-4°

Parma

"Vaticano paga tu": a casa del parmigiano che ha ideato la pagina Facebook

"Vaticano paga tu": a casa del parmigiano che ha ideato la pagina Facebook
Ricevi gratis le news
66

Francesca Lombardi

Combattono i «privilegi del Vaticano» con caffè e conference call. Incollati al computer, indifferenti al tempo che scorre. Sul monitor sempre la stessa pagina : ogni volta che la aggiorni, i “fans” crescono di numero - in sei giorni sono diventati oltre 129mila - o scrivono al mondo il loro pensiero. Sono in sei, gli autori della pagina facebook «Vaticano pagaci tu la manovra finanziaria» (www.facebook.com/vaticanopagatu): due sono di Parma.

Agostino, 22 anni, da mercoledì, quando l'iniziativa ha preso vita, lavora da San Polo di Torrile. Gli altri lo chiamano «il nottambulo», perché lui il monitor, per la causa, non lo molla nemmeno quando fuori fa buio. Nel silenzio della Bassa agostana,  solo il ticchettìo della sua tastiera.  Nemmeno il rumore del condizionatore: non ce l'ha, e per combattere il caldo tiene la finestra aperta.
Alessandro, 44 enne, sta invece in città, quartiere Lubiana. E' lui l'ideatore della pagina, il coordinatore che dirige il social media show e che rilascia interviste a radio, giornali e tv («ma senza protagonismi -  sottolinea allo sfinimento- , perché l'importante è la causa e non i cognomi e le facce di chi la fa vivere»).
Risponde al citofono mentre è al telefono, apre la porta di casa fulmineo per  tornare immediatamente in postazione. E' in corso una conferenza via Skype, parlano in tre: Agostino, Alessandro e Giulia da Milano. Gli altri tre, Anna di Reggio Emilia, Giuseppe "dal Salento"  e Francesco di Roma, sono “in pausa”. Tutti e sei, spiegano, all'iniziativa stanno dedicando tutto il loro tempo libero, o le loro ferie. Giulia ha 23 anni e studia Giurisprudenza: vuole fare il magistrato. Legge ai compagni alcuni commenti che affollano la pagina. Ogni messaggio, spiega, viene vagliato. «Non è questione di censura: a noi interessa che l'attenzione sia focalizzata sul tema della manovra finanziaria. Per questo cancelliamo i post di chi parla d'altro e agiamo affinché il nostro messaggio sia conosciuto il più possibile per influire sulle prossime scelte politiche».

L'idea è quella di mettere luce sulle agevolazioni ed esenzioni d'Oltretevere. Argomento tabù, dicono gli “amici reali uniti dal virtuale”, «poco affrontato dai media tradizionali eppure molto sentito a livello sociale, e la nostra pagina lo dimostra ». «In una situazione di crisi economica, andrebbero rivisti anche i privilegi della Chiesa», dicono. Così, il movimento spontaneo partito da Parma, è finito sulle pagine dei quotidiani nazionali, spagnoli e inglesi, approdato sui telegiornali e trasmesso in radio. Ora i sei amici sognano un confronto televisivo e un grande evento di aggregazione.  «Stiamo pensando di organizzare un incontro a Roma in cui lanciare in aria tantissimi palloncini bianchi con l'immagine del Papa e dei dollari», dice Alessandro.

Sulla sua scrivania di vetro che è anche il tavolo da pranzo, sono appoggiati occhiali da vista «per la stanchezza», una tazza sporca di caffè. E un piatto di pasta al sugo: lo mangia frenetico, alle 18, senza capire se sta pranzando o cenando. «Ieri sono andato a letto alle 11 di mattina», sorride mentre controlla gli ultimi aggiornamenti e spiega che è in contatto con Mario Staderini, segretario dei Radicali italiani. «E' l'unico politico che finora ci ha dato una mano in questa battaglia nata e cresciuta in rete – spiega- , fornendoci materiale informativo e rispondendo in prima persona ad alcune critiche. Sono sicuro che diventerà il punto di riferimento di questi ragazzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    20 Novembre @ 15.23

    un marchio? "politicalmassoP2-3-4-clericalmafie" un paese strano e poco normale? e chi ha fame? le prediche e false promesse?

    Rispondi

  • rossana

    20 Novembre @ 15.19

    sarebbe suficente e basterebbe! tagliare immediatamente tutti i previlegi che lo stato elargisce in un anno? miliardi di euro ! usando un sistema di favoritismi incontrollato, una vergogna inamissibile quando ai cittadini vengono tagliati servizi di prima necessita'? basta oligarchi al potere, basta saccheggi alle casse dello stato per favoritismi? basta usare metodi di regime? serve piu' controllo e cancellare il concordato stato-chiesa ? il vaticano stato possidente piu' ricco al mondo? non ha bisogno di sovvenzioni? stato indipendente e autonomo? così sia amen!!

    Rispondi

  • cat gnisà n'...

    26 Agosto @ 15.50

    Ma è grazie a 2000 anni di condizionamenti morali se adesso non siamo ancora del tutto allo sfascio credo che la chiesa abbia commesso tanti errori e che l'ignoranza del "popolo" abbia fatto nei secoli la sua fortuna ma certi dettami che tutti o quasi rispettiamo inconsciamente fanno parte della nostra civiltà e ci permettono di coesistere....poi certo su alcune sfumature la chiesa non si adegua ai tempi che cambiano ma se avesse modificato i suoi dettami a seconda della direzione del vento non sarebbe durata fino ad oggi...ma questo non ha nulla a che vedere con le tasse

    Rispondi

  • Gianfranco

    26 Agosto @ 12.04

    Per Giuliana: quello che tu scrivi non fa altro che confermare la assoluta necessità che lo stato sia completamente laico e che non faccia alcuna concessione a nessuna religione, perchè quello che pretendono oggi i cattolici lo pretenderanno domani i musulmani, gli ebrei, gli induisti, gli scintoisti ... e per chi si appella alle tanto care radici cristiane, ricordo a tutti che la civiltà occidentale come la conosciamo noi è la storia del cristianesimo, ma la storia della liberazione dal cristianesimo, perchè senza il vento illuminista, anche l'occidente sarebbe ancora dominato dalle leggi religiose come i paesi islamici odierni. Insomma vorrei dire a tanti cattolici che se vivono in un mondo leggermente più democratico, lo fanno non grazie alla loro religione, ma nonostante la loro religione. Ribadisco: totale libertà religiosa, ma lo stato fuori

    Rispondi

  • caspao

    26 Agosto @ 11.33

    deliri estivi sarò colpa del caldo eccezionale. Non fatevi troppe illusioni se mettete su facebook che è meglio la dittatura della democrazia almeno 6000 persone vi daranno ragione.cioè circa lo 0,01 % della popolazione.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

FURTI

Ladro in fuga si lancia da una finestra al quarto piano: ferito e... arrestato Foto

Di chi sono tutti questi oggetti rubati?

Serie B

"Tutti a Cremona!": diario della trasferta dei tifosi crociati Foto Video

Uno dei pullman ha qualche problema al motore in autostrada ma riesce a raggiungere lo stadio di Cremona

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

2commenti

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

1commento

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

1commento

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

6commenti

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

FURTI

In "gita" per rubare giubbotti: fermati in due, uno è minorenne

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

1commento

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La strana democrazia delle parlamentarie

di Francesco Bandini

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Aggredito sul bus da un gruppo di adolescenti, ne accoltella uno

politica

Nessun accordo, è shutdown in Usa: bloccate le attività federali

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

società

Droga, prostituzione, sigarette: gli italiani spendono 19 miliardi annui in attività illegali

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"