Parma

Caiazzo condannato a 4 anni e 8 mesi

Caiazzo condannato a 4 anni e 8 mesi
Ricevi gratis le news
42

Condanna a 4 anni e 8 mesi con rito abbreviato, piu' risarcimento danni all'Ivri di 3 milioni e 800 mila, di cui 100 mila  per danno di immagine.  Questa la sentenza per  Rosario Caiazzo, l'ex guardia giurata dell'Ivri che il 30 novembre scorso si mise alla guida del furgone portavalori e sparì con quasi 4 milioni di euro.  

Questa mattina , il pm Viola aveva chiesto 6 anni. Oltre al furto pluriaggravato, a Caiazzo era contestata la detenzione di 35 cartucce da guerra che furono trovate in casa sua. .

 

 

E' RIMASTO IMPASSIBILE - Caiazzo, stando a coloro che hanno assistito alla lettura della sentenza del gup Paola Artusi, è rimasto impassibile di fronte alla sua condanna. La sentenza, con rito abbreviato, ha tenuto conto dello sconto di un terzo previsto dalla legge. L’accusa aveva chiesto sei anni di reclusione ma il gup ha escluso l’aggravante del furto con destrezza. Il giudice si è riservato invece sulla richiesta di domiciliari presentata dai legali, Federico De Belvis e Nicola Tria. La riserva sarà sciolta tra 5 giorni.

Ingente l’ammontare dei danni: identico al bottino che Caiazzo, per gli inquirenti, deve aver nascosto in attesa di uscire dal carcere. Aumentato però di 100.000 euro, quelli richiesti dall’istituto di vigilanza (di cui era dipendente) per danni all’immagine. Caiazzo potrebbe restare in carcere due anni e poi chiedere l’affidamento in prova ai servizi sociali e uscirne. Sarebbe questo infatti, secondo una ricostruzione 'maliziosà, il piano ultimo del vigilante che è riuscito a mettere a segno uno dei colpi più consistenti della storia parmigiana. Caiazzo si allontanò col furgone portavalori di cui era capo auto dopo aver convinto i due colleghi di avere un malore. Quel giorno l’uomo si era trovato una quantità di danaro inusuale per il giro coperto. A bordo del mezzo c'erano infatti anche i soldi che la Banca d’Italia di Piacenza aveva chiesto all’Ivri di raccogliere: circa un milione e mezzo di euro. Caiazzo lasciò i colleghi a piedi nel centro Cavagnari di Cariparma e poi abbandonò il furgone in una zona poco frequentata dove preventivamente aveva lasciato la propria auto. Qualche giorno dopo si consegnò ai carabinieri con 10.000 euro in tasca e l’aspetto stravolto. «I soldi che avevo nascosto non li ho più trovati», disse ai militari. Naturalmente nessuno gli ha creduto, tanto è vero che tra le imputazioni contestate a Caiazzo c'è sì l’appropriazione indebita, ma in concorso. Anche se, nessuno, è riuscito ad individuare i complici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    15 Giugno @ 16.39

    Velenoso, guarda che Caizzo non è coperto da indulto, l'indulto è una misura presa alcuni anni fa dal governo prodi con l'eccezione dell'italia dei valori di di pietro eccezionalmente sostenuta dall 'intera opposizone esclusa la lega nord. L'indulto copriva determinati reati, commessi prima di tale data e i beneficiari dovevano avere determinati requisiti, il reato commesso da caiazzo è avvenuto nel 2010 quindi niente indulto. Sul fatto che sarà libero presto sono d’accordo con te, come sono convinto come tutti che tra poco si godrà i soldi rubati ma non diciamo cose inesatte come che beneficerà dell’indulto.

    Rispondi

  • vit

    15 Giugno @ 16.26

    La giustizia in italia lascia molto a desiderare. Un Tanzi in carcere mi sta piu' che bene, ha rovinato tantissime famiglie oggi sommerse dai debiti senza piu' una casa. Invece il Caiazzo, alla fine, non ha rubato soldi di nessun padre di famiglia. Soldi della Banca di Piacenza, tutto super extra assicurato, le assicurazioni in italia SONO LADRI NUMERO UNO! Caiazzo ha semplicemente studiato nei minimi dettagli il piano e ha ritenuto che correre il rischio di essere carcerato ne valeva la pena. Tutti i superpoliziotti incaricati, detective, poco ci manca l'FBI, non sono riusciti a trovare il bottino. Un plauso a Caiazzo per aver fregato l'intelligence delle forze dell'ordine.

    Rispondi

  • CLAUDIO

    15 Giugno @ 15.35

    ----------------------------------CAIAZZO MINISTRO------------------------------------------------------- No Marino (non sarai mica Pasquale ? ? ? ) non sono d'accordo con te per il semplice fatto che lui non si fa 4 ANNI E 8 MESI MA TOLTO L'INDULTIO DI 3 ANNI RIMANGONO 1 anno e otto mesi. Otto mesi li ha gia' scontati.Gli rimane un anno che poi sono 10 mesi perche' due glieli toglieranno per buona condotta da farsi a casa agli arresti domiciliari che poi sei a casa tua e fai i cavoli che vuole. Puoi uscire un ora o due al giorno e stop.Ppo ti puoi andare a godere i "risparmi di una vita" E FARE LA VITA DA NABABBO.il crimine in questo caso ha pagato ED E' UNA COSA ABERRANTE per i giovani .iO DISPREZZO QUELLI COME caiazzo MA LO AMMIRO PERCHE' e' stao un genio.L'ha messo in quel posto a tutti. La pena prevedeva dai 3 ai 6 anni.Il giudice addirittura invece di dargli sei anni gliene ha tolto uno e quattro mesi per cui SE LA GIUSTIZIA TI SBATTE IN GALERA perche' hai fame e hai rubato un pollo arrosto,e' giusto che uno come Caiazzo ridicolizzi la giustizia perche' quella italiana E' UNA GIUSTIZIA RIDICOLA.Fossi stato il giudice avrei fatto di tutto per trovare cavilli e aumentargli la pena,invece si e' fatto di tutto per diminuirla.A Caiazzo andava dato l'ergastolo,il giudice addirittura gli ha ridotto la pena per cui W CAIAZZO che ha ridicolarizzato la giustizia e i giudici.Avesse rubato una bicicletta,prendeva la stessa pena,tanto valer rubare 4 milioni....oh no?.Se ammazzi drogato o ubriaco al volante un ragazzo ti scarcerano subito,se rubi 4 milioni a mala pena vai in prigione,se rubi perche' hai fame dalla galera non esci piu' e allora.................W CAIAZZO E ABBASSO questa LA GIUSTIZIA italiana che e' tutto fuorche' giustizia.-------

    Rispondi

  • Luca

    15 Giugno @ 15.08

    Se dobbiamo criticare qualcuno facciamolo nei confronti della giustizia italiana: il rito abbreviato riduce di 1/3 la condanna penale...praticamente è uno sconto da supermercato. CAIAZZO sarà un delinquente ma non ha fatto altro che usare il nostro sistema giustizia quanto mai imperfetto se non addirittura ridicolo. Se adesso sarà un pò furbo quando esce dal carcere nessuno lo trova più e si godrà il suo bottino. Secondo me prima di studiarsi il piano si è studiato qualche libro di giurisprudenza. Viva la giustizia italiana e viva gli italiani che continuano a votare i soliti politici al modico costo di 15000 mila euro al mese+benefit e pensioni....questi sono i veri LADRI altro che Caiazzo. SVEGLIA.

    Rispondi

  • Silvia

    15 Giugno @ 14.30

    RRRRRRRRRREEEEEEEEEEEETTTTTTTTTTEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS