11°

Parma

Scuola per l'Europa, genitori sul piede di guerra

Scuola per l'Europa, genitori sul piede di guerra
Ricevi gratis le news
4

di Enrico Gotti

«Tutti gli studenti della scuola per l’Europa non vivono bene il cambiamento, da un giorno all’altro, di tutti i loro insegnanti» dice Annamaria Bandini, madre di una alunna cresciuta nelle aule «europee» di via Saffi. Sua figlia è entrata nella scuola primaria e l’anno prossimo sosterrà l’esame per il baccalaureato. Come lei, altri genitori di studenti italiani, che dividono i banchi con i figli dei dipendenti Efsa, sono preoccupati per «la perdita di professori che erano colonne della scuola».
In questi giorni è attesa la decisione del Tar dell’Emilia-Romagna sul ricorso dei docenti contro il concorso per i nuovi dipendenti della scuola. «Noi non siamo contenti di questa situazione e soprattutto non lo sono i ragazzi. – dice Annamaria Bandini – abbiamo avuto la fortuna di avere una scuola piena di fermento, viva, dove c’è un ambiente eccezionale. Abbiamo avuto un’equipe di insegnanti che ha messo il cuore per fare crescere questa scuola, che ha guadagnato la fiducia degli allievi. E adesso non uno, non due, ma l’intero corpo docenti viene cambiato. Anche il personale non docente ha dato tanto ai ragazzi e alla scuola e se ne deve andare. Da nessuna parte si azzera una ditta senza tutelare chi ci ha lavorato per sei anni con successo».
La scuola per l’Europa volta pagina: dopo il riconoscimento della personalità giuridica, si uniforma ai contratti (e stipendi) delle altre scuole europee. Il bando prevede paletti ben precisi per i futuri insegnanti: essere di ruolo, avere esperienza in una scuola europea e avere un’alta conoscenza della lingua. Molti insegnanti che hanno lavorato nella scuola per l’Europa di Parma non sono di ruolo e alcuni sono senza l’abilitazione all’insegnamento (che da alcuni anni è impossibile ottenere, dato che le uniche strade per averla erano i concorsi o le scuole Siss, ormai chiuse). «Non è per demerito loro se non sono di ruolo. Non possono essere esclusi dal concorso – protesta la madre della studentessa – I ragazzi non hanno fatto manifestazioni di protesta, ma hanno fatto di più: quelli dell’ultimo anno si sono presentati davanti alla preside, durante l’assemblea dei genitori e hanno chiesto spiegazioni su quella che per loro era un’assurdità: i loro docenti hanno costruito una scuola eccezionale. Tutti i controlli sulla qualità che hanno avuto da Bruxelles sono andati bene. Li hanno seguiti e cresciuti. Ma ora vengono “scaricati” tutti in un colpo. È una barbarie educativa».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • letizia

    18 Agosto @ 11.37

    Se la Scuola per l\'Europo di Parma è gestita e riceve finanziamenti dal Ministero della Pubblica Istiuzione è giusto che assuma gli insegnanti con le procedure previste (o procedure che almeno siano simili...)per tutte le altre scuole statali e non con chiamagya diretta come se si trattasse di una scuola privata. Capisco l\'indignazione del personale che ha \"aperto\" la scuola, ma in TUTTE le scuole italiane il personale precario cambia quasi ogni anno la sede di servizio. Già porre come prerequisito nel bando il fatto di avere prestato servizio in scuole europee è molto limitante (infatti sono solo 11 i docenti che sono stati preselezionati) quindi sicuramente dovranno assumere attingendo dai docenti precari. NB per gli ata sorge un problema: NESSUN ATA di ruolo ha la possibilità di prestare servzio nelle scuole europee...quindi: COME SI POTRA\' MAI ESSERE PRESELEZIONATI? Aspetteranno che gli attuali dipendenti vengano immessi in ruolo?...Oppure il bando è stato fatto proprio per evitare il personale ata di ruolo? BHO....

    Rispondi

  • Armella

    15 Agosto @ 09.38

    Lo stipendio che prendevano è una barbarie... 117 mila euro all'anno! Io mi vergognerei a protestare. Probabilmente gli ex-docenti della scuola che sono stati selezionati per i colloqui di questi giorni verranno di nuovo assunti a causa di tutte queste polemiche. Non sarebbe anche questa un'ingiustizia nei confronti dei nuovi candidati?

    Rispondi

  • Rita

    11 Agosto @ 17.43

    E basta con questi continui piagnistei!! tante scuole cambiano docenti precari ogni anno, ma nessuno rompe le scatole come tutti voi!!! pensate all'educazione dei vostri figli, che all'istruzione ci penseranno docenti qualificati, poco importa se i vecchi i o i nuovi arrivati!

    Rispondi

    • Ornella

      11 Agosto @ 20.00

      Per Rita Che modo dozzinale e superficiale di giudicare il problema! Da parecchi anni si leggonolettere scritte al Direttore della Gazzetta con lacrime e piagnistei se solo cambia la maestra titolare o la supplente di una singola classe e loro a cui di colpo si azzera tutto l'intero corpo insegnante che oltretutto è ritenuto molto valido e non dovrebbero indignarsi e preoccuparsi? Il contrario sarebbe fuori da ogni logica.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

Meteo: le previsioni comune per comune

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

Sicilia

Perquisizioni nelle case dei fiancheggiatori di Messina Denaro: impegnati 200 agenti

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS