impedito di salvare la mia dignità di persona e l'onore».

Ecco l'elenco (in ordine di grado di onorificenza) dei premiati al 65° anniversario della fondazione della Repubblica, premiati dal sindaco di Parma Pietro Vignali e, nel caso di chi abita in provincia, dal sindaco del proprio paese (in alcuni casi rappresentanti del Comune, in assenza del primo cittadino):  

Commendatori: Vittorio Ferrarini e Sergio Mazza.
Ufficiale: Giovanni Ferrarini.
Cavalieri: Duilio Allegri, Roberto Barani, Ugo Boggiani, Pietro Grandini, Riccardo Ippoliti, Mario Maradini, Venerio Mori, Mario Padovani, Claudio Pezzani, Domenico Previti, Ottorino Ronchi, Adolfo Santini, Gennaro Schiavo, Claudio Storchi, Luigi Vignoli.
Cavaliere donna: Silvana Gorreri.
Medaglie d'onore: Mezzani: Lino Brusatassi (alla memoria); Parma: Lazzaro Borghesi, Gino Ghinelli, Angelo Giovanola, Bruno Lazzaretti (alla memoria), Quinto Re (alla memoria), Lino Rossi; San Secondo: Angelo Golini.

Il neo-commendatore Vittorio Ferrarini commenta le onorificenze di oggi sottolineando che si tratta di un riconoscimento a ciò che le persone hanno fatto nella loro vita, siano artisti, imprenditori o altro.
Silvana Gorreri ha lavorato per più di trent'anni alla Biblioteca Palatina e insegna all'Università: è lei l'unica donna insignita del titolo di cavaliere oggi: «Dedico l'onorificenza a tutte le donne che riescono a conciliare la loro vita di madri con il lavoro. Le difficiltà ci sono... ma ce l'ho sempre fatta grazie a impegno e passione. La passione fa superare gli ostacoli». 
«Sono un umile servitore dello Stato e sono contento dell'onorificenza - commenta Domenico Previti, ispettore capo della Polizia, neo-cavaliere -. È una piccola soddisfazione in mezzo a tante problematiche, che affrontiamo con tutti i colleghi. Il nostro scopo è essere sempre vicini ai cittadini. Sembrano frasi fatte... ma è la realtà».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    02 Giugno @ 19.47

    A parte gli ex deportati, verso i quali è giusto avere un ricordo speciale, il resto mi puzza molto di "raccomandati". Come dice il ferroviere, a cui nulla è stato riconosciuto, quanta altra gente ha fatto il proprio dovere, per una viat intera di lavoro, compreso il sottoscritto, senza avere avuto, a parte i colleghi di lavoro, un benchè minimo riconoscimentio. Inoltre, se non erro, a qualche cavaliere è stato tolto il titolo, a suo tempo attribuito, a causa di guai giudiziari conclamati ! Meglio andare a piedi, che a cavallo !!!

    Rispondi

  • Tiziano

    02 Giugno @ 16.17

    Se, se, tutti sti cavalieri e commendatori! Ho fatto per quarant'anni il macchinista nelle Ferrovie dello Stato, ho lavorato notte e giorno, Natale, Pasqua e Capodanno, (non tutti ovviamente), svolgendo il servizio con attenzione, diligenza e (credo) capacità. Quando sono andato in pensione,... neanche un saluto... Cos'avranno mai di così speciale questi per essere CAVALIERI??? Sarei curioso di conoscere il loro pedigree...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

5commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova