-2°

Parma

11/9 - La guerra non è ancora vinta

Ricevi gratis le news
2

di Giuliano Molossi

Siamo in guerra, avevamo pensato, atterriti, quel giorno, il giorno dell'apocalisse. Dieci anni dopo la guerra contro il terrore non è ancora vinta. «Ci siamo dimenticati del terrorismo - ha detto il presidente Obama - ma il terrorismo non si è dimenticato di noi». Illudersi che tutto sia finito sarebbe un grave errore. I fanatici fondamentalisti islamici hanno subito gravi perdite e quel che conta di più hanno anche perso molti consensi nel mondo arabo, grazie alle contagiose rivolte in nome della libertà e della democrazia, ma non si sono arresi. Al Qaeda forse non ha più la capacità di organizzare azioni spettacolari e devastanti, ma è sempre viva. A New York, in queste ore, l'allerta è massima. Tre uomini, arrivati dal Pakistan, sono ricercati: c'è il forte sospetto che stiano preparando un attentato. E i piani per un altro attacco al cuore degli Usa, proprio nel decennale dell11 settembre, erano stati trovati nel covo di Bin Laden a Abbottabad.
I profeti del terrore continuano il loro macabro proselitismo anche in Europa. Il magistrato Stefano Dambruoso, uno fra i maggiori esperti di terrorismo internazionale a matrice islamica, e autore di un libro uscito in questi giorni, «Un istante prima», ritiene che oggi i pericoli del terrorismo fondamentalista arrivino soprattutto dalla «jihad fai da te», e cioè quei disperati che vengono reclutati dai predicatori dell'odio per farsi saltare in aria nelle nostre strade, in mezzo alla nostra gente. Lo stesso Dambruoso, forte della sua esperienza, invita tutti a non abbassare la guardia. E' vero che dal 7 luglio 2005, giorno degli attentati di Londra, in Europa non ci sono più stati attacchi in grande stile, ma azioni solitarie, invece, sono avvenute (anche a Milano, davanti a una caserma, protagonista un immigrato libico) e molte sono state sventate in extremis. Per un caso fortuito, per l'intuizione di un poliziotto, per un ripensamento, per un difetto dell'ordigno. E c'è un'altra cosa che Dambruoso ama sottolineare tutte le volte che qualcuno gli domanda se la guerra è finita. «Questo è un nemico - dice - che non ha fretta, che non conosce la fretta. Il fattore tempo ha un valore diverso dal nostro. Per lui un anno, due, dieci o venti non vogliono dire nulla. Quello che conta è arrivare un giorno all'obiettivo finale, l'annientamento della civiltà occidentale. Non importa quanto tempo ci vorrà».
Il «diavolo» che aveva ordinato l'attacco al cuore dell'America e aveva poi esultato al crollo delle due Torri è morto. Ma l'uccisione di Osama Bin Laden, sensazionale per le modalità con le quali è avvenuta, e di enorme impatto emotivo, non ha certo inflitto il colpo finale alla «cupola» jihadista che da tempo vanta altri leader, come Al Zawahiri , e altri reclutatori (anche via Internet) dei kamikaze. L'intelligence ha svolto, e continua a svolgere, un compito fondamentale. La prevenzione e la vigilanza, per arrivare un istante prima, sono determinanti. Ma la partita si giocherà, ogni giorno, anche su un terreno diverso. E su quel terreno, anche noi tutti abbiamo un ruolo. Se sapremo essere attenti senza essere diffidenti, se ci convinceremo che una pacifica convivenza nel rispetto delle diversità è possibile, se favoriremo l'integrazione anziché ostacolarla, allora isoleremo i seminatori di odio e violenza, toglieremo loro la «manodopera», i disperati che mandano a morire imbottiti di esplosivo. Forse non basterà per vincere la guerra, ma le armi che abbiamo sono queste. Usiamole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Max Power

    12 Settembre @ 12.33

    Spett. Direttore, le porgo i miei più sentiti complimenti per l'ottimo editoriale, tuttavia non sono affatto concorde con quello che scrive nelle ultime 5 righe. Favorire l'integrazione, come lei suggerisce, renderebbe ancora più complicato allle forze del''ordine rintracciare quei "disperati" disposti a farsi saltare in aria o a commettere qualsiasi altra forma d'attentato; è ora di usare il pugno di ferro e la tolleranza zero contro questa gente, non di integrarli. Una città come Parma, piccola, provinciale e benestante, in cui non si riesce a controllare nemmeno un gruppo di facinorosi ubriachi in piazzale Inzani potrebbe essere terreno fertile per futuri terroristi, che riuscirebbero a nascondersi sicuri di non essere rintracciati nella nostra città. Secondo me sono già anche troppo integrati !

    Rispondi

  • giuliano

    12 Settembre @ 11.58

    ma se noi stavamo a casa nostra loro non venivano qui, ed era finita la storia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Oggi speciale su cani, gatti & Co. con la Gazzetta di Parma

Lealtrenotizie

Noceto, tentata truffa ai danni di un’ anziana: arrestati in flagranza due truffatori

Foto d'archivio

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

1commento

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

incidente

Pedone investito a Ramiola

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

Viabilità

Colorno, verifiche ai ponti dopo la piena

BORGOTARO

Addio ad Arnaldo Acquistapace

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

elezioni

Scuole seggio, chiuse dal 3 al 6 marzo. Per universitari fuorisede trasporti con tariffe agevolate

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

6commenti

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

6commenti

anteprima gazzetta

60 anni della legge Merlin, cosa è cambiato nella prostituzione (a Parma)

tg parma

Edicola in stazione ultimo giorno: da oggi saracinesca chiusa Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

modena

Colpì una 15enne col manganello, chiesto processo per poliziotto

2commenti

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto