11°

Parma

Due sconfitte

Due sconfitte
Ricevi gratis le news
13

E' finita con due sconfitte.

E la più grave non è certamente la serie B, bensì quel giovane poliziotto che ora  è in un letto d'ospedale con gravi ferite alla milza. Uno dei sei feriti di una domenica che avevamo auspicato fosse solo e comunque di festa.

A Parma si è chiuso un anno bruttissimo. E anche qui non parliamo di serie B, ma di un calcio che non sembra più in grado di sfuggire a chi vuole farne un pretesto di violenza: pugni, calci, a volte anche peggio. Neppure due tragedie, pur tutte da chiarire nella loro dinamica e nelle responsabilità delle singole persone, sono bastate a unire tutti almeno su una cosa: la necessità di combattere la violenza, da chiunque venga.

Anche il pasticcio (romano, non parmigiano) della gestione della trasferta parallela di Roma e Inter ha portato confusione e tensione. Se a Parma da domani si dovrà lavorare per riconquistare sul campo la serie A, per tutti (politici, forze dell'ordine, tifosi, mondo del calcio, e naturalmente anche per noi giornalisti) si dovrà pensare a come fare in modo che le domeniche (e i sabati, che il prossimo anno in B toccheranno alla nostra città) siano occasioni di gioia e non di guerriglia.

Dite la vostra sulla giornata di oggi e sulle inziative possibili per combattere la violenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mary

    19 Maggio @ 09.51

    Non penso che impedire le straferte sia il modo giusto, per frenare la violenza davanti agli stadi tanto vediamo che non serve perchè arrivato comunque i tifosi con mezzi propri. Bisognerebbe soltanto che i VERI TIFOSI isolassero i facironosi e non li appoggiassero ad inneggiare contro le forze dell'ordine. Dovremmo avere più senso civico tutti.

    Rispondi

  • Ennio

    19 Maggio @ 09.26

    Una domenica triste sotto tantissimi punti di vista... l'ordine pubblico... (si sapeva da tempo che ci sarebbero stati scontri e disordini)... quanti polizziotti e carabinieri ci sarebbero voluti per evitare ciò che è successo? non sarebbe stato meglio lasciar entrare i tifosi dell'Inter allo stadio? Occorre riflettere ancora una volta sulla problematica "calcio" perchè è un problema serio, delicato e come è già accaduto, spesso ha avuto risvolti drammatici... Occorre fermezza... se i tanti addetti al settore si giustificano sempre dicendo che questi non sono tifosi ma teppisti allora bisogna agire di conseguenza... Leggi certe e pene ancora più certe... Se in Inghilterra sono riusciti ad estirpare dal loro calcio il fenome "holighans" non vedo perchè "noi" italiani non possiamo "cacciar" via dagli stadi queste "persone"... Per ultimo: meno male che tante famiglie "sagge" non hanno aderito all'invito di far occupare, gratuitamente, il settore della curva sud (quello riservato agli ospiti) ai propri figli... Spero che la squadra della nostra città torni presto in serie "A" perchè la serie cadetta è dura sotto tutti i punti di vista...

    Rispondi

  • Lory

    19 Maggio @ 09.25

    Le forze dell’ordine, essendo la trasferta proibita, invece che accogliere i tifosi dell’Inter al casello dell’autostrada e portarli con gli autobus fin sotto il Tardini, dovevano rispedirli a casa. Chi c’era ieri davanti allo stadio sa cosa è successo, siamo stati trattati da ospiti in casa nostra, come succede ogni volta che si presentano “certe” tifoserie. Complimenti al Questore ed al Prefetto! Ora chi li paga i danni fatti alla nostra città? A chi dobbiamo presentare il conto? E’ una VERGOGNA!!

    Rispondi

  • un parmigiano

    19 Maggio @ 09.23

    E questa la chiamano sicurezza....e pensare che proprio per la "domenica della speranza" la maggior parte dei parmigiani avrebbe, ripeto avrebbe voluto dimostrare a tutta l'italia calcistica e non, che cosa vuol dire la "parmigianità", era in programma una domenica di festa nonostante il risultato fosse stato a nostro sfavore. per iniziare era in programma un ritrovo da parte non solo della tifoseria, ma di tutti i parmigiani, un ultimo caloro "abbraccio" alle 13 davanti all'ingresso del "glorioso tardini", ma purtroppo un orda di barbari, liberi di scorazzare nella nostra casa, magicamnete liberi nonostante un divieto alquanto discutibile di entrare allo stadio. Ma visto che le leggi italiane, come i suoi plitici sono fatti a modo loro, entità non certe, e visti i fatti, mancanti di concretezza, gli "amici interisti" sono arrivati a PARMA per fare il bello e il cattivo tempo. Mi chiedo se il prefetto e il questore si rendano conto dei danni provocati alla nostra amata città, e spero si facciano un grosso esame di coscienza a riguardo delle loro capacità di poter mantenere l'ordine in occasioni come una partita di calcio. io so solo che quella che doveva essere una "festa comunque fosse andata", si è trasformata in una invasione violenta e irrispettosa da parte di gente incivile. Mi chiedo chi pagherà i danni all'asilo,al bar, alle macchine, agli autobus, al manto erboso del tardinie alle persone. Per non parlare del fine partita, mi chiedo se io fossi entrato in campo a milano alla fine della partita, quante botte e anni di diffida mi sarei preso, Comunque penso che non l'avrei mai fatto per rispetto sia della tifoseria di casa, sia delle norme cosidette "speciali", ma sono fatte solo per alcuni, perchè a napoli, milano, roma per fare alcuni esempi le tifoserie fanno sempre ciò che vogliono....ma così è l'italia....ormai ci siamo "abituati"?... no, basta bisogna cambiare!!! orgoglioso di essere parmigiano e di averci creduto fino alla fine.

    Rispondi

  • pier

    19 Maggio @ 09.17

    CHE VERGOGNA PER LA CITTA' CIVILE DI PARMA, COMPLIMENTI PER LE DECISONI DEI RESPONSABILI DELL'ORDINE PUBBLICO DI FARE ARRIVARE I TIFOSI AVVERSARI, SENZA POTERE ENTRARE, FINO AL PETITOT A 20 METRI DAI PARMIGIANI IN FILA ACCALCATI DAVANTI A UNA PORTICINA DI 1 METRO FERMATI DAGLI STEWARD PER UN CONTROLLO ASSURDO CHE NON AVVENIVA NEANCHE !!.ROBA DA MATTI, SE GLI INTERISTI SFONDAVANO POVERI NOI E I NOSTRI BAMBINI IN FILA CON RISCHIO DI ESSERE SCHIACCIATI. BEN VENGA LA B COSI' STIAMO LONTANO DA QUESTI INCOMPETENTI

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS