Parma

Il vescovo parla alla Gmg: "Cristo è la nostra radice"

Il vescovo parla alla Gmg: "Cristo è la nostra radice"
Ricevi gratis le news
0

Non possiamo sfuggire a domande profonde e radicali sulle nostre radici, sul nostro essere, sul fine del nostro esistere. Alla base di un certo disorientamento, di un’ansia dell’esistere o del frastuono ricercato da molti, troppi giovani, credo ci siano domande eluse o risposte insoddisfacenti. Essere giovani vuol dire lasciarsi interrogare: perché proprio me? Perché qui? Perché in questo tempo?».
Avere consapevolezza delle proprie radici per avere chiara la meta: un percorso indispensabile per non essere disorientati ed essere esposti a tutti i venti; percorso che monsignor Solmi ha proposto ai giovani nella seconda catechesi della Gmg, nella chiesa di San Juan  de la Cruz, a Madrid, di fronte a tantissimi ragazzi, fra cui oltre 400 parmigiani. Percorso che porta a ritroso nel tempo, per   rivivere l’esperienza di due mani che ci hanno accolto.  «Troviamo le nostre radici nell’amore e siamo accompagnati dall’amore. - afferma il vescovo - Conoscere che siamo stati cercati, amati, voluti, che non siamo soli e che siamo attesi significa che non viviamo tra due assurdi: la nascita o la morte». Esperienza di un amore che conosce anche la fragilità, il possibile tradimento e che ci obbliga a ricercarne le radici più profonde, che «sono in una persona che ci ha amati e accolti da sempre e che non viene meno», e che ha il volto di Gesù di Nazareth. Radici che rimandano, paradossalmente, all’epilogo che illumina tutta la vicenda di Gesù: la croce. «La croce non è un legno secco che non può germogliare, o dare frutti - spiega monsignor Solmi - al contrario, è l’albero della vita, che germoglia, è la radice di un mondo nuovo, nel quale noi siamo nati». Quasi in una sorta di contemplazione della croce, il vescovo si è poi fermato a meditare il costato trafitto, definendolo «una fessura che mi fa vedere chi è Dio, il suo amore per noi». Attraverso questa fessura, «conosco che è amore totale che dà se stesso e non trattiene per sé nulla. Mi sembra di vedere l’amore che germina tra un ragazzo e una ragazza e che prende forma in un sì definitivo; il sì di chi lascia casa, fratelli e sorelle, campi e lavoro per un sì pieno nel quale tutto donare in una scelta definitiva che poi restituirà tutto nel centuplo promesso».
Spiraglio dal quale si vede che l’amore di Dio è personale ed esclusivo ed insieme universale: «Questo amore è per me perché è per tutti, grandezza dell’amore che non si riduce se lo offri, ma che al contrario cresce, si affina». Fessura che mi fa conoscere «l'amore di Dio che resta fedele sempre, anche quando è rifiutato e si rinnova nei confronti di ogni persona fino al punto di essere donato come accoglienza e perdono sulla croce con chi era condannato con lui». Consapevole che «la fedeltà per Gesù di Nazareth non è stare fermi, in difesa, in modo noioso e statico, ma è ogni giorno ribadire il sì alla propria chiamata e alle esigenze che comporta».
La croce e il costato trafitto ci richiamano che «la nostra radice è nel dono. Facciamo l’esperienza di essere amati, attesi, di essere cercati e non dimenticati da Dio e quando vogliamo amare, sentiamo che rispondiamo all’amore e che lui ci previene e ci accompagna, senza perdere nulla di quanto noi siamo, al contrario dando forza e vigore a noi stessi, facendoci crescere come fa uno che ci vuol veramente bene».
«Essere radicati in Cristo - ha sottolineato il vescovo - è essere nati da un apparente tramonto, da una fine che alcuni attendevano ed essere sorpresi dalla risurrezione, come Maria di Magdala che, al mattino presto, quando ancora è buio, ha il coraggio di entrare nel cimitero per incontrare Gesù e qui incontra il vivente che cambia la storia del mondo e continua a dare vita e speranza. Proprio lei, senza nome, quasi relegata ad una denominazione geografica, perché non c'è bisogno di conoscere chi dà il corpo per denaro, Gesù la chiama: Maria!, offrendole il nome che nasce dall’alba della risurrezione. Anche noi abbiamo un nome nuovo che nasce dalla risurrezione, ci viene dato nel battesimo e lo pronuncia il Signore chiamandoci alla pienezza della vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS