14°

Parma

Ferrari, il sindaco-partigiano che dialogava con tutti

Ferrari, il sindaco-partigiano che dialogava con tutti
Ricevi gratis le news
1

 Andrea Del Bue

In fondo al corteo, lungo i viali della Villetta, ieri sventolano un paio di bandiere rosse. Perché Giacomo Ferrari era comunista. E non è mai venuto meno ai suoi valori di antifascista: barricadiero agli ordini di Guido Picelli nel ’22 contro le camicie nere di Italo Balbo e comandante partigiano col nome di «Arta» nella Resistenza. Poi prefetto, padre costituente, ministro dei Trasporti nel governo De Gasperi, senatore e sindaco di Parma, dal 1951 al 1963. 
Davanti a quelle bandiere, però, c’erano i rappresentanti delle istituzioni, indipendentemente dal colore politico, per commemorare il 37° anniversario della sua morte. Il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, accanto al vicesindaco Paolo Buzzi, le parlamentari del Pd Albertina Soliani e Carmen Motta, nonché il presidente di Parma Civica Claudio Bigliardi, insieme all'assessore Lorenzo Lasagna e al delegato Ferdinando Sandroni. Hanno reso onore a Ferrari anche il prefetto Luigi Viana, il colonnello dell’Esercito  Rosario Milazzo e il sindaco di Langhirano - dove Ferrari nacque nel 1887 - Stefano Bovis. E i rappresentanti delle associazioni partigiane. 
Non sono mancati nemmeno i familiari e gli amici, come Giuseppe Massari: «Quando era sindaco - ricorda -, durante un consiglio comunale si strinse in un abbraccio con il consigliere del Msi Raffaele Mancini. Ad entrambi era morto un figlio in guerra:  uno tra i partigiani e uno  tra i repubblichini». «Un uomo di una bontà eccezionale - sottolinea uno dei nipoti, Mario Rinaldi -. Non aveva nemici di nessun tipo. I fascisti, certo, ma anche in ognuno di loro, durante la Resistenza, riusciva a trovare la persona, l’uomo». 
E la commozione, da parte di chi prende la parola davanti alla cappella di famiglia, introdotto dal membro del cda di Ade, Bruno Mazzoni, è reale. «Questa occasione non è un mero rito annuale - dice Bernazzoli -, ma un appuntamento stimolante. Soprattutto oggi, tempo in cui si è chiusa una fase storica e se ne apre una nuova, tutta da scrivere, possibilmente sul lascito di grandi uomini come Ferrari e dei loro valori, in un mondo dove l’interesse individuale prevale su quello della collettività, facendo implodere la società». Valori che elenca Buzzi: «Libertà, pace, solidarietà umana, propugnati da un uomo di grande statura morale e politica, sempre aperto al dialogo con chi non la pensava come lui».
«La pietà - sottolinea Soliani - è per tutti i morti. La verità, però, come ci insegna la storia, è che non è la stessa cosa stare da una parte o dall’altra. E Giacomo Ferrari era dalla parte giusta». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giovanni

    25 Agosto @ 13.11

    è una vergogna che certe persone fossero presenti alla commemorazione del comandante ARTA, dovrebbero pensarci più volte prima di far vedere la loro faccia, gente che non sa cosa è stata la resistenza, e che ha approvato la lapide dei repubblichini, cosa ci faceva lì?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

5commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova