Parma

Prostituzione e degrado: tornano le ordinanze sulla sicurezza

Prostituzione e degrado: tornano le ordinanze sulla sicurezza
Ricevi gratis le news
13

Comunicato stampa del Comune

Tornano le ordinanze sindacali contro la prostituzione, il consumo di alcol e il degrado. Di carattere necessariamente temporaneo e sperimentale, dopo lo stop della Corte Costituzionale dei mesi scorsi, sostituiscono le ordinanze decise in passato.

“Abbiamo deciso di ripristinare alcune ordinanze che sono state validate dalla Prefettura di Parma, trasformandole in contingibili e urgenti per rispettare la sentenza della Corte costituzionale attraverso una sperimentazione di un mese”, dice Fabio Fecci. “Lo strumento dell’ordinanza, utilizzato da molti Comuni del centrodestra e del centrosinistra - continua l’assessore alla Sicurezza -, non è la soluzione delle problematiche, la panacea della sicurezza, ma è un utile strumento da affiancare a quelli già in possesso delle forze di Polizia, che permette di contrastare quegli episodi che si configurano perlopiù come fenomeni di degrado urbano e disagio sociale segnalati ripetutamente dai cittadini”.

L’ordinanza per la prevenzione di attività di prostituzione sulle strade, colpisce “fino al 30 settembre 2011 chiunque nel territorio del Comune di Parma, esercita la prostituzione ovvero accede alle prestazioni del meretricio con modalità tali da offendere la pubblica decenza”. E vieta: la fermata nelle strade o nelle zone di passaggio a chi, a bordo di un mezzo o a piedi, chiede o contratta prestazioni sessuali; di ospitare “soggetti che sostano nelle strade con atteggiamenti o manifestazioni, anche dati dall’abbigliamento, congruenti allo scopo di offrire prestazioni sessuali” a bordo del proprio autoveicolo, dopo la fermata.

“Prendendo ad esempio il fenomeno della prostituzione - prosegue Fecci - non posso che sottolineare che, a seguito dello stop ai controlli grazie ai quali si era ridotto sensibilmente la presenza di prostitute nelle nostre strade, il fenomeno, seppur ancora contenuto, è aumentato in alcune zone della città come hanno segnalato diversi cittadini”.

L’ordinanza “per il contrasto ai fenomeni di degrado della vivibilità urbana a causa dell’abuso di alcool in delimitati spazi ed aree pubbliche della  città” ordina “il totale divieto fino al 30 settembre, dalle 14 alle 7 di tutti i giorni, di consumo all’aperto di bevande alcoliche di qualsiasi qualità, quantità e gradazione, negli spazi pubblici o aperti al pubblico” dove si sono registrati in passato problemi di ordine pubblico e di degrado segnalati ripetutamente anche dai cittadini: strada Inzani, borgo Fiore, piazza Matteotti e piazzale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

L’ordinanza “per contrastare il degrado ambientale nelle pertinenze degli esercizi pubblici e delle attività commerciali artigianali e di vicinato di media e grande struttura” prevede che i titolari di queste tipologie di esercizi pubblici:

- adottino “le iniziative e le azioni ritenute più idonee a risolvere le situazioni di eccessivi rumori o comportamenti che determinano degrado ambientale da parte degli avventori o frequentatori dei locali”;

- deve essere assicurata e curata “la completa pulizia e massima condizione di igiene da rifiuti derivanti dalla normale attività anche di tutti gli spazi e i luoghi contigui o vicini agli esercizi”;

- per gli esercizi commerciali di vicinato di media e grande struttura e di attività artigianali di non vendere “bevande alcoliche dalle ore 21 alle ore 7, del giorno successivo, per asporto o per il consumo immediato sul posto, o anche in spazi esterni contingui, o limitrofi, ai locali delle attività commerciali medesime”.

Le violazioni alle ordinanze prevedono una sanzione pecuniaria che potrà andare da 25 a 500 euro.

“Grazie a questa riformulazione - conclude Fecci -, proveremo a contrastare nuovamente questi fenomeni e, una volta scaduta la sperimentazione, se i problemi dovessero manifestarsi nuovamente, sarà nostra cura rivalutare la situazione e, eventualmente, rimodulare le ordinanze tramite una stretta collaborazione della Prefettura”.

(foto d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele Tanzi

    01 Settembre @ 13.27

    In un suo celebre libro, dal titolo "Entropia", l'autorevole economista americano Jeremy Rifkin afferma che l'universo, in osservanza al terzo principio della Termodinamica, si evolve verso il disordine e che questo sia ineluttabile. Il pianeta Terra non farebbe eccezione.

    Rispondi

  • fabio lazzari

    01 Settembre @ 11.45

    Spero che questa ordinanza possa essere efficace ed applicata dagli organi competenti nel Piazzale della Pace, dove oramai soggiornano quotidianamenti alcolizzati e tossici che bevono tutto il giorno birra e disturbano con le loro frequenti e continue liti, senza che, (sino ad oggi mi auguro) nessuno sia mai intervenuto con la giusta determinazione.

    Rispondi

  • Franco

    01 Settembre @ 11.42

    Sottolineo che le Ordinanze contingibili ed urgenti devono essere limitate non solo nel tempo per un periodo congruo nel risolvere il relativo problema, ma anche nello spazio e nella fattispecie disciplinante; oltre che rispettare i principi generali dell'Ordinamento, cioè senza sostituirsi in maniera principale alle norme nazionali. Con tutto questo, nel caso della prostituzione su strada, tale attività non può essere vietata, salvo comportamenti espliciti a danno della collettività.

    Rispondi

  • Pietro

    01 Settembre @ 09.40

    Preferirei che prima finissero in galera e ci RESTASSERO spacciatori, ladri , evasori e tutta quella rantumaglia che ha fatto si che il nostro bel paese si trasformasse in uno schifo totale! Chissenefrega delle prostitute....quella è una battaglia persa!

    Rispondi

  • Marco

    01 Settembre @ 09.02

    Mi chiedo perchè non facciamo come in Germania legalizzando la prostituzione aprendo le case chiuse.....Si toglierebbero lle ragazze dalla strada sarebbero controllate finirebbe lo sfuttamento pagherebbero le tasse ecc....Tanto con queste leggi sigor Fecci non si risolve nulla anzi se una lucciola prenderà la multa sarà picchiata a sangue dal pappone di turno......e poi si trasferiscono in appartamento (con questa legge sig. Fecci) aumentando gli affitti irregolari quindi forse sarebbe il caso di accettare il mestiere più vecchio del mondo e forse ci sarebbero meno manovre finanziarie....ma tanto in Italia è impossibile legalizzare altrimenti come si fà a prendere la stecca da chi mette le donne in strada? SIETE DEI BUFFONI CARI POLITICI NON VI CREDEE PIù NESSUNO A CASA TUTTI...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Un'onda che sembra arrivare dal film Point break

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

1commento

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

tennis

Seppi saluta Melbourne, Nadal e Cilic ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova