12°

Parma

Controlli in Oltretorrente: trovati 3 stranieri irregolari e 6 consumatori di droga

Ricevi gratis le news
21

Ieri sera dopo una serie di controlli in Oltretorrente, in particolare nella zona di piazzale Inzani, i carabinieri hanno trovato diverse persone in possesso di droga e altri non in regola con le norme sull'immigrazione.

Tre stranieri sono stati denunciati perché irregolari (per ingresso illegale, per mancato conseguimento o scadenza del permesso di soggiorno, per impossibilità di esibire validi documenti di identità). Uno dei tre è un 29enne ghanese pregiudicato, denunciato anche per atti osceni: i militari l'hanno sorpreso ad urinare sulla strada, noncurante dei passanti. Nei guai anche un 43enne e un 30enne, entrambi tunisini pregiudicati.

E' stato segnalato alla prefettura in quanto assuntore di stupefacenti un 20enne parmigiano pregiudicato, trovato in possesso di 1,7 grammi di eroina. Il giovane è stato fermato mentre guidava la propria auto. Successivi accertamenti hanno mostrato che il ventenne stava guidando sotto l'effetto di stupefacenti: per questo gli è anche stata ritirata la patente  di guida.
Segnalati come assuntori di stupefacenti anche un pregiudicato tunisino 32enne (aveva 5 grammi di hashish), due minorenni parmigiani, studenti (avevano 3 grammi di marijuana), un 29enne tunisino pregiudicato, trovato in possesso di un grammo di hashish, e B.A.W., 28enne tunisino pregiudicato, che aveva un grammo di eroina.
I carabinieri hanno anche fatto diverse multe per violazioni del Codice della strada soprattutto in materia di revisione del mezzo. Controllati anche due negozi etnici dell'Oltretorrente: è risultato tutto in regola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Egiziano

    10 Settembre @ 19.48

    Sul fatto che la legalizzazione abbia dei danni collaterali sarei felice di confrontarmi, anche perche, se effettivamente ve ne fossero, sarebbero di gran lunga inferiori ai danni collaterali del proibizionismo, ma sicuramente traccerebbero una strada molto più efficace verso un vero contrasto della diffusione di stupefacenti, leggeri e pesanti che siano.

    Rispondi

  • Egiziano

    10 Settembre @ 19.43

    Grazie sig. Balestrazzi per la cortese replica, però a quanto leggo dal titolo non mi sembrerebbe che il termine drogato sia stato messo in disuso. Certo "consumatori di stupefacenti" non ha lo stesso effetto giornalistico, ma renderebbe la giusta immagine del problema. Sul problema della fiducia dei lettori non mi pronuncio, anche se molta lettura scandalistica basata solo su chiacchiere (specialmente in Italia e in questo caso non mi riferisco alla gazzetta) ha spesso grande seguito anche tra i quotidiani. A riguardo del suo appunto sulla riflessione sul problema del consumo degli stupefacenti le lancio una "provocazione", mi auguro presa come costruttiva. Lo sa che la proibizione della canapa è partita proprio da notizie "inventate" e divulgate tramite giornali e televisioni? Voi giornalisti (ovviamente non mi riferisco a lei, anche perchè ho visto alcuni suoi servizi sul problema e devo dire che la sua posizione a riguardo è più che equilibrata) avete un "peccato originale" da scontare su questo tema, proprio perchè utilizzati come strumento di manipolazione dell' opinione delle masse. Provi ad effettuare una piccola indagine su come era legato il magnate della carta Hearst al problema "marijuana", alla nascente industria petrolifera e chimica e che ruolo ha giocato il banchiere Mellon in tutto questo. La rassegnazione non porta a nulla, anzi sta solo creando disinformazione e conseguente fraintendimento sul problema. Condivido in pieno il suo augurio ad un maggiore impegno che va assolutamente accompagnato con una maggiore e più disinteressata informazione. La saluto cordialmente.

    Rispondi

  • Gianluca Pasini

    10 Settembre @ 12.47

    L'ironia del lettore Giorgio è irritante e ben poco intelligente.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    10 Settembre @ 09.46

    "Vendere fumo" è splendida, come battuta. Ma non è la nostra finalità (anche perchè, se fosse "fumo" giornalistico, si va poco lontano nella fiducia dei lettori). La parola drogato si è smessa di usarla già negli anni '80. Poi ci può essere termine più o meno felice, e ti ringrazio comunque per la stimolo a fare attenzione. Ma in effetti il problema della alternativa legalizzazione/proibizionismo (con gli effetti collaterali di entrambi) è serio e meriterebbe una riflessione vera, mentre tutto noi (giornalisti compresi) sembriamo ormai rassegnati al fatto che esista un così lucroso commercio basato su una così vasta diffusione di sostanze. Forse se iniziassimo da lì, prima ancora delle pur legittime distinzioni fra sostanza e sostanza, capiremmo che dobbiamo tutti (non solo i giornalisti) impegnarci più a fondo su una questione che è anche il pilastro di tante magie e simili. (G.B.)

    Rispondi

  • MAX

    09 Settembre @ 23.57

    Continuate i controlli grazie!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Simonetti e le sue musiche da brivido: "I giovani ci riscoprono grazie a internet" Video

Il principe Harry e Meghan Markle si sposeranno il 19 maggio

LONDRA

Il principe Harry e Meghan Markle si sposeranno il 19 maggio

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

tgparma

Arrestata Francesca Linetti: da Parma alla corte dei Casalesi

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma. Attenzione, non sarà facile"

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

salute

Al Maggiore chirurgia facciale su teste congelate

Un corso unico in Italia, esaurito a poche ore dall'apertura delle iscrizioni. Venti medici si eserciteranno per riparare difetti del cavo orale e del volto

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

grosseto

Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

SPORT

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260