-2°

Parma

Festeggeremo Sant'Ilario domenica 15 gennaio?

Festeggeremo Sant'Ilario domenica 15 gennaio?
Ricevi gratis le news
28

La polemica è tutta incentrata su 25 aprile (festa della Liberazione) e 1° maggio (Festa del Lavoro). Ma tra le conseguenze della manovra finanziaria straordinaria, se sarà mantenuta in linea con i primi progetti, ci sarà anche quella dello slittamento delle feste patronali.

Come noto, la Legge finanziaria varata dal Consiglio dei ministri prevede infatti che una serie di ricorrenze vengano fatte slittare alla prima domenica successiva, in modo da ridurre le giornate festive. E nell'elenco è compresa anche la ricorrenza del Santo protettore delle singole città.

Nel caso di Parma, che come noto festeggia Sant'Ilario (giornata che prevede numerosi appuntamenti, con il culmine nella cerimonia del mattino in Municipio dove avviene la consegna di medaglie d'oro e attestati di civica benemerenza a parmigiani "meritevoli"), il 2012 prevede la festa patronale di venerdì (13 gennaio). In questo caso, dunque, se la legge sarà effettivamente in vigore la festa del Patrono dovrebbe slittare di due giorni, a domenica 15.

Intanto, a proposito dello spostamento di feste civili come 25 aprile e 1° maggio, a Reggio è nato un movimento per contrastare questo progetto: sono già partiti un blog, una raccolta di firme a livello nazionale e un sito web.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    20 Agosto @ 18.48

    @ Ippotommaso: provo a spiegarti il significato della frase "...in modo tale che, sulla base della piu' diffusa prassi europea, le stesse cadano il venerdi' precedente ovvero il lunedi' seguente la prima domenica immediatamente successiva ovvero coincidano con tale domenica." Questa norma stabilisce che il governo dovrà spostare le festività in modo da farle cadere O IL VENERDI' PRECEDENTE O IL LUNEDI' SEGUENTE la prima domenica immaediatamente successiva alla festività originariamente programmata. Quando la festività originariamente programmata cade di domenica, verrà anch'essa spostata O IL VENERDI' PRECEDENTE O IL LUNEDI' SEGUENTE la domenica in cui cade la festività. Come vi spiegavo prima NON E' PREVISTO CHE LE FESTIVITA' SIANO SPOSTATE ALLA DOMENICA!!!! Ok?

    Rispondi

  • enrico 49

    20 Agosto @ 07.06

    il s.llario?con tutto il rispetto per il Santo il comune ci risparmi la sceneggiata dei premi.voglio vedere chi verra' premiato.essendo in tema, io avrei un solo nome da proporre:don luciano scaccaglia(dimenticavo:ma moine e soci sono d'accordo?) e il sig sindaco (se' restera' vignali) ci risparmi il solito sermone,tanto sono sempre le solite frasi:aria fritta e rifritta.

    Rispondi

  • Ippotommaso

    20 Agosto @ 01.06

    A proposito di pressapochismo @Francesco (19/08/2011 alle 18:07), il citato comma 24, per la precisione, recita così: "le stesse cadano il venerdì precedente ovvero il lunedì seguente la prima domenica immediatamente successiva ovvero coincidano con tale domenica". Significa che le 3 festività 'laiche' e quella del patrono possono essere spostate od al venerdì od al lunedì od alla domenica. [---] Ho capito però una cosa, leggendo gli economisti che scrivono qui, per quadruplicare la produttività/il PIL/l'economia nazionale bastano 3+1 giorni di lavoro in più. Quest'anno il 25 aprile è caduto in coincidenza col lunedì di 'pasquetta' ed il 1° maggio è caduto di domenica: la produttività per il 2011 è quasi salva! Se solo quel 2 giugno non avesse voluto mettersi lì in mezzo come un giovedì saremmo al primo posto dell'economia mondiale.

    Rispondi

  • sabcarrera

    19 Agosto @ 19.02

    inviato da Francesco "Dunque Sant'Ilario 2012 verra festeggiato "regolarmente" il venerdì 13 gennaio." Tutti gli anni!!

    Rispondi

  • Carlo Cappelli

    19 Agosto @ 18.56

    @punk: guarda che io non sono entrato in merito a colpe o meriti di nessuno, non è questo il problema. Il concetto adesso è quello di fare in modo di rimetterci in carreggiata per dare un futuro ai nostri figli. Sicuramente abbiamo ideologie differenti ed è giusto così. Io voglio solo dire che se non permettiamo alle nostre aziende di essere competitive queste chiudono. Se a Parma dovessimo perdere aziende come Bormioli, Parmalat, JBT, Buongiorno-Vitaminic, Rossi & Catelli (e sono tutte aziende che negli ultimi 3 anni hanno rischiato di lasciare la nostra città per motivi diversi) si formerebbe un buco occupazionale abnorme, senza considerare tutto l'indotto (ed ho nominato solo 5 aziende). E' vero esistono società che vanno bene, ma la grande maggioranza delle aziende oggi è in difficoltà, non possiamo nel 2011 essere legati ancora alle idee sindacaliste degli anni 70/80 (dove avevano un senso). In Italia le festività nazionali sono 11 giorni, considerati i 250 giorni lavorativi annui sono quasi un 5%

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

13commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

7commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

vela

Gabart, poco più di un mese per fare il giro del mondo in solitario

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260