12°

23°

Parma

Ghiaia: rimossi i resti del ponte romano

Ghiaia: rimossi i resti del ponte romano
Ricevi gratis le news
4

La riqualificazione di piazza Ghiaia e il rinvenimento di reperti nel piano -2 del nuovo parcheggio. Il Soprintendente per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, dopo aver acquisito attraverso la competente Direzione Generale romana  il parere del Comitato Tecnico Scientifico per i Beni Archeologici (supremo organo consultivo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che allo scopo ha effettuato un sopralluogo congiunto in cantiere il 18 luglio),  ha emesso l’autorizzazione di competenza per la rimozione dei resti  del ponte romano rinvenuto al piano interrato -2 del parcheggio di piazza Ghiaia.

Del ponte,  cronologicamente anteriore a quello rinvenuto negli anni Sessanta del secolo scorso (di cui si conservano due arcate in posto nel sottopasso di via Mazzini), erano stati individuati negli scavi condotti dal funzionario Manuela Catarsi i resti di un pilone, in conglomerato e paramento in mattoni, frammentati, rovesciati  e dislocati su un’areale di circa   200 metri quadrati a seguito di uno o più episodi alluvionali verificatisi con ogni probabilità intorno al 160 d.C.

La decisione  di procedere alla rimozione anche dei lacerti più consistenti, presa dopo attente valutazioni,  risulta necessaria per garantire la stabilità al parcheggio in costruzione ed agli edifici circostanti ed è finalizzata alla prosecuzione dello scavo archeologico, per meglio chiarire le vicende storiche e la tecnica strutturale del manufatto oltre che per la conoscenza del deposito e delle porzioni  eventualmente sottostanti.

L’ipotesi  - profilatasi al primo affioramento dei resti - di tagliare il conglomerato cementizio a grossi ciottoli e mattoni per rimontarlo altrove è risultata impraticabile non appena si è potuto valutare la massa dei blocchi portati alla luce, anche per l’impossibilità tecnica di evitare estesi sbriciolamenti della struttura nei ristretti spazi operativi disponibili.

E’ comunque  prevista la valorizzazione e fruizione pubblica di quanto emerso dagli scavi, sia con la traslazione dei pezzi che non presentano insormontabili problemi di trasloco e conservazione, sia con l’affiancamento a questi di calchi e ricostruzioni tridimensionali basate sul millimetrico rilievo e rimontaggio virtuale delle porzioni di muratura.

Infatti,  di concerto con l’amministrazione comunale, la Soprintendenza ha comunque in corso un progetto per l’esposizione di parti scelte, calchi e apparati multimediali, che potrebbero trovare una degna collocazione proprio nel sottopasso di via Mazzini, a lato dei resti conservati del ponte successivo, contribuendo a eliminare quella situazione di incuria e degrado in cui quest’ultimo versa attualmente e restituendo così a Parma un’adeguata e rinnovata consapevolezza sulle caratteristiche e l’evoluzione di questa infrastruttura fondamentale per la città e la viabilità antica lungo la via  Emilia nell’arco di diversi secoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • NICOLA

    24 Agosto @ 16.35

    bisogna tenere presente che ormai i lavori sono partiti e i soldi gia stanziati e in parte spesi.. cosa si doveva fare, fermare i lavori per anni, per mettere in luce dei reperti, di cui Parma è piena? al massimo si doveva "prevedere" che sotto la Ghiaia ci fossero reperti archeologici,.. ma ormai il nostro territorio è zeppo di ritrovamenti. Bisognerebbe pensare prima di scrivere.. già la Ghiaia è un progetto che impiegherà anni prima di essere concluso... cosa ci mettiamo anche il ritrovamento di pietre.. che magari non sono nemmeno influenti per la nostra storia, voglio dire... chissà quanti reperti simili sono gia nel nostro museo...? certa gente non la capisco.. poi magari ad urlare che i lavori vanno a rilento e si mangiano i nostri soldi...

    Rispondi

  • Franco Sarò

    22 Agosto @ 09.09

    C'è da 50 anni e passa un intero ponte romano che marcisce tra rifiuti e pongoni e i parmigiani se ne fregano salvo adesso scoprirsi tutti amanti della archeologia per poche macerie che già i romani avevano deciso di smaltire. Ancora complimenti !!!

    Rispondi

  • franco

    21 Agosto @ 11.37

    La bellezza di questo ritrovamento , sta per gli eventuali visitatori , NEL lasciarli dove da sempre si trovano !!!!!! Ma poichè la GHIAIA E^ un grosso BUSINNES , ecco che i " RESTI " vengono rimossi ! ORRENDA decisione !!!! FALCO.

    Rispondi

  • marco

    20 Agosto @ 23.39

    IN QUALSIASI PAESE CIVILE UNA SCOPERTA COSì SAREBBE STATA RESA FRUIBILE COME SITO ARCHEOLOGICO. A PARMA SI PORTA IL TUTTO IN DISCARICA X SALVARE 20 POSTI MACCHINA.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SIRIA

Raqqa è stata liberata Il video

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»