19°

Parma

Maroni:"Sul caso Emmanuel ho chiesto una relazione dettagliata al prefetto"

Maroni:"Sul caso Emmanuel ho chiesto una relazione dettagliata al prefetto"
Ricevi gratis le news
121

Sul caso di Emmanuel Bonsu Foster, il ragazzo 22enne ghanese che ha denunciato la Polizia municipale di averlo picchiato, fatto spogliare e offeso con insulti razzisti, interviene anche il ministro Maroni. "Siamo di fronte ad accuse gravissime - ha detto nel corso della registrazione di Matrix  - e per questo ho chiesto una relazione dettagliata al prefetto per accertare come sono andati i fatti". "Mi sono fatto mandare i resoconti della denuncia del  ragazzo e della polizia municipale – ha continuato– e sono due  versioni nettamente contrastanti". Se avesse ragione il ragazzo, prosegue  Maroni, "sarebbero fatti molto gravi e penalmente rilevanti. E  che nessuno, men che meno un appartenente alla polizia, anche se  municipale, può commettere".
Ma, aggiunge Maroni, "la situazione sarebbe molto diversa se  fosse vera la versione della polizia municipale da cui risulta  che era in corso un’operazione antidroga con l’arresto di uno  spacciatore che vendeva droga ad un minorenne e da cui risulta  che due agenti sono finiti all’ospedale". Per questo il  ministro ha chiesto una dettagliata relazione al prefetto. "Conosco personalmente il sindaco, l’assessore e il  comandante dei vigili urbani di Parma – ha concluso il titolare  del Viminale – e mi sembra francamente che comportamenti del  genere non siano nelle loro corde".

Per il momento, nell'inchiesta aperta dalla Procura, non compaiono indagati. Il pubblico ministero Roberta Licci a cui sono state affidate le indagini non ha ancora visionato le informative, anche se già ieri sera ha chiesto una consulenza da parte di un medico legale sulle condizioni del giovane.

PROTESTA DAVANTI AL REGIO. Prima dell'inizio della "Giovanni D'Arco" che inaugura il Festival Verdi, per la regia di Gabriele Lavia, un gruppo di manifestanti ha sorretto davanti al Teatro Regio uno striscione con su scritto «Monteverdi dimettiti».

EMMANUEL: "MI HANNO PICCHIATO E PUNTATO LA PISTOLA ADDOSSO" - Emmanuel, originario del Ghana, frequenta l'Itis di via Toscana, segue le lezioni serali. Erano circa le 18,30 di lunedì quando si trovava nel parco ex Eridania per fare un giro in attesa dell'inizio della lezione. Secondo il suo racconto, prima è stato bloccato da una persona in borghese, poi sono arrivati altri uomini. Lui è fuggito. A questo punto gli agenti lo hanno bloccato e poi ammanettato: secondo la sua denuncia, l'avrebbero picchiato, anche dopo averlo portato sull'auto di servizio. Il giovane dice di essere stato spogliato per la perquisizione e messo in una cella. Poi sarebbe stato duramente «invitato» a confessare. Confessare cosa? Di essere un pusher, di vendere pezzi di hashish, ma il giovane giura che lui non c'entra niente, che non sapeva perché gli agenti ce l'avessero con lui. Secondo il racconto di Emmanuel, soltanto alle 23 suo padre è andato a prenderlo e il verbale sull'accaduto - accusa il giovane - sarebbe stato messo in una busta con su scritto «Emanuel negro». Il padre, andando a riprendere il figlio vuole vederci chiaro: porta il giovane al pronto soccorso e poi decide di andare dai carabinieri, il mattino dopo, per sporgere denuncia. Ai militari toccherà quindi fare chiarezza sulla vicenda. Guarda i video con il racconto del ragazzo

IL SINDACO INCONTRA LA COMUNITA' GHANESE- Intanto, il sindaco Vignali ha parlato con il console onorario del Ghana per l'Italia settentrionale e con il rappresentante della comunità ghanese a  Parma, «il quale mi ha confermato – ha spiegato – che non hanno  mai avuto problemi con la nostra città e, in particolare, con  le forze dell’ordine». «Da parte mia – ha aggiunto – ho tenuto a rassicurarli sul  fatto che sarà fatta chiarezza e che la nostra è sempre la  città aperta ed accogliente di sempre. Abbiamo deciso di  incontrarci al più presto». Il sindaco ha anche spiegato di  avere la massima fiducia nella Procura e nella indagine interna  avviata dall’amministrazione comunale. «Le versioni sono molto  discordanti tra loro – ha detto – Se qualcuno ha sbagliato,  pagherà». Il primo cittadino ha voluto ricordare poi che i fatti che  hanno portato al ferimento del giovane ghanese e di due agenti  della municipale sono avvenuti in una operazione antidroga, che  tra l’altro ha portato all’arresto di uno spacciatore, più  volte richiesta dagli abitanti del quartiere esasperati dal  continuo spaccio nel parco. «Un genere di operazioni – ha  concluso – che la Polizia municipale svolge da annì.

LA POLIZIA MUNICIPALE SMENTISCE - Questa la versione della Polizia Municipale diffusa con un comunicato stampa: “Un agente si è avvicinato al giovane ghanese mostrando il tesserino di riconoscimento. A questo punto il ragazzo si è dato alla fuga, divincolandosi due volte dagli agenti che lo avevano raggiunto. Quindi ne è nata una colluttazione, con anche due agenti feriti, uno dei quali ha riportato una distorsione al ginocchio e un altro al polso. I due sono stati portati al Pronto soccorso e, secondo referto, ne avranno il primo per venti giorni e, il secondo, per tre. Il giovane ghanese è stato dunque fermato per resistenza a pubblico ufficiale.  Gli agenti hanno sospettato che il giovane facesse “da palo”, in quanto si trovava nel parco dalle 17,30, l’arresto è avvenuto un’ora più tardi, perché  continuava a telefonare e fare gesti in direzione del pusher poi arrestato, e infine perché di fronte al tesserino dell’agente si è dato alla fuga, opponendosi poi in maniera violenta all’identificazione. Inoltre al Comando ha fornito generalità imprecise.  Non è vero poi che il giovane possa essersi accorto che si trattava della Polizia municipale solo dalla macchina, quando in realtà era un’auto non di servizio. E non è vero nemmeno che sia stato malmenato con manganelli quando questo strumento non è in dotazione alla Polizia municipale. L’azione, che ha portato all’arresto di un pusher, è partita da una segnalazione di alcuni genitori della palestra a fianco del parco Eridania, genitori che hanno riferito di spacciatori nella zona. Da lì sono iniziati appostamenti durati qualche giorno, fino all’epilogo di ieri.  Circa la busta con all’interno i documenti del giovane ghanese, la Polizia municipale sostiene che al momento della consegna era bianca e non riportava alcuna scritta”.

L'INDAGINE INTERNA DEL COMUNE -  “Ho richiesto l’apertura di un’indagine interna, atto dovuto, voluto e condiviso con il sindaco Vignali. Con questo l’Amministrazione intende riaffermare che la difesa della legalità rimane primaria, ma non può essere in alcun modo disgiunta dal rispetto dei diritti inalienabili della persona. Per questo e anche per il buon nome della Polizia municipale, che ogni giorno si impegna per la sicurezza dei parmigiani, è necessario fare chiarezza oltre ogni possibile dubbio sullo svolgimento dei fatti”. L’assessore comunale alla Sicurezza Costantino Monteverdi parla dopo un lungo colloquio avuto oggi con i vertici della Polizia municipale e con gli agenti impiegati nell’azione che, ha portato all’arresto di uno spacciatore al Parco Eridania, al fermo del giovane ghanese e all’identificazione di alcuni clienti. “Allo stato dei fatti - continua Monteverdi - i riscontri oggettivi dimostrano che si è trattato di un fermo piuttosto movimentato che ha provocato il ferimento di due agenti e, verosimilmente, anche quello del giovane”. Secondo i referti medici il primo agente ha riportato una distorsione al ginocchio, prognosi 20 giorni, il secondo invece una distorsione al polso. Nel prossimo Consiglio comunale il sindaco riferirà sull’accaduto e sui risultati dell’indagine interna.  Vignali, intanto, ieri è andato dal sottosegretario alla presidenza Gianni Letta.  Del caso si sta interessando anche l'ufficio antidiscriminazioni del ministero delle Pari opportunità.

Oggi in città sono comparse diverse scritte di protesta contro la Polizia municipale e di solidarietà nei confronti del ragazzo. Guarda la Fotogallery

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • parmigiana 72

    02 Ottobre @ 10.38

    Questa vicenda mi sta disgustando su come e' stata strumentalizzata, anch'io mi trovo a difendere i vigili urbani (categoria non certo amata in genere...) basta analizzare tutta la vicenda ed e' palese che le forze dell'ordine abbiano agito con correttezza, di fronte ad uno che scappa durante un'operazione antidroga avrebebro forse dovuto chiede "Mi scusi puo' gentiemente fermarsi?".... , anche la scritta sulla busta e' sospetta a partire dalla strana calligrafia e non penso proprio che i vigili possono cadere in una simile bassezza. Offro inoltre tutta la mia soldiarieta' all'assessore Monteverdi che ha fatto e sta facendo il suo dovere di far percepire la presenza delle forze dell'ordine forte delle autorita' in una citta' dove francamente non se ne puo' piu' di essere schiavi di immigrati allo sbando che agiscono impuniti. Mi ritengo una persona di sinistra ma come la vicenda e' stata enfatizzata fuori luogo da Repubblica e le varie interpellanze di parlementari prc e pd, che non sanno nemmeno di cosa stanno parlando senza verificare davvero i fatti, mi hanno molto deluso e suppur malvolentieri penso che guardero' con piu' interesse ad altri schiramenti politici.

    Rispondi

  • paolo

    02 Ottobre @ 10.13

    sembra salti fuori che uno di questi è lo stesso dell'episodio in centro! Compimenti! Promozione ad assessore al posto di Monteverdi. Ci vuole gente di pugno nei posti di comando.

    Rispondi

  • franco

    02 Ottobre @ 09.19

    Mi sto chiedendo a cosa servono le inchieste sui fatti accaduti, abbiamo i sindacati ( complimenti per alitalia ) e tutti i vari movimenti pro immigrati che hanno già la verità: i vigili di Parma sono colpevoli........ e se non lo fossero farebbero una azione analoga contro il ragazzo ???????? Io credo che si dovrebbe fare una manifestazione per sostenere che le inchieste facciano venire fuori LA VERITA' e poi si condanni duramente i o il colpevole perchè la delinqunza non ha colore e non deve nemmeno essere mascherata da divise.

    Rispondi

  • laura

    02 Ottobre @ 09.09

    Caro parmigiano del ..... cosa c'entrano le barricate del 22 con il film di Spike Lee? E smettiamola con questa storia della parmigianità!

    Rispondi

  • Almost Real

    02 Ottobre @ 08.53

    Visto che credete ancora alla bella favola di Parma (mia città natale) come isola felice dove tutto è bello, tutto è pulito, tutto è regolare, e volete che la polizia municipale si occupi solo di traffico come 50 anni fa, provate a fare un salto a Milano a vedere come lavora la notra polizia locale dal punto di vista della sicurezza. Vedrete che vi verrà qualche dubbio sul fatto che i "vigili" non debbano essere al passo con i tempi. P.S.: sperando che apriate gli occhi, ne riparliamo a fine inchiesta.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro