10°

22°

Parma

Un parmigiano sul ponte della "Cavour"

Un parmigiano sul ponte della "Cavour"
Ricevi gratis le news
0

di Margherita Portelli

Il mare non lo sognava, da bambino. A bordo della portaerei Cavour - fiore all’occhiello della Marina Militare Italiana - ci è finito un po' per caso. Incarico: capo reparto operazioni, collaboratore diretto del comandante dell’unità navale. Claudio Brega, 35enne parmigiano, tenente di vascello, della vita da marinaio si è innamorato strada facendo. Ha cominciato con un concorso statale dopo il diploma, «giusto per  i genitori» e, da lì, il ragazzo che da grande voleva fare l’ingegnere, ha iniziato il percorso che, lo scorso settembre, lo ha portato a ricoprire un ruolo di grande rilevanza a bordo dell’imbarcazione che nel gennaio 2009 era salpata alla volta di Haiti, all’indomani del terremoto, per la sua prima missione umanitaria. Dopo l’Accademia Navale di Livorno, la laurea breve in Ingegneria delle telecomunicazioni, la laurea in Scienze marittime e navali a Pisa e la Scuola di comando navale, nel 2007, a 31 anni, Brega ha iniziato la sua avventura di comandante a bordo del pattugliatore Spica. Poi, per due anni, è stato comandante alla classe in Accademia Navale. «Il Comando ha rappresentato senza dubbio l’esperienza più pregnante della mia carriera, in particolare per il forte significato umano   del rapporto straordinario che si instaura tra il comandante ed il suo equipaggio - spiega Brega -. Nello spirito dei "marinai" è inoltre ben solido il senso di solidarietà così come l’inclinazione di profondere il massimo impegno per la salvaguardia della vita umana in mare». Ma come si finisce da Parma alla Marina Militare? «Assolutamente per caso - continua -. Al termine del liceo mio padre mi consigliò, per prendere contatto con le difficoltà  del mondo del lavoro, di provare l’esperienza. Nel 1993 sono stato convocato per sostenere il concorso della durata di un mese. L’architettura e l’ambiente dell’accademia mi hanno trasportato quasi per magia in una dimensione capace di colpirmi nel profondo, in particolare per quanto è permeata di tradizioni e valori». Quando Brega si è imbarcato, la portaerei Cavour rientrava dalla missione umanitaria di Haiti, operazione White Crane, e a bordo si respirava aria di profonda soddisfazione per il lavoro svolto e i riconoscimenti ricevuti: «Purtroppo non ho vissuto direttamente la missione umanitaria, ma posso dire che da quando è stato deciso l’avvio della missione e la partenza, la portaerei in soli tre giorni aveva completato i rifornimenti dei materiali di supporto necessari per la missione e aveva potuto prendere il mare. Grazie alla velocità, una volta e mezza quella dei comuni mercantili, ha potuto coprire in soli dodici giorni distanze che con altri mezzi avrebbero richiesto più di  22 giorni». Il comandante Brega ha passato buona parte del tempo a Taranto: «Qui, con la cooperazione del Centro di programmazione della Marina Militare, ente specializzato nella programmazione e sviluppo dei software operativi a bordo delle unità navali, abbiamo iniziato una densa attività di prove in mare durante le quali si sono testate tutte le funzionalità del sistema di combattimento. Tra una prova e l’altra si è incastrata anche una sessione di carrier qualification,  ovvero l’attività per addestrare i team di volo ad operare con aeromobili e lanci missilistici per la qualificazione del sistema di bordo. Nello sviluppo dei programmi il mio compito è stato pianificare, coordinare e condurre le attività in simbiosi con i colleghi del reparto tecnico». Del suo lavoro, il «marinaio parmigiano», dice di amare la trama spessa di tradizioni e valori che costituiscono il «lato romantico del mestiere»: «Da quei sentimenti e da quell'approccio professionale deriva la peculiarità delle forti relazioni umane, il legante straordinario degli equipaggi è unico per la loro tipologia di attività, per la natura dell’addestramento quotidiano e delle potenzialità di impiego, nonché per la caratteristica tutta marinara di condividere un ambiente complesso come il mare, per 24 ore al giorno e per lunghi periodi, negli spazi ristretti di una nave "grigia"». Parma di certo gli manca, ma il mare - forse - riesce a regalargli qualcosa in più: deve esserci un nodo di quelli seri che lo lega alla tavola blu. «Ci sono tre tipi di uomini - diceva Platone -: i vivi, i morti e quelli che vanno per mare».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze in passerella a Pilastro

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Il paese fa festa, i ladri anche

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

3commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Calcio

Parma, cambia il modulo?

Contro l'Entella il tecnico D'Aversa potrebbe apportare qualche modifica al disegno tattico dei crociati

1commento

Smog

Stop ai diesel euro 4 fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

25commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

novellara

Si fingeva "sexy girl" su Facebook per raggirare gli uomini: denunciato

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

SPORT

Moto

Rossi: "Qui non sai mai come andrà domani"

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

SOCIETA'

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto