21°

Parma

Pesce crudo "abbattuto" e più sicuro

Pesce crudo "abbattuto" e più sicuro
Ricevi gratis le news
0

 Andrea Del Bue

Vi trovate davanti ad un piatto di crudité di mare e pensate che ciò che state per assaporare sia pesce fresco? Non vi sbagliate, è giusto definirlo tale. Ma sappiate anche che quel carpaccio di tonno, quel filetto di pesce spada, il branzino, la tartare di salmone e ricciola, che sembrano parlarvi, sono stati per almeno 24 ore a meno 20° di temperatura nella cucina del ristorante o sushi bar in cui vi trovate. Si chiama procedimento di bonifica preventiva, altrimenti detto «abbattimento della temperatura»: è la legge ad imporlo. Colpa delle larve di Anisakis (un parassita che si insinua nelle interiora dei pesci) che, se ingerite dall’uomo, possono provocare dolori addominali, vomito, se non, addirittura, perforazione dello stomaco e shock anafilattico. A meno 20° muoiono. Nel 2004, l’Europa ha messo le cose in chiaro, con il Regolamento CE 853/2004, sulla «Vendita e somministrazione di preparazioni gastronomiche contenenti prodotti della pesca destinati ad essere consumati crudi o praticamente crudi». La marinatura con limone e aceto non basta più: bisogna surgelare il pesce a basse temperature. Per farlo, ristoranti e sushi bar si sono muniti dell’abbattitore, un macchinario che permette in poco tempo di far raggiungere al cuore del pesce (il punto più distante dalla parete esterna) la temperatura di -20°. Con la rapidità del surgelamento, i cristalli di ghiaccio, che inevitabilmente si formano, sono talmente piccoli da mantenere pressoché invariate proprietà nutrizionali ed organolettiche del pesce. E' obbligatorio segnalare al consumatore, sul menù, l’abbattimento del pesce? Inizialmente, all’uscita del Regolamento comunitario, non era chiaro. Per questo, lo scorso 17 febbraio, il Ministero della Salute ha emanato una nota di chiarimento in materia, in cui si specifica che il «congelamento finalizzato alla bonifica preventiva del pesce è un procedimento espressamente richiesto dalla normativa vigente, applicato per un determinato lasso temporale e volto alla tutela della salute del consumatore. Per corretta informazione può essere utilizzata la dicitura: «Il pesce destinato ad essere consumato crudo o praticamente crudo è stato sottoposto a trattamento di bonifica preventiva conforme alle prescrizioni del Reg. CE 853/2004, allegato III, sezione VIII, capitolo 3, lettera D, punto 3». E qualche ristorante è subito corso ai ripari, inserendo tale nota a piè pagina. Ma non erano obbligati, tanto che l’Ausl è intervenuta con una spiegazione indirizzata alle associazioni di categoria: «Poiché il trattamento in questione è espressamente richiesto dalla legge e non si configura come atto teso ad ingannare il consumatore, ma semplicemente a tutelarne la salute, è facoltà del ristoratore di scegliere se riportare o meno tale trattamento nel menù». Quindi nessun obbligo di inserire il famoso asterisco di fianco alle voci relative al pesce crudo. Anche se è stato a meno 20° per un giorno intero.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro