Parma

Quelle opere progettate e rimaste sulla carta

Quelle opere progettate e rimaste sulla carta
Ricevi gratis le news
19

C'è un antico adagio  popolare che recita «Ogni promessa è debito».  Una «pillola» di saggezza che però è decisamente lontana da quanto avvenuto negli ultimi anni nella gestione del comune di Parma. Dove molte promesse non si sono realizzate,   ma si sono invece concretizzati i  debiti per le casse comunali. Un dato è certo: l'elenco delle opere pubbliche annunciate, con tanto di presentazione di progetti e incaute scadenze temporali che sono poi finite nel cassetto è davvero molto lungo.
E per questo abbiamo voluto effettuare una ricerca nell'archivio della «Gazzetta» per  andare alla «riscoperta» di tutte quelle opere pubbliche annunciate dal Comune negli ultimi anni che sono rimaste  sulla carta  e di cui l'avvio dei lavori, nella migliore delle ipotesi, è ancora molto lontano nel tempo.    Va infine  sottolineato che tutti quelli che elenchiamo sono solo gli interventi per i quali esistono atti ufficiali relativi alla progettazione oppure all'indizione di gare di appalto o concorsi di idee.

La rinuncia alla metropolitana
La «madre» di tutte le opere non realizzate è sicuramente la metropolitana. Un progetto sul quale il sindaco Pietro Vignali  aveva puntato molto nel corso della campagna elettorale del 2007.   Il 9 luglio del 2008 (quindi un anno dopo l'insediamento della Giunta) l'appalto, del valore di 300 milioni di euro, era stato aggiudicato dal Comune alla «cordata» Pizzarotti-CoopSette il 9 luglio del 2008.  A quel punto inizia l'iter per arrivare all'approvazione del progetto definitivo dell'opera da parte del Cipe. Nella primavera del 2009 la conferenza dei servizi conclude l'iter per l'approvazione e la parola passa al Cipe che però non arriverà mai al «sì» definitivo perché il Comune chiede al Governo lo stanziamento di altri 37 milioni oltre ai 176 già garantiti nel 2005. Ma nel marzo del 2010 il Cipe prende atto della rinuncia del comune di Parma all'opera e ritira anche il precedente finanziamento. Nell'accordo è prevista l'erogazione al comune di Parma di circa 70 milioni di euro per  opere pubbliche che però a oggi non è ancora avvenuta.

(Due pagine oggi sulla Gazzetta di Parma in edicola a cura di Gian Luca Zurlini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gilberto

    13 Agosto @ 09.21

    Per Corcagnano, la Piazza ed il Centro Sportivo li possiamo anche aspettare, ma la tangenziale che doveva essere fatta e per la quale erano stati stanziati i fondi, che fine ha fatto? Ne va della vita e sicurezza dei nostri figli!

    Rispondi

  • lupo

    12 Agosto @ 15.48

    leggo sulla versione cartacea la dichiarazione di aiello secondo cui cariparma e università starebbero cercando un accordo per sistemare la facoltà di architettura nell'ospedale vecchio. traslocare l'archivio di stato e l'aquila longhi per far posto a una facoltà che ha già una sede in costruzione al campus mi sembra una genialata degna di questa lungimirante amministrazione. un complimento lo mando anche al sopraffino architetto che ha proposto questo progetto: finalmente potrà trottare dal suo studio privato a quello del dipartimento in pochissimi minuti e potrà porre km di distanza fra nobili architetti e vili ingegneri.

    Rispondi

  • francesco

    12 Agosto @ 14.49

    Parma non la vogliamo grande e piena di opere galattiche, così spariscono le nostre origini, siamo già pieni di immigrati.andate in cittadella, da piccoli si giocava con i compagni a pallone e basket ora sono comunità di filippini e sudamericani.ci stanno portando via la città altro che metropolitana i problemi sono altri.

    Rispondi

  • franco

    12 Agosto @ 13.05

    Già fanno veramente schifo ( e il termine è fortemente riduttivo ) , quelle che hanno realizzato comune e provincia , figuriamoci se fossero andati a compimento le altre ...... FALCO.

    Rispondi

  • stefano

    12 Agosto @ 12.40

    Se non erro, mi risulta per di più, di una certa penale da pagare al Sig. Pizzarotti e Coop7 per il mancato rispetto di un appalto già assegnato, e sempre se non ricordo male non era cifra da poco. Comunque a Parma la gestione della mia cittadina è discutibile….. si ho scritto cittadina perché non siamo una metropoli, qualcuno facendosi prendere da manie di grandezza ha pensato di gestire le entrate di Milano ma cosi non è. Non possiamo premetterci il lusso di pagare una metropolitana e tanto meno una penale di milioni a fondo perduto, per un progetto imposto quasi ad imperio, dagli stessi personaggi che dopo anni di impegno al processo di persuasione pubblica, osannandone le virtù, si svegliano proprio in tempo per accorgersi che i conti non tornano.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno, tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza"

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

1commento

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS