12°

22°

Parma

La senatrice Soliani sostiene i ragazzi di Art Lab: "Chiederò un incontro al rettore"

La senatrice Soliani sostiene i ragazzi di Art Lab: "Chiederò un incontro al rettore"
Ricevi gratis le news
24

di Andrea Violi

La senatrice del Partito democratico Albertina Soliani chiederà un incontro al rettore dell'Università Gino Ferretti, per parlare dell'occupazione di borgo Tanzi 26. Dopo aver visitato gli spazi e ascoltato le ragioni degli studenti, la senatrice si è detta interessata alla sfida che si porta avanti in quelle stanze. Fra le idee dei ragazzi c'è la possibilità di un progetto di “autorecupero” dell'immobile, facendo leva sulle risorse umane dell'Università e sul sostegno della città.

Oggi pomeriggio la Soliani ha visitato gli spazi di «Art Lab», come sono state ribattezzate le stanze ripulite e sistemate. Da chi? Dagli studenti universitari e delle superiori che danno vita a questa iniziativa; ci hanno messo manodopera e circa 2mila euro di spese. Dal quartiere è venuto un aiuto: più che in denaro contante, in materiali di recupero.
La senatrice arriva in borgo Tanzi alle 16,30; Vincenzo Bruno, 28enne iscritto a Scienze Politiche, e Jacopo Bergamo, 23enne iscritto a Medicina, le fanno da ciceroni. Gli studenti spiegano di aver chiesto almeno tre volte un incontro diretto con Ferretti. Incontro che il rettore non ha concesso, anche se l'Ateneo è in contatto con Generazioni Precarie attraverso il responsabile dell'area edilizia, Lucio Mercadanti. «Proprio questa mattina la segreteria di Mercadanti ha chiamato... - rivelano gli studenti alla Soliani -. E' stata confermata l'impossibilità del rettore di incontrarci, anche se lo farà l'ingegner Mercadanti. Al rettore volevamo comunicare le nostre intenzioni rispetto allo stabile, ma finora i contatti sono avvenuti solo a mezzo stampa». I ragazzi hanno preparato anche una relazione tecnica su un possibile recupero del palazzo - l'ha realizzata un loro consulente  - e lo statuto dell'associazione. 

LAVORI IN CORSO NEL PENSATOIO DEI GIOVANI. L'occupazione è iniziata il 6 maggio, anche se in precedenza quello spazio era stato mostrato proprio dall'Università al gruppo (al momento una quarantina di persone) che poi si è trasformato in associazione di promozione sociale. Il nome: «Generazioni Precarie». La missione: eliminare, quanto più possibile, la seconda parola di questo nome.
«Chiederò un incontro al rettore e vi saprò dire - dice la Soliani ai giovani -. E' uno spazio molto bello. Possono fiorire prospettive nuove. Prendete contatti con altre associazioni giovanili; penso anche a Libera. Siete un caso unico a Parma: sarebbe interessante capire i vostri progetti».
Le idee in effetti non mancano. «Tutto il lavoro che facciamo è per costituire un caso di eccellenza - spiegano Bruno e Bergamo -. Siamo coscienti che per il recupero dell'immobile non ci sono soldi. Poniamo la questione dell'autorecupero, mettendo insieme le capacità della cittadinanza, del corpo vivo della città. Abbiamo collegamenti con la facoltà di Architettura». Generazioni Precarie propone di progettare il recupero del palazzo di borgo Tanzi attraverso la collaborazione fra docenti e studenti, anche con tirocini interfacoltà. Propongono progetti concreti, insomma, e una metolodogia che potrebbe essere applicata ad altri stabili universitari inutilizzati: «Ce ne sono almeno 5 fra l'Oltretorrente e Barriera Repubblica», dicono Bruno e Bergamo. 
La senatrice Soliani (raggiunta poi dall'onorevole Carmen Motta) ha elogiato lo spirito creativo dei ragazzi, che con impegno e l'aiuto del quartiere hanno sistemato diverse stanze di questo antico palazzo. «Le vostre energie sono un grande valore per la città - dice la Soliani -. A volte ci sono muri culturali da superare... E' persino più facile pulire uno stabile come questo che aprire un contatto... Vi incoraggio molto: parlerò con il rettore».

LO SPAZIO AUTOGESTITO STA CRESCENDO. Cosa si fa nelle stanze che erano polverose e piene di roba accatastata? Una è diventata sala studio. In un'altra, è in corso la mostra fotografica di Serena Bitetti (che ha presentato anche il suo libro “Arte povera”), Noemi e Sandra Martorano e Dimitri Corradini. La mostra è intitolata «Lo straniero»; le foto sono attaccate a pannelli colorati, rigorosamente di recupero.
In più, dalla settimana scorsa ogni martedì sera c'è un laboratorio artistico aperto a tutti; basta portarsi il materiale. Si pensa anche a un dibattito, il mese prossimo. 

COME SI VIVE NELLE STANZE OCCUPATE. Il palazzo è alto tre piani, ci sono diversi appartamenti, dove in passato abitavano dipendenti dell'Università: si vedono ancora i nomi scritti a macchina sulle targhette sotto ai contatori dell'Enel (che sono fermi). L'unico residente è Luciano Tronchi. Per ora gli studenti si fanno aiutare da lui per l'elettricità, in cambio di un rimborso spese. Ma l'associazione Generazioni Precarie ha intenzione di chiedere l'allaccio di utenze autonome.

Si tratta di un'occupazione ma l'Università in qualche modo dialoga, non ha reagito con le maniere forti. Il rettore è inarrivabile e di questo i ragazzi sono delusi. Nelle scorse settimane si era aperto un dialogo (con il cda), poi interrotto. Ma sembra che sia destinato a riprendere nei prossimi giorni. 

Entrando dal portone di borgo Tanzi, un corridoio porta a uno dei cortili interni del palazzo: sui lati, i giovani hanno messo cartelli che richiamano opere letterarie. Nelle stanze è rimasto un vecchio pianoforte - dove si svolge la mostra fotografica - e c'è una sorta di mostra parallela, con le foto che documentano in quale stato versassero quegli spazi prima dell'arrivo degli studenti. In diversi angoli ci sono armadietti con libri, riposti ordinatamente. E non può mancare un computer...
Il rapporto con il vicino di casa è buono, dicono i ragazzi. Ancor di più lo è quello con la gente. «Una persona che abita nel quartiere mi ha detto che “dovevo” venire a vedere ciò che i ragazzi stanno facendo qui», rivela la senatrice Soliani. Diversi abitanti danno una mano agli studenti autogestiti, con aiuti materiali. L'Oltretorrente ha accolto questa novità: «Qualche domenica fa abbiamo fatto una grigliata nel nostro cortile!», spiegano Vincenzo Bruno e Jacopo Bergamo.

Ma qui ci vivono, i ragazzi? Qualcuno ci dorme con il sacco a pelo ma più che altro, dicono, a turni c'è sempre qualcuno che «presidia». Bisogna pur sempre rispettare i turni di lavoro (per chi li ha) e preparare gli esami, che incombono...

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    22 Giugno @ 01.19

    è più bella che intelligente: battuta che non si addice solo alla bindi

    Rispondi

  • Aldo B.

    21 Giugno @ 23.45

    28 anni ancora iscritto all'Università...a scienze politiche... e questi si lamentano che non si trova lavoro... ...e c'è anche chi gli da ragione !! ...alla sua età io avevo già 13 anni di contributi.

    Rispondi

  • Vito

    21 Giugno @ 22.04

    @ Harris ........ magari figli di industriali e manager mantenuti a cazzeggiare eternamente. Harris, mi sa che hai colto nel segno!

    Rispondi

  • babe

    21 Giugno @ 21.42

    Il 28enne iscritto a scienze politiche che ci fa ancora lì? Che dice la sua mamma delle sue prodezze? Non credo sia felice. Chissà gli altri.......ma a chi vogliono darla a bere....sono storie trite e ritrite di fancazzisti che si nascondo dietro l'ideologia politica e la lotta sociale. E' vecchia la favola. Non ci crede più nessuno.

    Rispondi

  • hugo

    21 Giugno @ 20.20

    La mamma pare seria e ponderata, quindi si rilegga quello che scrive e ci ripensi: queste mosse son i passi per tempi duri... !...se tutti fanno a quel modo ...tempo al tempo (manco troppo) è guerra civile! Bastan già tante cose serie, come dice, a metter ogni momento a rischio che saper che l' Italia vive il più lungo periodo della storia non in guerra dei paesi "evoluti", solo per statistica mette i brividi!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

«Anziana scippata, evento traumatico»

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

VIAGGI NELLA FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

FIDENZA

Muore a 51 anni 11 giorni dopo l'incidente in bici

SORBOLO

«Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»