12°

Parma

Processo Parmalat, il pm: "Tanzi deve ancora spiegare cosa fece in Ecuador"

Processo Parmalat, il pm: "Tanzi deve ancora spiegare cosa fece in Ecuador"
Ricevi gratis le news
0

E' terminata questa mattina a Milano la requisitoria del pm Carlo Nocerino sul filone milanese del processo per il crac Parmalat. «E' credibile che la Parmalat di Tanzi sia andata così per 15 anni senza connivenze politiche e istituzionali?», si è chiesto oggi in aula il pm, terminando la parte generale della requisitoria.
Il magistrato, facendo qualche accenno ai verbali (con molti "omissis") inviati nel corso delle indagini milanesi alla Procura di Parma, si è augurato che in tribunale a Parma «Tanzi dica tutta la verità». Nelle battute finali del suo intervento il magistrato ha anche aggiunto che se al processo di Milano Tanzi ha lasciato solo dichiarazioni spontanee in 22 pagine, «ora deve riempirne altre 22 per dire a quanto ammontano le sue appropriazioni personali e che cosa è andato a fare veramente in Ecuador».

Dopo Nocerino, la requisitoria è proseguita con il pm Eugenio Fusco, che ha iniziato così: «C'era sempre la mano paternalistica di Tanzi a risolvere tutto. Nei consigli di amministrazione c'era Tanzi che, non so per quale malefico carisma, riusciva sempre a mettere a tacere tutti. Sono questi allora i consiglieri indipendenti?». Questa parte di requisitoria infatti è incentrata sul ruolo dei consiglieri indipendenti di Parmalat, finiti sotto processo a Milano assieme all’ex patron dell'azienda di Collecchio. Il pm parla del ruolo di Luciano Silingardi, Enrico Barachini e Paolo Sciumè: sottolinea la loro «complicità» e ha aggiunto: «Meno che mai erano stati truffati. Loro hanno detto di essere stati ingannati, truffati da Tanzi, ma chi è truffato sporge denuncia, e i veri truffati ce li abbiamo qui dietro – ha proseguito, riferendosi ai risparmiatori -. Loro (i consiglieri, ndr.) invece hanno sperato fino all’ultimo che la barca non naufragasse».

LA CRONACA DI IERI. Parmalat Finanziaria, fra gli anni '90 e il crac del 2003, «ha drogato il mercato». Un'azione che comprendeva comunicati stampa con notizie non vere. E la responsabilità di questi 15 anni di condizionamenti del mercato è da attribuire tutta all'ex patron Calisto Tanzi. Sono queste le accuse mosse dal pubblico ministero Carlo Nocerino.
Stamane infatti è in corso la requisitoria dei pubblici ministeri nell'ambito del filone milanese del processo per il crac Parmalat: i capi d'imputazione sono aggiotaggio e ostacolo all’attività degli organi di vigilanza.

Il magistrato ha spiegato che la requisitoria è stata suddivisa in tre parti: a Nocerino tocca illustrare il quadro generale delle accuse, mentre il pm Eugenio Fusco illustrerà il capitolo sulla responsabilità degli amministratori indipendenti. Il procuratore aggiunto Francesco Greco parlerà invece del rapporto fra la vecchia Parmalat e Bank of America.

All’inizio della sua requisitoria, Nocerino ha citato due comunicati stampa emessi da Parfin (cioè Parmalat Finanziaria) dei giorni 11 e 12 novembre 2003. I comunicati illustravano «la grande solidità della struttura economica e finanziaria del gruppo» e respingevano le accuse di crisi, che secondo il management di allora erano dovute a presunti speculatori del mercato. «L'essenza di questi due comunicati stampa è che Tanzi ci spiega che disinformare significa alterare gli strumenti finanziari», ha detto Nocerino.
Appena un mese dopo queste dichiarazioni ottimiste dell'azienda, però, come sottolinea Nocerino «esplode il caso Parmalat, implode il sistema Tanzi. Era da quindici anni che Parfin manipolava i mercati, ha in modo immanente drogato il mercato».
Fra i vari punti il pm ha spiegato ai giudici che il gruppo «aveva costruito mattone su mattone, con costanza, pervicacia, nonchalance e anche maestria e spregiudicatezza, un buco di 14 miliardi, di cui 10 ai danni dei risparmiatori». Inoltre Nocerino sostiene che «la vicenda Parmalat ha sferrato un colpo durissimo all’immagine della nostra economia» e si è inoltre richiamato alle attuali vicende economiche statunitensi.

Chi sono i responsabili di tutto questo? A giudizio di Nocerino c'è una persona cui addebitare la responsabilità: Calisto Tanzi. «Questo è il processo a Tanzi, il perno di tutto e copriva tutto e tutti», ha detto il pubblico ministero. Secondo il pm è lo stesso Tanzi che già nel '90 aveva ammesso che la situazione finanziaria del gruppo era «già pericolante», senza riconoscere «l'abbraccio mortale delle banche». Era lui che aveva scelto i suoi collaboratori, come Fausto Tonna, l’ex direttore finanziario definito «creativo» e anche «la genesi delle falsificazioni era diretta da Tanzi». «È vero - ha proseguito il pm - che la bassa cucina, a volte con momenti grotteschi, la facevano altri, ma è pur vero che alla fine Tanzi copriva tutto e tutti».
Uno dei difensori di Tanzi, l’avvocato Belloni, ha replicato fuori dall’aula in una pausa dell’udienza: «andando nello specifico non so se è possibile identificare in Tanzi l’unico responsabile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

6commenti

POLIZIA

Rubavano gomme ai camion: 10 arresti, anche la Stradale di Parma nell'operazione

I malviventi viaggiavano fra la Puglia, l'Emilia-Romagna e il Piemonte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Multati altri 3 tifosi che hanno esposto una "coreografia non autorizzata" fra il primo e il secondo tempo

1commento

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

ECONOMIA

Il ministro Martina ha incontrato i produttori di Parmigiano. Alluvione: "Siamo attenti a fare le cose bene"

Il presidente del Consorzio Bertinelli: "Cresce la produzione, prevediamo una crescita dell'export"

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

9commenti

AMARCORD

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260