12°

Parma

Via Rezzonico in tilt: il degrado abita qui

Via Rezzonico in tilt: il degrado abita qui
Ricevi gratis le news
3

di Monica Calamandrei

Un’odissea che dura da anni quella degli abitanti di via Rezzonico, costretti a vivere grossi disagi a causa dell’inarrestabile degrado di cui è vittima questa laterale chiusa di via Emilia Est. Le lamentele sono davvero tante: dal parcheggio selvaggio, anche davanti ai passi carrabili, che crea difficoltà di ingresso e sosta ai residenti, «anche perché - spiega Emilia, abitante della zona, - sono poche le abitazioni provviste di garage», alle condizioni disastrose dei marciapiedi (se così si possono chiamare), privi di cordolo e pieni di buche, invasi in tanti punti dalle radici delle piante che rendono pericoloso il passaggio non solo per i pedoni, ma anche per carrozzine e biciclette. «Per non parlare poi di quando piove - aggiunge Gemma, mostrando i segni di una brutta caduta avvenuta qualche settimana fa proprio su questi marciapiedi -. Fortunatamente non mi sono rotta niente ma le foglie che cadono dai rami, e che mai nessuno si degna di raccogliere, bagnandosi formano una poltiglia su cui è facile scivolare». Altri disagi sono causati dalla presenza di tantissimi tigli selvatici, disposti lungo i due lati della via, cresciuti a tal punto da raggiungere gli ultimi piani dei condomini: «Anche se ogni tanto queste piante vengono potate, molti di noi hanno i balconi invasi dai rami», lamenta qualche abitante. E in questa giungla naturale anche la luce scarseggia: «Ormai le piante sono così fitte che non lasciano più passare i raggi del sole e di notte i lampioni che abbiamo non bastano», dichiara Giovanni. Ma se la situazione è così critica perché, nonostante le numerose richieste dei residenti (più di 350 famiglie vivono in questa strada), il Comune non è ancora intervenuto? E come mai non si vede mai un vigile urbano? Il mistero è presto risolto: via Rezzonico è una strada privata. «A Parma esistono tante strade private - spiega l’assessore alla Viabilità Pietro Somenzi -. Alcune di queste sono ad uso pubblico e vengono mantenute dal Comune (ad esempio se fungono da collegamento tra due vie importanti o se ospitano qualche attività destinata al pubblico come un poliambulatorio), ma in tutte le altre (ed è questo il caso di via Rezzonico; ndr) sono i proprietari a doversi far carico anche delle opere di ordinaria manutenzione». La questione appare dunque molto complicata, ma non tutte le speranze sono perdute.

L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma in edicola oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    28 Settembre @ 18.19

    Certo il Comune ha ragione, se una srada è privata non solo non deve intervenire: non può

    Rispondi

  • Luca Ronzoni

    28 Settembre @ 15.35

    quando il consigliere Klotz abitava in questa via però il Comune di Parma c'era, anche se la strada era privata..... E quando è stata asfaltata, secoli fa ormai, era privata o pubblica???? Il Comune di Parma si fa compatire ancora una volta..... Vivissimi complimenti all'assessore Somenzi

    Rispondi

  • OSCO

    28 Settembre @ 10.57

    Il Comune ha ragione. Intervenire su una strada privata potrebbe comportare un accusa di danno erariale a carico del Dirigente o Amministratore che impiegherebbe risorse per la sua manutenzione. La soluzione secondo me è una sola: cedere la strada al Comune. Per i proprietari non cambierebbe nulla ed il Comune la inserirebbe legittimamente nella programmazione annuale.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I regali di Natale per lui

PGN

I regali di Natale per lui

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

2commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

carabinieri

Traffico rifiuti a Livorno, sei arresti. Intercettazioni choc: "I bambini? Che muoiano"

1commento

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260