21°

Parma

Processo Parmalat, il pm: "Tanzi deve ancora spiegare cosa fece in Ecuador"

Processo Parmalat, il pm: "Tanzi deve ancora spiegare cosa fece in Ecuador"
Ricevi gratis le news
0

E' terminata questa mattina a Milano la requisitoria del pm Carlo Nocerino sul filone milanese del processo per il crac Parmalat. «E' credibile che la Parmalat di Tanzi sia andata così per 15 anni senza connivenze politiche e istituzionali?», si è chiesto oggi in aula il pm, terminando la parte generale della requisitoria.
Il magistrato, facendo qualche accenno ai verbali (con molti "omissis") inviati nel corso delle indagini milanesi alla Procura di Parma, si è augurato che in tribunale a Parma «Tanzi dica tutta la verità». Nelle battute finali del suo intervento il magistrato ha anche aggiunto che se al processo di Milano Tanzi ha lasciato solo dichiarazioni spontanee in 22 pagine, «ora deve riempirne altre 22 per dire a quanto ammontano le sue appropriazioni personali e che cosa è andato a fare veramente in Ecuador».

Dopo Nocerino, la requisitoria è proseguita con il pm Eugenio Fusco, che ha iniziato così: «C'era sempre la mano paternalistica di Tanzi a risolvere tutto. Nei consigli di amministrazione c'era Tanzi che, non so per quale malefico carisma, riusciva sempre a mettere a tacere tutti. Sono questi allora i consiglieri indipendenti?». Questa parte di requisitoria infatti è incentrata sul ruolo dei consiglieri indipendenti di Parmalat, finiti sotto processo a Milano assieme all’ex patron dell'azienda di Collecchio. Il pm parla del ruolo di Luciano Silingardi, Enrico Barachini e Paolo Sciumè: sottolinea la loro «complicità» e ha aggiunto: «Meno che mai erano stati truffati. Loro hanno detto di essere stati ingannati, truffati da Tanzi, ma chi è truffato sporge denuncia, e i veri truffati ce li abbiamo qui dietro – ha proseguito, riferendosi ai risparmiatori -. Loro (i consiglieri, ndr.) invece hanno sperato fino all’ultimo che la barca non naufragasse».

LA CRONACA DI IERI. Parmalat Finanziaria, fra gli anni '90 e il crac del 2003, «ha drogato il mercato». Un'azione che comprendeva comunicati stampa con notizie non vere. E la responsabilità di questi 15 anni di condizionamenti del mercato è da attribuire tutta all'ex patron Calisto Tanzi. Sono queste le accuse mosse dal pubblico ministero Carlo Nocerino.
Stamane infatti è in corso la requisitoria dei pubblici ministeri nell'ambito del filone milanese del processo per il crac Parmalat: i capi d'imputazione sono aggiotaggio e ostacolo all’attività degli organi di vigilanza.

Il magistrato ha spiegato che la requisitoria è stata suddivisa in tre parti: a Nocerino tocca illustrare il quadro generale delle accuse, mentre il pm Eugenio Fusco illustrerà il capitolo sulla responsabilità degli amministratori indipendenti. Il procuratore aggiunto Francesco Greco parlerà invece del rapporto fra la vecchia Parmalat e Bank of America.

All’inizio della sua requisitoria, Nocerino ha citato due comunicati stampa emessi da Parfin (cioè Parmalat Finanziaria) dei giorni 11 e 12 novembre 2003. I comunicati illustravano «la grande solidità della struttura economica e finanziaria del gruppo» e respingevano le accuse di crisi, che secondo il management di allora erano dovute a presunti speculatori del mercato. «L'essenza di questi due comunicati stampa è che Tanzi ci spiega che disinformare significa alterare gli strumenti finanziari», ha detto Nocerino.
Appena un mese dopo queste dichiarazioni ottimiste dell'azienda, però, come sottolinea Nocerino «esplode il caso Parmalat, implode il sistema Tanzi. Era da quindici anni che Parfin manipolava i mercati, ha in modo immanente drogato il mercato».
Fra i vari punti il pm ha spiegato ai giudici che il gruppo «aveva costruito mattone su mattone, con costanza, pervicacia, nonchalance e anche maestria e spregiudicatezza, un buco di 14 miliardi, di cui 10 ai danni dei risparmiatori». Inoltre Nocerino sostiene che «la vicenda Parmalat ha sferrato un colpo durissimo all’immagine della nostra economia» e si è inoltre richiamato alle attuali vicende economiche statunitensi.

Chi sono i responsabili di tutto questo? A giudizio di Nocerino c'è una persona cui addebitare la responsabilità: Calisto Tanzi. «Questo è il processo a Tanzi, il perno di tutto e copriva tutto e tutti», ha detto il pubblico ministero. Secondo il pm è lo stesso Tanzi che già nel '90 aveva ammesso che la situazione finanziaria del gruppo era «già pericolante», senza riconoscere «l'abbraccio mortale delle banche». Era lui che aveva scelto i suoi collaboratori, come Fausto Tonna, l’ex direttore finanziario definito «creativo» e anche «la genesi delle falsificazioni era diretta da Tanzi». «È vero - ha proseguito il pm - che la bassa cucina, a volte con momenti grotteschi, la facevano altri, ma è pur vero che alla fine Tanzi copriva tutto e tutti».
Uno dei difensori di Tanzi, l’avvocato Belloni, ha replicato fuori dall’aula in una pausa dell’udienza: «andando nello specifico non so se è possibile identificare in Tanzi l’unico responsabile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Gestione rifiuti: bando da 44 milioni per 15 anni di affidamento del servizio

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

4commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

salute

Un'équipe dell'Università di Parma studia la chirurgia mini-invasiva contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

7commenti

Traffico

Nebbia a Parma: ancora disagi in mattinata

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

CRIMINALITA'

Delitti di 'Ndrangheta nel 1992 a a Reggio Emilia: tre arresti della polizia

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

SPORT

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

3commenti

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»