11°

22°

Parma

Pietro De Angelis e Arrigo Allegri: "Il Comune ha fatto il suo dovere"

Ricevi gratis le news
2

"Dopo il blocco amministrativo del Termovalorizzatore imposto dal Comune i cittadini di Parma stanno assistendo ad uno scontro politico accesissimo. Vorremmo ricostruire i fatti in modo chiaro e comprensibile per tutti". Così inizia un comunicato stampa firmato da Pietro De Angelis e Arrigo Allegri e diffuso dal Comitato Gestione Corretta Rifiuti.
"Il 18 luglio 2006 il Comune di Parma firma un accordo con ENIA allo scopo di trasformare la destinazione dell’area prescelta per il Termovalorizzatore (TVC) da agricola ad industriale. In questo documento fondamentale, all’art. 2 si legge:”Il Comune assume che le suddette opere ( il TVC, n.d.r.) rientrano,per motivazioni esposte ,tra quelle previste dall’art. 7 comma 1 lett.d) della L.R. 25/11/2002 n.31”. In questo art.7 sono esposti i quattro casi di esenzione dall’obbligo di richiedere il permesso di costruire, e la lettera d) dice: “per le opere pubbliche del Comune”. Quindi nel luglio 2006 il Comune di Parma considerava il TVC una propria opera pubblica,e come tale, esente dall’obbligo di conseguire il permesso di costruire. Qualcuno però deve aver fatto notare ai tre soggetti coinvolti (ENIA, Comune e Provincia) che un’opera pubblica deve obbligatoriamente essere assegnata tramite una gara pubblica. Per evitare la gara pubblica ed assegnare direttamente ad ENIA (ora IREN) un’opera di questa importanza, alla fine dell’iter autorizzativo presso la Provincia di Parma, il TVC viene da quest’ultima definita: “un’opera privata di interesse pubblico”. Con questo “escamotage” non sarebbe quindi più necessaria una gara pubblica perché il TVC non risulta più essere un’opera pubblica del Comune bensì un’opera privata di ENIA (oggi IREN), ma come tale necessita pur sempre di un permesso di costruire. Che non c’è!"
"Infatti,conseguite le autorizzazioni ambientali dalla Provincia, ENIA ( REN) apre subito il cantiere e sui cartelloni, su cui vanno obbligatoriamente indicati gli estremi del Permesso di Costruzione, indica lo stesso art.7 della L.R. 25/1172002 n.31 che il Comune aveva citato nell’accordo del luglio 2006 con ENIA, omettendo – forse per pudore.... – la lettera d) “opera pubblica del Comune”. Questi sono i fatti e speriamo che ora siano chiari a tutti. Se i dirigenti del Comune hanno applicato e poi rinnovato il blocco amministrativo del Cantiere è perché “responsabilmente” hanno accertato la mancanza del permesso di costruzione e per la legge non avevano alternative. In poche parole hanno fatto il loro dovere, anche se l’opera (privata) è stata definita di pubblica utilità ed anche se risulta in avanzata fase di realizzazione. In Italia può oggi suonare strano ma la legge è legge. Inoltre, la mancanza del permesso di costruzione non è solo una irregolarità amministrativa ma anche un reato (abuso edilizio). Sarà quindi compito degli organi giudiziari competenti accertarne la sussistenza e le eventuali responsabilità personali".

"Questo però non è l’unico fatto “anomalo” relativo al TVC. Esso infatti ,pur essendo un forno inceneritore, non è classificato come impianto di smaltimento rifiuti ma come impianto di recupero energetico. Tale qualifica viene conseguita grazie all’apporto dell’ energia calorica prodotta dal TVC, in aggiunta a quella elettrica, per il Teleriscaldamento. Ma non è questa l’”anomalia”, bensì il fatto che la Rete del Teleriscaldamento è di proprietà IREN. Parma infatti risulta essere l’unica città dotata di Teleriscaldamento la cui rete non è di proprietà pubblica (del Comune)ma di una società privata (IREN) che la iscrive a Bilancio nei cespiti patrimoniali. In tutte le altre città italiane la Rete di Teleriscaldamento è di proprietà comunale o da questa affidata in concessione per un tempo determinato ad una società privata che poi deve restituirla al patrimonio comunale. Ma non a Parma: qui IREN è piena proprietaria della Rete di Teleriscaldamento e gode pertanto di una privilegiata quanto illegittima situazione di monopolio. La rassegna delle “anomalie” relative al TVC termina con due fatti che portano ad una ben poco rassicurante previsione. La Provincia ed il Comune di Reggio Emilia hanno recentemente comunicato ufficialmente che spegneranno il loro Forno inceneritore e che utilizzeranno altre metodologie di smaltimento. In precedenza il Comune di Piacenza aveva indetto una gara pubblica (!!) per l’adeguamento del locale Forno inceneritore. Unico offerente ENIA. Facile aggiudicazione quindi,ma stranamente questa ha rinunciato a sottoporre l’offerta, perdendo anche 40.000 euro versati a titolo di cauzione per l’offerta (bid bond). E’ azzardato affermare che anche il Forno di Piacenza, non adeguato alle nuove normative,verrà presto spento? Quando? Provate ad immaginarlo, visto che IREN è il Gestore dei rifiuti di Parma, Piacenza e Reggio Emilia. E’ pensar male che il TVC di IREN, situato a Parma, brucerà anche i rifiuti di Piacenza e Reggio? O pensate che le limitazioni imposte dalla Provincia di Parma circa la provenienza e le quantità dei rifiuti, con deroghe già incorporate (punti 7 e 32 dell’autorizzazione provinciale) saranno dei baluardi inespugnabili? Noi non avremmo dubbi ma forse siamo influenzati dalle troppe “anomalie” di questo progetto..." 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    29 Agosto @ 16.43

    Bravi, finalmente un pò di chiarezza, speriamo che adesso siano chiari tutti i soggetti coinvolti perchè non è corretto rinegare un forno inceneritore solo per scopi elettorali quando poi lo si vuol fare davvero

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    29 Agosto @ 11.49

    IREN è una società privata che è riuscita a fare a Parma quello che non ha fatto altrove grazie alle autorità comunali, ed una volta completato l'inceneritore brucerà quello che gli pare.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto