-1°

Parma

Batterio e verdura, gli esperti: psicosi ingiustificata

Batterio e verdura, gli esperti: psicosi ingiustificata
Ricevi gratis le news
1

 Caterina Zanirato In tutt'Europa cresce la psicosi del «batterio killer», il ceppo di Escherichia Coli, identificato come 0104:H4, che si è manifestato in Germania e che sta creando tensioni commerciali in tutto il mondo. Ma tra i consumatori di Parma c'è preoccupazione? E in questi giorni di allarme, è opportuno adottare particolari precauzioni alimentari? 

Sulla questione abbiamo fatto il punto con  Gianluca Pirondi, direttore del Dipartimento di sanità pubblica dell’Azienda Usl di Parma, e Andrea Bianchi, direttore del Centro agroalimentare e logistica di Parma. Entrambi lanciano messaggi rassicuranti: la psicosi  è del tutto ingiustificata. Anche le autorità nazionali sono sulla stessa linea:  secondo la Commissione europea, ad essere «preoccupante» è «solo la situazione nella zona nord della Germania, non per tutta l’Europa». 
 Per poter consumare senza rischi i propri pasti a base di verdura cruda, al momento, i consigli validi rimangono sempre gli stessi. Ecco allora le regole d'oro che valgono non solo in questo periodo, ma sempre: «Avere grande riguardo per le norme igieniche - spiega Pirondi,  -. E quindi lavare tutta la frutta e la verdura soprattutto se si consuma cruda, con molta attenzione. A volte, infatti, siamo noi stessi la causa dei contagi». Un consiglio valido non solo in questo periodo di emergenza, ma tutti i giorni.  «Al momento né a Parma né in Italia ci sono state segnalazioni - prosegue Pirondi -. Si può quindi stare tranquilli: non c'è nessun motivo per abbandonare l’uso di verdura. Certo è che è meglio consumare alimenti coltivati vicino casa, ben puliti e anche la cottura diminuisce il rischio di contagio».
 Per quanto riguarda la patologia che si è diffusa in questi giorni nel nord Europa, Pirondi spiega che è «una sindrome emolitico uremica, che comporta un’insufficienza renale che se diventa grave risulta letale: si producono molte psicotossine. I sintomi che si contraggono sono scariche di diarrea emorragica e dolori a livello addominale: nel caso si dovessero verificare in questi giorni è consigliabile  rivolgersi al proprio medico». 
Per il momento regna una grande confusione sui cetrioli e il collegamento con l’infezione batterica che si è manifestata in Germania e in altri Paesi europei. Andrea Bianchi, direttore del centro agroalimentare e logistica di Parma, conferma che le notizie che arrivano non sono molto chiare e l’unico consiglio che può dare è quello di prendere piccole precauzioni.
 «Invito alla prudenza - afferma Bianchi -.  Da sempre noi siamo molto rigidi e verifichiamo la provenienza dei prodotti che trasportiamo dal mercato all’ingrosso alle attività commerciali». «E per quanto riguarda i cetrioli - aggiunge Bianchi - a Parma arrivano quelli coltivati in varie parti d’Italia o del nord Africa, come in Egitto. Non c’è il rischio di trovare cetrioli spagnoli o olandesi. Per quanto io mi senta di consigliare a commercianti e clienti di scegliere i prodotti a filiera corta, come quelli del nostro marchio Colto fresco, che arrivano direttamente in negozio dal produttore della zona». 
Il centro agroalimentare ha altissimi standard di qualità nei controlli, continuativi e stringenti. «Noi controlliamo la qualità e la provenienza - conferma Bianchi -, poi nello specifico entra nel merito il concessionario, che cura il contatto diretto con il cliente». 
 Ma per il direttore del centro, la «fobia» del cetriolo killer non sta comportando gravi danni al mercato: «In questi giorni non si è registrato un calo enorme di richieste: il cetriolo non è un prodotto molto richiesto per il consumo giornaliero. E’ richiesto soprattutto per la ristorazione e i ristoranti continuano a ordinare. Per il consumo cittadino invece resta un prodotto marginale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • NONNO VIGILE

    04 Giugno @ 13.47

    mangio solo verdure da me coltivate logicamente le lavo con amuchina le zucchine le cuocio

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5