-2°

Parma

Presidi «reggenti» sul piede di guerra: "Grandi difficoltà"

Ricevi gratis le news
0

 Enrico Gotti

«È come se il sindaco di Parma fosse sindaco anche di Fidenza. E non ci fosse più il vicesindaco». Così Guido Campanini, alla guida del liceo Romagnosi, spiega la situazione delle scuole senza preside.
 A Parma sono ventidue gli istituti in questa situazione, sono in aumento e, da quest’anno, devono rinunciare al vicepreside. La manovra finanziaria prevede che nelle scuole con meno di 55 classi, il professore collaboratore del dirigente scolastico debba tornare dietro la cattedra. «La situazione per noi è di grande difficoltà - dice Luigi Ughetti, preside a Neviano e Langhirano, alla guida dell’associazione Asapa, che riunisce i dirigenti scolastici - Non si può puntare alla qualità come si vorrebbe, con la direzione di due istituzioni scolastiche, nel contempo ci è venuto a mancare appoggio fondamentale come quello dei collaboratori. Nel caso delle reggenze erano indispensabili».
 Un preside che ha una reggenza in un altro istituto scolastico va, di norma, due volte alla settimana nella scuola in cui è reggente. «E avere un collaboratore fidato è una garanzia per il dirigente e per tutta l’utenza. - continua Ughetti - La situazione di presidi e vicepresidi non è uguale in tutta Italia. Al sud sono molto più numerosi. Da noi sono rimasti 33, di cui 21 con reggenze. - spiega il dirigente, sottolineando il fatto che i tagli colpiscono anche le provincie virtuose, che in passato hanno accorpato gli istituti - Come associazione delle scuole autonome di Parma e provincia abbiamo fatto presente i disagi e speriamo che qualcuno se ne faccia carico».
 La situazione dell’Ipsia Primo Levi è emblematica. Una scuola complessa e fondamentale, in cui manca il dirigente scolastico a tempo pieno e in cui il vicepreside, una «colonna» come l’insegnante Massimo Barezzi, non ha più il «semiesonero», cioè non ha più ore a disposizione in ufficio, ma deve tornare in classe a fare lezione. «A livello gestionale è un grande problema. - dice il preside reggente, Adriano Cappellini - Lo scorso anno il vicepreside faceva nove ore di lezione e nove ore in cui mi sostituiva quando non c'ero. Con metà ore ci riuscivamo. Adesso diventa difficile».
 A parte il liceo Paciolo-D’Annunzio, sono soprattutto gli istituti tecnici e professionali a rimanere «scoperti». «L'Ipsia è una scuola complessa, con belle potenzialità e con risorse negli insegnanti e nei ragazzi. È una grande scuola che può dare molto», dichiara Cappellini.
 Guido Campanini, preside del Romagnosi, è reggente dell’istituto comprensivo Verdi, con tre plessi a Carignano, Vigatto e Corcagnano, dove da quest’anno non ci sarà più il vicepreside: «Il governo della scuola diventa difficile. - afferma Campanini - La logica è che tutte le scuole con 1000 alunni dovrebbero avere un vicario a tempo pieno, invece si va in direzione contraria».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5