14°

Parma

Parma Social House, oggi la posa della prima pietra nell'area ex Rossi e Catelli

Ricevi gratis le news
3

Si aggiunge un altro tassello alla realizzazione della prima fase del progetto “Parma Social House”, il più grande intervento di edilizia sociale realizzato in città che complessivamente prevede, nei prossimi anni, la realizzazione di circa 852 alloggi Ers.
Dopo l’avvio del cantiere in via Chiavari, oggi è stata la volta della posa della prima pietra nell’area ex Rossi e Catelli, in via Budellungo. Lì saranno costruiti 98 alloggi, destinati esclusivamente all’affitto, ad un canone medio di 350 euro mensili per un periodo non inferiore a 25 anni.
Nell’area ex Rossi e Catelli - in cui si prevede la realizzazione di 7.277 mq di superficie lorda utile - saranno edificate tre palazzine da 5 piani. E’ prevista la realizzazione di una corte interna, completamente adibita ad area gioco bimbi e luogo di aggregazione. Costo complessivo dei 98 alloggi: 13 milioni di euro. L’intervento nell’area ex Rossi e Catelli gode di un contributo finanziario regionale di circa 3 milioni di euro.
L’housing sociale è rivolto principalmente a giovani coppie, nuclei monogenitoriali, famiglie numerose, famiglie con anziani o disabili, con l’obiettivo di offrire un contesto abitativo e sociale di qualità all’interno di un ambito ricco di relazioni umane e comunitarie.
In quest’ottica si è cercato di coniugare l’attenzione allo studio degli spazi privati e pubblici e l’uso di tecnologie avanzate nel campo del risparmio energetico, per realizzare manufatti architettonici di alta qualità in classe energetica B. Sono previsti bilocali, trilocali e quadrilocali composti da una zona giorno, da una cucina o cucinotto e, a seconda dei casi, due o tre camere da letto, due bagni, loggia e terrazzo. Le metrature variano da 45 a 90 mq. Gli appartamenti, adatti dunque a tutte le tipologie familiari, sono dotati di box e di cantina.

Parma Social House- Il progetto prevede interventi su sette aree della città, per offrire alloggi a quella fascia intermedia di famiglie, oggi molto ampia, che dispone di redditi superiori a quelli che consentirebbero di accedere agli alloggi Erp, ma non sufficienti per rivolgersi al libero mercato immobiliare.
Degli 852 alloggi complessivamente previsti, 265 saranno affittati a canone sostenibile, 182 affittati con previsione di riscatto all’ottavo anno e 405 posti in vendita a prezzo convenzionato.
Tra gli aspetti più significativi di questo progetto, che rappresenta una esperienza unica in Italia, va segnalata la fondamentale sinergia che si è creata tra i soggetti del settore edilizio del comune di Parma e l’Amministrazione comunale. Questi, in coerenza con le indicazioni strategiche di sviluppo urbanistico della città e grazie alla volontà di compiere un passo ambizioso sul proprio territorio, hanno deciso di collaborare per la realizzazione di un progetto di sviluppo urbano innovativo e strategico. Il progetto è stato pensato sulla base di temi interdisciplinari che riguardano la riqualificazione urbana, la costruzione della comunità e il risparmio energetico.
Il sindaco Pietro Vignali ha parlato di “casa come bene primario da soddisfare, come priorità per una giovane coppia che vuole formare una famiglia ma anche per un nucleo già formato che per mille motivi non può accedere né all’Erp né al mercato libero. In continuità con quanto fatto da Claudio Bigliardi nella precedente Amministrazione, l’assessore Pellacini sta attuando politiche per la casa a 360 gradi, da quelle per le fasce più deboli, con il piano straordinario Erp, con Una casa per ricominciare, fino a quella categoria di mezzo che allo stesso modo ha diritto ad una casa”.
L’assessore alle Politiche abitative Giuseppe Pellacini ha parlato di crisi che c’è e di un’Amministrazione, “quella di Parma che ha accolto la sfida in collaborazione con le realtà imprenditoriali. Questa del Psh è una grande opportunità che ci vede primi in Italia, in un Paese ancora troppo in ritardo su questo fronte. Questo è il futuro della casa e noi ci siamo già, case che non sono fatte solo di mattoni ma anche di sentimenti ed emozioni”.
Il responsabile Area di Parma del Consorzio imprenditori edili di Modena Claudio Pezzarossa ha poi ricordato come questo intervento “trovi forza nella sinergia tra pubblico e privato grazie alla quale si realizzano case belle e di qualità”.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fabio

    11 Giugno @ 21.08

    Perché dovrebbero diventare quartieri ghetto scusa?

    Rispondi

  • Giorgio Marchesi

    11 Giugno @ 15.19

    Stop ad interventi pubblici nel settore dell'edilizia il mercato va lasciato stare costruire dei quartieri ghetto porterå solo criminalitá in una citta che non ne ha bisogno, fermate i palazzinari e rivedete il piano regolatore imponendo regole che ipediscano la costruzioni di quartieri ghetto

    Rispondi

  • franco

    11 Giugno @ 14.45

    ....... " Solo Case Su Case , Catrame e Cemento , ..... FALCO .

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

5commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova