Parma

Castellani: "Solo rifiuti del nostro territorio nel termovalorizzatore"

Castellani: "Solo rifiuti del nostro territorio nel termovalorizzatore"
Ricevi gratis le news
5

CASTELLANI - «Ringraziamo Parma Civica che ci dà l’opportunità di chiarire ancora una volta la posizione della Provincia di Parma e di riaffermare che il termovalorizzatore è stato autorizzato per smaltire la frazione dei rifiuti residua e non recuperabile prodotta nella nostra provincia».  Giancarlo Castellani, assessore provinciale all'Ambiente, torna sulla questione della quantità di rifiuti che dovrà smaltire l’impianto di Parma sollevata con una nota dal movimento politico cittadino.

«Non c’è bisogno di modificare l’autorizzazione perché la legge prevede già che le deroghe possono essere dettate in accordo fra le istituzioni interessate e gli enti quali la Regione e/o la Prefettura in presenza di determinate condizioni. Siamo convinti – continua Castellani -  che il principio dell’autosufficienza provinciale sia fondamentale perché lega il principio della sussidiarietà e quello della responsabilità alla soluzione di un problema complesso e delicato». «Pur ringraziando i territori che in questi dieci anni ci hanno permesso di non avere rifiuti per strada, noi  - conclude l'assessore Castellani - ribadiamo che ogni provincia debba smaltire i suoi rifiuti e che di conseguenza noi non dobbiamo importare rifiuti da altri per far funzionare l’impianto». 

LA REPLICA DI GCR - "Tranquillani"

L'assessore all'inceneritore Giancarlo Castellani tranquillizza la platea.

E' tutto sotto controllo e i rifiuti bruciati a Parma saranno di Parma.

Salvo decisioni delle autorità competenti...

Che da un giorno all'altro potrebbero decidere altrimenti.

Spallucce, vi dovete fidare, l'autorizzazione va bene così com'è.

Ci sono i competenti a pensare per gli incompetenti, che saremmo noi cittadini.

Ma non vogliamo cercare di tranquillizzare i cittadini?

Che ci vuole ad aggiungere due righe, o meglio a toglierne altre che lasciano il dubbio che a decidere sui rifiuti siano altri?

E' evidente che tale rassicurazione non ci sarà, perché a Parma si bruceranno i rifiuti che decideranno le autorità competenti, quando e come vorranno, basta una firma.

Ricordate l'inceneritore di Piacenza? E' autorizzato per rifiuti urbani, eppure sono riuscite, le autorità competenti, a far bruciare lì dentro i fanghi petroliferi del Lambro, con una firmetta del presidente della regione Vasco Errani.

In un inceneritore che non ha nemmeno i filtri per questo tipo di rifiuti.

Il tutto naturalmente senza comunicare alla popolazione alcunché.

Il giochino ormai lo conosciamo a menadito.

Si costruisce un grattacielo di documentazione, si ripete all'infinito un concetto all'opinione pubblica come quello dell'origine nostrana dei rifiuti (ci mancherebbe, ma pensate che noi vorremmo una cosa simile... e via discorrendo), poi si lascia la frasetta in mezzo al mucchio di carte “salvo autorizzazioni dell'autorità competente”.

E voilà. Il gioco di prestigio è riuscito.

Ancora una volta davanti all'interesse della popolazione si antepongono altri interessi e le richieste delle aziende trovano maggiore ascolto di quelle dei cittadini, preoccupati per la loro salute e per il futuro dei loro figli.

Neanche sulla salute si può pretendere rigore e assoluta trasparenza,

Un esempio ce lo abbiamo a pochi chilometri da Parma.

A Rubbiano bruciano oli esausti dal 2000, in un impianto nato per essere una fabbrica di palline di terra, che veniva alimentato a gas metano, e che si è trasformato in un inceneritore che ogni anno ingoia 58 mila tonnellate di rifiuti tossico nocivi, a fianco della Barilla. La gente se ne è accorta anni dopo. Ora i sindaci hanno chiesto di inserire nell'osservatorio ambientale un tecnico di levatura nazionale, un cecchino che ha spesso inchiodato le aziende che nel loro modus operandi non seguivano la legge, ma Castellani non lo vuole, perché non è gradito all'azienda.

Noi speriamo che i sindaci siano compatti nell'affermare un semplice concetto. Se tutto è lineare, se tutto è gestito nel rispetto delle normative, non si deve aver paura di nessuno e si devono aprire le porte a chiunque. Senza porre veti di nessun genere. La gente non capirebbe altri atteggiamenti.

I cittadini di Solignano, Fornovo, Medesano, Varano, non capirebbero.

E farebbero sentire la loro voce.

Non si scherza sulla salute.

Ne a Parma, ne a Rubbiano.

A Parma il Gcr ha chiesto chiarezza sull'origine dei rifiuti.

Lo ha chiesto Andrea Marsiletti del quotidiano on line Parma Daily.

Lo ha chiesto Parma Civica con un comunicato chiaro e condivisibile.

Speriamo lo chiedano anche gli altri partiti che scelgono di stare dalla parte dei cittadini e i consessi comunali interessati alla salute di tutti i loro amministrati.

E' evidente che questo sia uno di quei punti su cui non transigere.

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR - Parma, 18 giugno 2011

-323 giorni all'avvio dell'inceneritore di Parma, ORA lo possiamo fermare.

+383 giorni dalla richiesta a Iren del Piano Economico Finanziario del Pai, forse perché l'inceneritore costa 315 milioni di euro?

+61 giorni dal lancio di Boicottiren: http://tinyurl.com/boicottiren

Aderisci anche tu: boicotta Iren, digli che non finanzierai un euro dell'inceneritore di Parma

Associazione Gestione Corretta Rifiuti  e Risorse di  Parma - GCR
Via Zaniboni 1 - Parma
Skype gestionecorrettarifiuti
www.gestionecorrettarifiuti.it
gestionecorrettarifiuti@gmail.com

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    18 Giugno @ 17.04

    @CASTELLANI: noi cittadini potremmo anche crederle, ma dovrebbe sapere che è meglio scriverlo e sottoscriverlo!!! Carta canta e villan dorme! Lei dovrebbe anche avere il buon gusto di non insultarci con le sue dichiarazioni, buone solo per gli sprovveduti; le garantisco che di sprovveduti, per questo argomento non ce ne sono, e che le sue dichiarazioni pubbliche saranno utilizzate contro di lei nel momento in cui arriveranno rifiuti da altri posti ... "abuso di potere", "falso ideologico", "utilizzo improprio di denaro pubblico", ... guardi quello che ho dimenticato lo aggiungeremo dopo. Le dichiarazioni false sono penalmente perseguibili, soprattutto quando persone come Villani, Bernazzoli, ecc. hanno un conflitto di interessi da far arrossire Berlusconi. Saluti.

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    18 Giugno @ 15.41

    Ma con i referendum non si evince che i servizi comunali devono essere gestiti dal pubblico e non possono essere dati a privati in cerca di profitti ?

    Rispondi

  • Gabriele

    18 Giugno @ 15.12

    Castellani dicci la verità! Il forno andrà a 130.000 tonnellate sempre e comunque. Non è possibile farlo lavorare a regime ridotto e allo stesso tempo alimentare il teleriscaldamento. Iren farà triplo guadagno sulla salute dei parmigiani: tassa rifiuti, teleriscaldamento e certificati verdi! ..... e Castellani glie lo permette. Mamma mia come si è ridotto il centro-sinistra!

    Rispondi

  • cat gnisà n'...

    18 Giugno @ 14.09

    Penso ormai l'inceneritore sia ad uno stadio troppo avanzato per essere fermato io penso che con un occhio al futuro si sarebbe potuto studiare (anzi i metodi già esistono) un sistema di smaltimento migliore ... invece ho paura si sia guardato al portafogli e basta...Ora dobbiamo solo vigilare con migliaia di analisi aria suolo acqua carni ecc ecc una volta messo in moto...primo valore fuori norma si ferma tutto e si metton dentro i responsabili

    Rispondi

  • NONNO VIGILE

    18 Giugno @ 11.40

    speramo che sia tutto vero

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

MILANO

Fischi e insulti per Donnarumma a San Siro

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS