Parma

Carcere: cinque agenti aggrediti da un detenuto

Carcere: cinque agenti aggrediti da un detenuto
Ricevi gratis le news
24

Cinque agenti della polizia penitenziaria sono stati aggrediti da un detenuto di origine magrebina questa mattina nel carcere di Parma. Lo riferisce Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del sindacato Sappe.  Il detenuto – secondo quanto riferito da Durante – dopo essersi rifiutato di cambiare cella per motivi di sicurezza, è andato in escandescenza e ha iniziato a colpire gli agenti presenti con pugni e calci. Uno di loro è stato colpito alla pancia. Subito dopo gli agenti hanno dovuto fare ricorso alle cure mediche ed hanno avuto prognosi fino a dieci giorni. 

Lo stesso detenuto – secondo il Sappe – si era reso responsabile di gesti analoghi in altri istituti, per ultimo nel carcere bolognese della Dozza.  Secondo Durante, non è la prima volta che nel carcere di Parma si verificano episodi di questo tipo. La polizia penitenziaria, nonostante una carenza di circa 150 agenti, continua a garantire la sicurezza e ad assolvere agli altri compiti istituzionali, come la partecipazione alla rieducazione dei condannati. Nei 206 penitenziari italiani gli eventi critici (aggressioni, gesti di auto ed eterolesionismo, tentativi di suicidi e suicidi, danneggiamenti ai beni dell’Amministrazione) variano dai 200 ai 250 al giorno.

«Non è comunque tollerabile che gli agenti che lavorano per 1200 euro al mese (ricordiamo che per effetto delle ultime finanziarie non ci saranno aumenti contrattuali fino al 2014) – sottoliena Durante – siano costretti anche a subire atti di violenza. Chiediamo punizioni esemplari (come l’isolamento e l’esclusione da ogni attività in comune, oltre alla denuncia penale) per coloro che si rendono responsabili di atti di violenza nei confronti dei nostri agenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patric

    26 Settembre @ 14.38

    Caro Rebelde, su quello che pensi della gazzetta non mi può interessare, ma a riguardo dei 5 contro 1 ti devo dire che devi avere un pò di esperienze a riguardo per poter parlare. Ricordati sempre che anche se è da solo ciò che lo distingue e che lo rende forte sugli altri 5 è il fatto che lui colpisce per fare male, per spezzarti le ossa, per rovinarti, per buttarti a terra per poi spaccarti la mascella a calci, per romprti le vertebre. I 5 polizziotti di certo si sono difesi, e quando uno si difende è debole, pensa solo a ripararsi e allontanarsi. Se lo volevano pestare lo avrebbero demolito in un secondo perchè siamo tutti uomini e quando la rabbia ti prende è la fine, non ti fermi piu.

    Rispondi

  • Geronimo

    26 Settembre @ 11.17

    Sono solidale con gli agenti e confermo quello che dice bianconero, ho lavorato in via burla 4 mesi e tanto mi è bastato per verificare le condizioni di lavoro, i mezzi a disposizione, l'attaccamento al lavoro che è inversamente proporzionale all'attenzione che il governo ha per i loro servitori dello stato

    Rispondi

  • Bianconero

    25 Settembre @ 11.05

    Rebelde,o come cavolo ti chiami,noi non lavoriamo con i manganelli in mano e non abbiamo assicurazioni che ci pagano.Mi piacerebbe averti ospite per un pò in una bella cella così potresti renderti conto che noi facciamo solo il nostro lavoro.I cinque colleghi feriti hanno avuto prognosi di 15 giorni e non 10 come dice l'articolo ed uno di loro ha il braccio ingessato!Quando un detenuto va in escandescenza all'improvviso e comincia a dare calci e pugni all'impazzata si riesce a fermare ma è normale che qualcuno si faccia male.Purtroppo però se ci facciamo male noi ci sono degli imbecilli che mettono in dubbio la veridicità dell'accaduto mentre se si fa male un detenuto noi diventiamo degli aguzzini e dobbiamo pagarci gli avvocati per difenderci da denunce varie......Spero seriamente di vederti presto da noi.......

    Rispondi

  • franco

    24 Settembre @ 16.31

    @ k2 , La mia ( forse ) non è stata compresa bene ; troppo spesso lei ,e i suoi colleghi , fate fin troppo , per portarli , in GALERA , e spesso siete VOI le vittime , di calci e pugni . Detto questo , e concludo , SE SONO A PIEDE LIBERO , ovvero per la strada , QUANTI DI VOI , SERVONO per ammanettarli , ? , NOI CITTADINI non possiamo farlo di SICURO . Siete carenti di personale ? lo sappiamo !!!!! La mia é stata e voleva essere UNA , Provocazione alla CLASSE POLITICA , In altri paesi , SI GUARDANO BENE dal Toccare UN POLIZIOTTO !!!!!!! Ora dovrebbe essere più chiaro , e la saluto . FALCO .

    Rispondi

  • Gio

    24 Settembre @ 14.39

    The Clasman lo sappiamo perchè non gli hanno dato le manganellate. Perchè in tanti avrebbero detto non è giusto. Se uno si scatena e devi tenerlo fermo senza fargli male non è facile.Poi comunque qualche spintone lo avranno dato....noi non lo sappiamo.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

8commenti

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Scintille in campo fra Scozzarella e Jallow. Cross di Lucarelli ma Fulignati "vola" fuori dalla porta e allontana il pallone

1commento

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

2commenti

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

MODENA

Ius soli, scontri alla manifestazione: arrestato 28enne antagonista di Parma

Il giovane è stato condannato a 6 mesi (pena sospesa). Due manifestanti al pronto soccorso, 6 agenti lievemente feriti

1commento

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

PARMA

Cremazione di cani e gatti: inaugurato il servizio a Pilastrello

È nato il Ponte dell’Arcobaleno

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

tg parma

Ponte chiuso fra Colorno e Casalmaggiore: protesta sulle due sponde del Po Video

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande