10°

20°

Parma

Bus, tariffe agevolate per famiglie numerose e in difficoltà

Bus, tariffe agevolate per famiglie numerose e in difficoltà
Ricevi gratis le news
9

Il bus? È superconveniente. Grazie a un’iniziativa firmata da Provincia, Fondazione Cariparma, Smtp e Tep le famiglie numerose e le famiglie in difficoltà economica possono infatti ottenere rilevanti agevolazioni nelle tariffe del trasporto pubblico locale: abbonamenti a prezzi scontati che possono raggiungere anche diverse centinaia di euro per nucleo famigliare, con prezzi ridotti fino al 50% per abbonamento. Anche in questo modo l’ente di piazza della Pace continua a stare vicino alle famiglie del territorio, per le quali, tanto più in momenti di difficoltà come questo, la voce dei trasporti può incidere assai pesantemente sul bilancio domestico. Le agevolazioni riguardano gli abbonamenti annuali extraurbani o interurbani, ordinari o per studenti.
“È un’azione concreta per sostenere le famiglie, per le quali il trasporto pubblico è strumento fondamentale per la mobilità e per raggiungere scuola e lavoro. L’idea rimane quella di tutelare le fasce più deboli per garantire loro diritti fondamentali: confermiamo la scelta di aiutare le famiglie numerose, già da alcuni anni beneficiarie di queste agevolazioni, e da quest’anno, considerando anche gli effetti della crisi economica, abbiamo allargato gli sconti anche a quelle in difficoltà. Sono azioni concrete perché le famiglie possano tirare un sospiro di sollievo”, ha detto nella presentazione di oggi in piazza della Pace l’assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani, sottolineando che “queste per noi sono scelte fondamentali, sono priorità”.
L’idea era nata qualche anno fa dalla Rete provinciale per la famiglia costituita dalla Provincia, con l’obiettivo sia di dare una mano alle famiglie numerose sia d’incentivare il trasporto pubblico, ed è stata caratterizzata da un successo sempre crescente, con incrementi consistenti da un anno all’altro (nel solo biennio 2009-2010 sono stati erogati 1310 abbonamenti, per un totale di 862 famiglie). Da quest’anno si è deciso di estendere gli sconti anche alle famiglie in difficoltà economica, allargando così ulteriormente il raggio d’azione e implementando ancora le iniziative messe in campo dall’ente di piazza della Pace per il contenimento degli aumenti tariffari nel trasporto pubblico locale. Circa 200mila euro il finanziamento complessivo. La proposta è rivolta ai nuclei residenti nel territorio provinciale.

“È un progetto che si inserisce in un quadro di necessità di risposte immediate alla crisi”, ha commentato il presidente della Fondazione Cariparma Carlo Gabbi, confermando l’attenzione “alle famiglie, alle persone e a tutti coloro che si trovano in difficoltà” e lanciando un invito alle istituzioni: “L’invito a impegnarsi ulteriormente per far sì che questa crisi si trasformi in opportunità di cambiamento anche culturale e non rimanga chiusa su se stessa. Per costruire risposte “di struttura”, continuative, alle esigenze del territorio, e rimettere in moto  meccanismi che hanno contribuito a rendere la nostra una delle province più sviluppate d’Italia”.
Per il vice presidente Tep Alessandro Fadda, che ha sottolineato l’impegno della Provincia, “Questa iniziativa consente anche di rendere più conveniente l’uso del mezzo pubblico rispetto all’auto privata. Per questo noi ne siamo molto soddisfatti, e ci auguriamo che possa essere ripetuta anche l’anno prossimo”.
Queste riduzioni “mirate” vanno a sommarsi a quelle “generiche” già attivate per il 2011 dalla Provincia, grazie alla collaborazione di Tep, per un importo complessivo di circa 170.000 euro di sgravio all’utenza del servizio extraurbano. Interventi che ne rimodulano la tariffazione e che si rivolgono soprattutto agli utenti che scelgono l’abbonamento, con particolare attenzione agli abbonamenti annuali per studenti e per chi proviene dalle zone più lontane dal capoluogo. “Tutta l’operazione contiene notevolmente gli aumenti tariffari previsti dal patto regionale per la mobilità”, ha osservato l’assessore provinciale ai Trasporti Andrea Fellini, che ha aggiunto: “Mi sembra importante rimarcare che la Provincia sta intervenendo in un momento particolarmente difficile, per i rilevanti tagli dei trasferimenti dello Stato alle Regioni. Credo che questo sia un segnale molto preciso da parte nostra”. “Questa “politica” la Provincia la sta mettendo in campo in tutti i propri settori di intervento, coerentemente. Il primo esempio che mi viene in mente è la scelta di non aumentare l’Rc auto per i cittadini: è un segno di coerenza verso la popolazione”, ha spiegato l’assessore al Bilancio Roberto Zannoni. Alla conferenza stampa per Smtp ha partecipato la consigliera Mariangela Pacchiani.

Le agevolazioni: i dettagli
Sono previsti sconti significativi fin dal primo abbonamento effettuato dal nucleo per garantire un concreto supporto alle famiglie di almeno cinque componenti e a quelle in difficoltà (ISEE pari o inferiore a 12mila euro, da dimostrare all’atto della richiesta), per le quali il trasporto pubblico costituisce una spesa particolarmente onerosa. Per un valore Isee inferiore o uguale a 8.000 euro la riduzione dell’abbonamento sulla tariffa ordinaria sarà del 50%, per un Isee da 8001 a 12.000 euro del 30%.
Le agevolazioni riguardano gli abbonamenti annuali extraurbani o interurbani, ordinari o per studenti.
Al nucleo familiare vengono rilasciati tanti abbonamenti quanti sono i membri che ne fanno richiesta. I titoli di viaggio potranno avere percorsi differenziati tra loro, ma tutti hanno un unico numero identificativo riconducibile alla stessa famiglia, essendo questo codice un “denominatore comune di riferimento” sia per l’emissione e la gestione tecnica dell’abbonamento sia per forme di pagamento agevolate (es. RID bancario).
Gli sconti sono fruibili fin dal primo abbonamento acquistato e aumentano in proporzione al numero di componenti del nucleo che viaggiano in bus: per beneficiare degli sconti è però necessario richiedere tutti gli abbonamenti per la famiglia in un’unica soluzione.
Per richiedere gli abbonamenti a tariffa agevolata è sufficiente che il capo famiglia, o un famigliare maggiorenne, si rechi agli sportelli Tep di piazza Ghiaia o piazzale Barbieri. Per le famiglie numerose è necessario presentare lo stato di famiglia o un’autocertificazione che attesti il numero dei componenti il nucleo, per le altre serve un’attestazione ISEE valida.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • massimo

    23 Agosto @ 10.46

    se una persona è veramente alle strette pagare un abbonamento annuale (anche se al 50%) diventa lo stesso difficile (faccio l'esempio su me stesso); perchè non fare anche i mensili ridotti?

    Rispondi

  • gian luca

    23 Agosto @ 09.46

    Per Rico : ci sono anche famiglie parmigiane con isee sotto i 12000 euro , magari sono stimati professionisti e lavoratori autonomi con bassi redditi dichiarati ma con tenore di vita moto alto, chissà perchè.......

    Rispondi

    • Agente Mauri Domenico

      23 Agosto @ 21.47

      Noi non abbiamo nemmeno il tempo di andare in bagno, con autobus che fanno schifo e senza aria condizionata. E un mese si e l'altro pure esce una novità, accompagnata da pranzi, articoli eccedera. E no veniamo sciacciati sempre di più.

      Rispondi

  • Maurizio

    23 Agosto @ 08.44

    Una domanda... Visto che i dati Istat fotografano un paese sempre più vecchio, nel quale le famiglie composte da 3 figli in su sono rarità, questa agevolazione a chi andrà??

    Rispondi

  • Francesco

    23 Agosto @ 08.11

    @Rico: Non per essere razzista nemmeno io però prova a guardare quelle provenienti da Napoli in giù e mi sà che ne troverai tante...Come sempre noi Parmigiani paghiamo e gli altri godono di privilegi. Grande TEP, complimenti!

    Rispondi

  • parmigiana 72

    22 Agosto @ 20.43

    Bene, ma perche' non riducono anche l'abbonamento per disabili che dal 2010 e' aumentato da 74 a 132 euro!!!! E' una vergogna fare cassa con i piu' deboli!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spigaroli Murgia a Radio Parma

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Lealtrenotizie

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

5commenti

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

1commento

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

economia

Derivati del pomodoro, cambia l'etichetta: bisognerà indicare l'origine della materia prima

I ministri Martina e Calenda hanno firmato il decreto

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

GERMANIA

Uomo attacca con un coltello a Monaco: 4 feriti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

Moto

Rossi: "Spero in una gara asciutta"

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: