12°

Parma

RIS - 6.000 casi in un anno

RIS - 6.000 casi in un anno
Ricevi gratis le news
12

 Georgia Azzali

Nel tempio della caccia al mistero i sacerdoti hanno volti rassicuranti. E pensieri che corrono veloci  da una storia all'altra.  Scordatevi i telefilm con sceriffi travestiti da scienziati, colpi di scena e soluzione garantita, benvenuti al Ris di Parma. Quello che dal '94 è in guerra con i delitti veri. Che continuano a crescere. Diciassette anni fa  i casi registrati erano 667, quest'anno sfioreranno quota 6.000. Una parabola vertiginosa. Una miriade di interrogativi a cui il tenente colonnello Giampietro Lago,   alla guida del reparto dal gennaio dello scorso anno, dopo il pensionamento di Luciano Garofano, deve cercare di rispondere insieme a un'ottantina di uomini sparsi nelle varie sezioni.  
«Si  è portati a pensare solo ai casi di  rilevanza mediatica, ma i grandi numeri sono dovuti soprattutto a furti e rapine: gli omicidi di cui ci siamo occupati nel 2010 sono stati 110, una percentuale minima rispetto al totale - sottolinea Lago -. La nostra competenza si estende su tutto il Nord Italia: 28 milioni di persone, 8 regioni, 48 province e  63 procure con cui ci rapportiamo».
(...)
Per continuare ad ottenere risultati di alto livello, anche la sede deve essere adeguata. Il trasferimento del Ris  è scongiurato, visto che è stato dichiarato  pubblicamente  che all'Efsa  «basteranno» circa 2.000 metri quadrati del palazzo come sede di rappresentanza? 
«L'eccellenza del reparto è anche legata a Parma e alla sua sede a Palazzo Ducale. Il Ris avrebbe bisogno di una nuova grande sede all'avanguardia, ma bisogna essere onesti: né a breve né a medio termine ci possono essere i fondi necessari per un tale investimento. Credo quindi che il giusto compromesso  verso cui ci si sta orientando sia quello di ristrutturare l'ex Aranciaia  (i locali accanto a  Palazzo Ducale ora occupati da magazzini e garage, ndr) per poi trasferirvi i laboratori ad alta tecnologia, che ora hanno spazi piuttosto limitati, mentre il resto del reparto rimarrebbe nel palazzo “convivendo” senza problemi con l'Authority. Da anni, comunque, è forte il legame del Ris con Parma, basti pensare anche alla collaborazione con l'Università per il  master europeo in Scienze forensi».
(...) 
E il lavoro non è mancato, a cominciare dall'omicidio di Yara. So che non può dirmi nulla nel merito dell'inchiesta, ma è noto che siete riusciti ad isolare il Dna dell'assassino. Arriverete a un nome? 
«Penso di sì. Non è speranza, intendiamoci, ma l'ottimismo della ragione che mi fa rispondere così».
 Razionalità e passione. Dopo che l'analisi scientifica ha tracciato la via da percorrere.  Quel mix  che dà la forza per provare ad abbattere gli ostacoli. Per dare risposte  a chi è rimasto,  familiari e amici  annientati dal dramma. Quelli che hanno  fame anche del più piccolo brandello di verità.  
 
L'inchiesta sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    20 Settembre @ 07.55

    I RIS sono più UTILI dell'Autority Europea alimentare, un carrozzone burocratico che li farà TRASLOCARE dal Giardino, (e "autorizza" qualsiasi schifezza alimentare).

    Rispondi

  • Michi Ale Marco

    19 Settembre @ 19.47

    Bravi Ris!!!! 6000 casi in un anno....Sottotitolo " Risolti solo quelli in cui il criminale ha confessato"

    Rispondi

  • nadia

    19 Settembre @ 14.43

    I RIS x me sono bravissimi ma su Cogne sono convinta che una mamma innocente sia in carcere.

    Rispondi

  • alilau

    19 Settembre @ 14.41

    Brava Gazzetta! bella risposta! e bravi Ris, che con il loro impegno e la loro competenza permettono la soluzione di casi complicati!

    Rispondi

  • Maurizio

    19 Settembre @ 14.12

    Frusta, il caso Cogne è il classico caso che non sarà mai chiuso agli occhi della gente (e delle chiacchiere da bar, tra innocentisti e colpevolisti). Dal punto di vista "Giustizia" però ti ricordo che in Italia ci sono tre gradi di giudizio. Ed il terzo, quello della cassazione, è il più importante. Se per ben tre volte è stata dichiarata colpevole allora vuol dire che le prove raccolte a suo carico erano "al di fuori di ogni ragionevole dubbio" . In fondo, il lavoro dell'accusa è di raccogliere prove che portino alla condanna del c.d. "soggetto attivo del reato" . Queste prove non devono essere valutate dal P.M. di turno o dell'investigatore o da chiunque altro, ma devono essere valutate dal giudice (o un collegio di giudici). Quindi, se più giudici l'hanno condannata ci saranno dei più che validi motivi.....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Simonetti dei Goblin e le sue musiche da brivido: "I giovani ci riscoprono grazie a internet" Video

Il principe Harry e Meghan Markle si sposeranno il 19 maggio

LONDRA

Il principe Harry e Meghan Markle si sposeranno il 19 maggio

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

3commenti

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

tgparma

Arrestata Francesca Linetti: da Parma alla corte dei Casalesi

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

2commenti

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

salute

Al Maggiore chirurgia facciale su teste congelate

Un corso unico in Italia, esaurito a poche ore dall'apertura delle iscrizioni. Venti medici si eserciteranno per riparare difetti del cavo orale e del volto

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Preso Igor il russo, il killer di Budrio, dopo una sparatoria in cui ha ucciso due agenti e un civile

3commenti

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

SPORT

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SEMBRA IERI

Il Parma vola in serie B con Marino Perani (1992)

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260