14°

Parma

Hospice: bilancio di un anno

Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

 


Ricorre il 1° ottobre 2008 il primo anniversario dell’apertura l’Hospice delle Piccole Figlie, unico Centro di cure palliative nella città di Parma. Luogo accogliente e riservato, con soli otto posti letto ha saputo farsi conoscere per la qualità e umanità dell’assistenza.

Il Centro protegge e accoglie il malato, soprattutto oncologico, e i suoi familiari. È gestito dalla Congregazione delle Piccole Figlie che nell’accoglienza dei sofferenti mantiene fede alla volontà del fondatore, il venerabile Agostino Chieppi (1830-1891), che voleva le sue figlie al servizio di chi soffre, in un continuo e progressivo cammino con i tempi. La struttura è convenzionata con l’Azienda Usl di Parma.

Nel simbolo dell’Hospice Piccole Figlie campeggia il “pallium”, il mantello della Vergine che dà sollievo al dolore globale che la persona sofferente, insieme ai suoi familiari, affronta al termine della vita. Un dolore fisico ma anche esistenziale: depressione, rabbia, angoscia, che possono affiorare quando le terapie finalizzate alla guarigione non sono più efficaci e nella solitudine si smarrisce il senso del vivere.

Nell’Hospice l’assistito e la sua famiglia possono trovare sollievo dalla condizione gravosa della malattia ed è possibile il recupero di condizioni stabili dei sintomi, che favoriscono il rientro al proprio domicilio.
Non si tratta di un luogo in cui trascorrere gli ultimi giorni di vita, ma nel quale riscoprire una qualità dell’esistenza sostenibile, grazie al supporto, assistenziale e spirituale, del personale infermieristico, medico e psicologico.

La giornata nel Centro si svolge nel rispetto delle abitudini e dei desideri della persona. Non ci sono restrizioni di orari di visita e tutti i locali sono fruibili liberamente da parenti e amici del paziente. L’Hospice ha infatti un accogliente soggiorno e una tisaneria con angolo lettura, oltre ad un locale attrezzato per proiezioni multimediali a scopo ricreativo, utilizzato anche per attività formative. Ogni camera è dotata di frigobar, telefono e televisione.

Il soggiorno e i servizi sono gratuiti, grazie alla convenzione con l’Azienda Usl.
L’Hospice accoglie pazienti in cure palliative per necessità di sollievo familiare, qualora la terapia prescritta non possa essere seguita a domicilio e in generale nei casi in cui non è garantita un’adeguata assistenza domiciliare.

La richiesta di ricovero perviene alla Coordinatrice infermieristica del Centro dal medico curante del paziente, oppure dal reparto ospedaliero presso il quale il malato è ricoverato. Il Nucleo di valutazione dell’Hospice esamina la documentazione e dopo un colloquio con i parenti inserisce il paziente nella lista d’attesa. L’ingresso avviene in base alla disponibilità dei posti letto.

Un ruolo fondamentale nella gestione dell’Hospice è rivestito dai volontari dell’Associazione Amici delle Piccole Figlie, che con la loro generosa umanità sono anello di congiunzione tra malato, familiari e personale sanitario.

Dal 1° ottobre 2007 ad oggi, è stata fornita assistenza a 105 pazienti (32 nel 2007).
I dati relativi al 1° semestre 2008, con 52 ricoveri, indicano un tasso di occupazione del posto letto di circa il 100%, segno di una buona efficienza organizzativa della struttura, che non lascia letti inutilizzati, ma anche di un bisogno capace facilmente di saturare la recettività degli 8 posti.
Le rilevazioni con questionari e strumenti adeguati del gradimento degli assistiti e dei loro familiari è molto buono, ma forse l’evidenza migliore del segno che questa assistenza lascia nella gente, anche se non suscettibile di misura, sta dentro la qualità dei rapporti sperimentata ogni giorno, e documentata nelle parole lasciate nel libro a disposizione di tutti.


“Da quando sono qui con voi e vedo come accompagnate le persone nell’ultimo tratto della loro esistenza non mi fa più paura la morte”.
(anonimo)

 “Ho imparato in questo luogo che la morte non è una vergogna da nascondere dietro un paravento, ma un momento sacro da poter condividere, con grande rispetto, insieme a tutte le persone speciali che sono qui.
Ho trovato un sorriso, un abbraccio, una parola, una premura, un passo silenzioso alle mie spalle, una preghiera, un caffè, un biscotto, una meravigliosa ragazza che fa la psicologa, che mi ha ascoltata e stimolata a parlare…”
(Fabrizia L.)

“In questo luogo di serenità, pace e amore, nonostante le sofferenze, ho trovato tutto quanto desideravo: persone meravigliose che con la loro professionalità, competenza e soprattutto umanità sanno alleviare ogni tipo di sofferenza, fisica e psichica, accompagnando dolcemente il malato nell’ultimo passaggio. Ho trovato in loro una famiglia che mi ha saputo prendere per mano ed accompagnare nella disperazione, fino a farmi raggiungere quell’accettazione serena che non è rassegnazione”.
(Mimma)


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

5commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova