-2°

Parma

Inceneritore, il Comune conferma lo stop ai lavori

Inceneritore, il Comune conferma lo stop ai lavori
Ricevi gratis le news
10

Il Comune di Parma conferma lo stop ai lavori per il termovalorizzatore. "La nuova ordinanza firmata oggi va a sostituire quella del 1 luglio decaduta per decorrenza dei termini e rinnova la sospensione ai lavori del cantiere di Ugozzolo - si legge in una nota stampa dell'ente- : secondo il Comune, infatti, manca il titolo abilitativo edilizio e questo basta a lasciare intatti i dubbi e, quindi, confermare le decisioni prese a luglio".
Diverse novità si trovano invece nelle premesse, dove il Comune tira in ballo l’ordinanza del Tar, che ha respinto la sospensiva richiesta da Iren, riporta la normativa della Commissione europea con tanto di procedimento formale di infrazione e, infine, cita la Procura di Parma che ha aperto un nuovo fascicolo per verificare se non sussistano anche responsabilità penali oltre che amministrative.

Il parere della Regione – Il Comune ritiene insufficiente il parere reso dalla Regione Emilia Romagna il 1 luglio scorso, a presunta conferma della regolarità degli atti del termovalorizzatore: “Il parere reso dalla Dirigente della Regione Emilia Romagna – si legge nell’ordinanza – in realtà assume solo il carattere condizionale anziché quello dirimente richiesto e, soprattutto, non risolve la questione di fondo per la quale il rilascio del permesso di costruire non può intendersi come mero adempimento formale”.

La Commissione europea, la Procura e il Tar – Sono le tre motivazioni portate nelle premesse dell’ordinanza di sospensione. Circa la Procura ci si limita a rilevare che come si apprende dalla stampa “ha avviato un’indagine penale con apertura del relativo fascicolo di inchiesta”.
Più dettagliato invece il capitolo riguardante Commissione europea e Tar: “Il reclamo della Commissione europea del 1 ottobre 2010 investe esattamente la questione oggetto dell’ordinanza, nel senso che richiama l’esigenza che l’affidamento di opere e servizi pubblici debba legalmente avvenire sulla base dei principi della gara pubblica, della concorrenza e dell’imparzialità”.
Infine il Tar: “Il mancato rilascio del titolo abilitativo edilizio è stato confermato da Iren nel giudizio avanti al Tar laddove, nella memoria difensiva, dichiara espressamente che nel ‘nostro caso la decisione di Via non ha valore di permesso di costruire”. Inoltre, sempre nell’ordinanza, il Comune cita un passaggio del presidente del Tar in cui si afferma “che appare necessario conservare immutato lo stato dei luoghi”, motivo in più, secondo il Comune, per cui i lavori non vanno ripresi.

Il parere dei legali – Il Comune di Parma aveva oltre un mese fa affidato un incarico di consulenza legale a Mario Chiti, docente dell’Università di Firenze uno dei più titolati esperti di diritto comunitario, e ad Andrea Mora per gli aspetti civilstici. Proprio i due avvocati hanno posto le basi con cui si è poi costruita l’ordinanza firmata oggi dal Comune di Parma.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    23 Agosto @ 12.44

    Ma se non si fa l'inceneritore a parma dove andremo a smaltire i rifiuti della nostra città? Sarebbe bello che qualche buon giornalista scrivesse chiaro e tondo due cose sul capitolo inceneritore e smaltimento rifiuti a parma, prima cosa scrivere le responsabilità scrivendo chi ha chiesto la costruzione dell'inceneritore, chi è responsabile del mancato controllo sui permessi (il comune dice responsabilità della provincia ma allora perchè poi è lui a bloccare i lavori se a suo dire non può fare nulla? il bello è che chi dovrebbe scrivere non scrive e l'opinione pubblica crede a palesi falsità), non ci vuole molto, basta andarsi a leggere le normative, chi da l'autorizzazione integrata ambientale e su che basi, chi deve fare i controlli e chi chiede l'autorizzazione (andate sul sito della provincia sezione ambiente e troverete tutte le risposte). La seconda cosa da scrivere sarebbe finalmente dire dove vengono smaltiti attualmente i rifiuti di parma perchè da quando non vanno più a Brescia e Reggio Emilia il nostro caro sindaco ci ha raccontato due grosse balle dicendo che andavano a forli e in un'altra città ma fu subito smentito dai diretti interessati.

    Rispondi

  • franco

    23 Agosto @ 12.31

    Ricordatevi bene , tutti coloro che Hanno vinto questa BATTAGLIA , tutte le mamme , le famiglie , gli avvocati , i nonni , e i cittadini , e forse qualche politico onesto . Ricordateli bene perche^ per i bambini e PER TUTTI NOI , La salute non ha PREZZO !!!! Non si BARATTA . RICORDATEVI poi DI TUTTI COLORO CHE ERANO E SONO FAVOREVOLI ( nessuno escluso ) , guardatevi tutti i post precedenti , e le dichiarazioni rilasciate agli organi di informazione . SI è vinta una grande battaglia !!!! MA purtroppo non si sono ancora arresi . A loro MANDIAMO A DIRE , occhio , PERCHE^ noi NON CI ARRENDEREMO MAI !!!!! FALCO.

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    23 Agosto @ 11.18

    De Magistris blocca la costruzione dell'inceneritore a Napoli, le polveri prodotte sono tossiche. Quì facciamo la raccolta differenziata, l'inceneritore che rifiuti dovrebbe distruggere? State tranquilli, lo finiranno, ( per adesso non hanno oliato le rotelle giuste), ci sono troppi danari in ballo.

    Rispondi

  • Matteo

    23 Agosto @ 08.15

    alle prossime elezioni, ricordiamoci questa cifra: 186 milioni di € La cifra che IREN chiederà (ed otterrà) come risarcimento per la barzelletta del termovalorizzatore... e che saremo chiamati a ripianare con le nostre tasche. E poi non stupiamoci se nessuno vorrà più costruire a Parma.

    Rispondi

  • mike

    23 Agosto @ 08.06

    Fate l'inceneritore vicino al Parlamento e bruciate tutti i privilegi della casta!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande