Parma

Caso Emmanuel, il dibattito si infiamma a livello nazionale

Caso Emmanuel, il dibattito si infiamma a livello nazionale
Ricevi gratis le news
53

Il dibattito sulla denuncia di Emmanuel Bonsu Foster continua ad infiammare il dibattito politico e mediatico a livello nazionale. Il ministro dell'Interno ha chiesto al prefetto di Parma Paolo Scarpis una relazione dettagliata sulla vicenda: lo ha confermato ieri sera intervenendo a Matrix, programma di Canale 5 condotto da Enrico Mentana. E questa mattina su Radio24 (la radio del gruppo Sole-24 Ore) si è parlato per un'ora della notizia e delle sue implicazioni: in collegamento telefonico è intervenuto l'assessore comunale alla Sicurezza Costantino Monteverdi, che ha detto che in futuro incontrerà il ragazzo e la sua famiglia, assieme al rappresentante della Comunità ghanese.

MARONI A MATRIX. Ieri sera Maroni a Matrix: versioni contrastanti Siamo di fronte ad «accuse gravissime»: e per questo «ho chiesto una relazione dettagliata al prefetto per accertare come sono andati i fatti». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, nel corso della puntata di ieri sera di «Matrix», su Canale 5, in merito alla denuncia di Emmanuel. «Mi sono fatto mandare i resoconti della denuncia del ragazzo e della polizia municipale - dice Maroni - e sono due versioni nettamente contrastanti». «Se avesse ragione il ragazzo - prosegue Maroni - sarebbero fatti molto gravi e penalmente rilevanti. E che nessuno può commettere». Ma, aggiunge Maroni, «la situazione sarebbe molto diversa se fosse vera la versione della polizia municipale».

DIBATTITO SU RADIO24. L'assessore comunale alla Sicurezza Costantino Monteverdi incontrerà Emmanuel Bonsu Foster e la sua famiglia. Non subito, perché l'indagine sul pestaggio da lui denunciato è appena iniziata, però non nega di essere disposto a farlo. E la visita, quando ci sarà, avverrà assieme al capo della Comunità Ghanese di Parma.
Monteverdi lo ha detto questa mattina intervenendo in collegamento telefonico a Radio24. Fra le 9 e le 10 va in onda «Viva Voce», programma di approfondimento condotto da Alessandro Milan. Gli altri “ospiti” del programma erano il sociologo ed ex sottosegretario Luigi Manconi e Filippo Saltamartini, senatore del Pdl ed ex segretario generale del Sindacato autonomo di Polizia).
Il tema del giorno è quanto denunciato dal 22enne Emmanuel nei giorni scorsi: un concitato controllo di agenti in borghese, le botte, l'accusa di essere il «palo» di un pusher, la busta con su scritto «Emanuel negro».
«Avete sentito la famiglia?», chiede Milan al rappresentante del Comune. «Probabilmente sentiremo anche la famiglia - dice Monteverdi -. Abbiamo parlato con il console ghanese e con il rappresentante della Comunità, la quale non ha mai creato problemi. Andremo dalla famiglia assieme al rappresentante della Comunità però c'è un'indagine in corso. Quindi bisogna stare attenti».

Nelle sue valutazioni sul caso, Monteverdi ammette che «questo caso ci è capitato fra capo e collo in maniera incredibile. Chiarisco che si tratta di una normalissima operazione di polizia municipale fatta su richiesta dei cittadini che frequentano il parco ex Eridania. Ci sono state più segnalazioni di spaccio di droga, non c'entra il decreto Maroni». L'assessore difende il Nucleo di pronto intervento della Polizia municipale, che annovera agenti con esperienza e formazione specifica. E sottolinea più volte che sarà l'inchiesta a fare chiarezza su quanto accaduto.

Nel corso della puntata di «Viva Voce» si è discusso sul razzismo e soprattutto sulle funzioni della Polizia municipale. Fra gli ascoltatori intervenuti al telefono, uno chiede che gli agenti tornino a fare i vigili urbani: che si occupino di traffico, non di criminalità. Saltamartini però ricorda che da molti anni le norme prevedono che la Polizia municipale possa raccogliere notizie di reato e riferirle all'autorità giudiziaria. E sempre più spesso alla Polizia municipale vengono demandati compiti che non si limitano alla sicurezza stradale.

Parma non è comunque una città razzista e c'è una buona convivenza fra oltre 120 nazionalità, aggiunge Monteverdi. Per lui l'aspetto più fastidioso, più doloroso della vicenda, è proprio quella scritta razzista sulla busta. Se una persona rifiuta di dare i documenti alle forze dell'ordine e ne nasce una situazione concitata, «un occhio nero e un polso distorto possono succedere - spiega l'assessore -. Ma se salta fuori l'accusa di razzismo, la città di Parma non può accettarla. Voglio dire a tutte le comunità di Parma che sono apprezzate per il lavoro che fanno in città». Riguardo alla busta, Monteverdi auspica che il magistrato disponga al più presto una perizia calligrafica: «Ci sono tante incongruenze nei fatti riportati e nella denuncia. Se fosse vera, la scritta sarebbe veramente grave e dovremmo ripensare a certe situazioni. Ho sentito dire che la perizia è già stata fatta ma non ne sono certo».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • daddaman!

    05 Ottobre @ 11.44

    aaaa che bello vivere in una citta di fascisti del c...o!mandiamo a casa la gente come la sigora Daniela!ma stiamo scherzando!sono di parma e sono stato al mare una settimana..ora ho la pelle scura mi sono abbronzato un sacco..speriamo non pestino anche me!!invece di fare scena davanti alle scuole xke la gente come gli anti droga dei carramba non prendde gente seria invece di prendere ragazzini..certo si lasciano i pz grossi dietro..alle spalle e magari ci guadagnano pure..bella e continuiamo cosi!il centro dello spaccio a parma non e' piazzale della pace!!

    Rispondi

  • francesca

    03 Ottobre @ 08.03

    e così il bravo ragazzo ha conquistato la ribalta tv,spalleggiato da giudici imparziali come Lerner e Santoro! Qui,nel solito processo senza la controparte,ha raccontato che mentre passeggiava in attesa delle lezioni(ma non va alle serali?)due persone hanno cominciato a rincorrerlo(SIC) A Parma i vigili giocano a rimpiattino nei parchi...Poi a menarlo., forse perchè aveva rotto il braccio a uno."Per difenderti" ha commentato Santoro: Scusate,ma questa è una farsa o si sta gettando fango su una città e le sue istituzioni solo per bieca ideologia ? sottolineo anche che la presunta vittima ha detto che spera di trovar lavoro mettendo a frutto l'esperienza maturata negli studi: non ha detto che fa le serali perchè l'anno scorso non è stato ammesso alla maturità per scarso profitto! non sono razzista ,ma chi distorce i fatti per trarne qualunque profitto mi disgusta,sia giornalista,politico o comune cittadino,bianco,nero,rosso non importa!

    Rispondi

  • Giancarlo

    02 Ottobre @ 18.25

    In difesa di Daniela.Riccardo è il classico demagogo.Una persona racconta la propria esperienza e manifesta le proprie perplessità e lui che fà?Butta lì una serie di banalità e perchè no anche di insulti.Ecco coloro che dovrebbe insegnarci il bon ton ed a trattare col prossimo.Mette perfino in dubbio le capacità educative di Daniela verso i figli ed è talmente presuntuoso da ritenere che Dio non la gradisca molto.Insomma un vero e proprio inquisitore,un novello Savonarola. che,potesse farlo,gli darebbe fuoco .Questo Riccardo non so chi sia e non m'importa saperlo.Tuttavia la sua arroganza lo qualifica pienamente.Un borioso convinto di poter dare lezioni di vita e di comportamento a Daniela.Tira perfino in ballo Borghezio : pura follia.A proposito,impari a scrivere : non può dire "Dio non ti gradisce" eppoi aggiungere "..che Lui ama e rispetta tutti" Avrebbe dovuto precisare "tutti tranne Daniela".Infine scrive che "...Lui (Dio)non fà differenze" come a dire "Dio perdona,io no".Un bel soggetto,non c'è che dire.

    Rispondi

  • romulus

    02 Ottobre @ 18.19

    DUE PESI E DUE MISURE? Vi racconto questo fatto di cronaca accaduto a Parma 5 o 6 anni fa. Sono le 3 o 4di notte e un uomo è fermo al semaforo alla guida della propria auto. Scatta il verde e parte sgommando; un'auto delle Volanti vede la scena, si insospettisce e parte all'inseguimento. L'uomo ovviamente si accorge di essere tallonato dall'auto della Polizia, ma, forse perché impaurito o forse perché in preda ad una delle crisi depressive di cui soffriva, non si ferma e pigia sull'acceleratore. Da notare che l'uomo che non si è fermato all'alt era un incensurato, non era armato e l'auto che stava guidando non era rubata, ma era la sua. L'inseguimento prosegue lungo una via Emilia che, vista l'ora e il giorno, era praticamente deserta. Ad un certo punto però il poliziotto a bordo della volante perde la testa, inspiegabilmente impugna la MITRAGLIETTA d'ordinanza (e non la semplice pistola) e scarica una RAFFICA DI PROIETTILI contro la macchina inseguita. Uno di questi proiettili si conficca nel cranio del fuggitivo che muore sul colpo, mentre la sua macchina si schianta contro il muro di recinzione di una casa. Il giorno dopo sulla Gazzetta c'è un ampio resoconto dell'accaduto con intervista a poliziotti e familiari della vittima, probabilmente anche la gazzetta di modena avrà dato risalto alla notizia poiché la vittima viveva all'ombra della Ghirlandina. Un paio di giorni su due quotidiani locali e poi basta, FINE DELLE TRASMISSIONI. Nessun TG nazionale ha riportato l'avvenimento e Repubblica o Corriere, se lo hanno fatto, hanno pubblicato la notizia a pagina 20. Fatto sta che nessun giornalista di grido e nessun politico si è strappato le vesti per difendere 'sto poveretto che, siccome non si era fermato all'alt della polizia, è stato preso a MITRAGLIATE. Penso che molti giornalisti non sappiano più distinguere i fatti dalle opinioni: se ne fregano della deontologia e guardano al proprio articolo come un prodotto da vendere, manco fosse un dentifricio. Non importa che sia veritiero: l'importante è che stuzzichi l'opinione pubblica e che sia scritto in funzione del politico a cui l'editore fa riferimento. Parma è sicuramente molto triste per colpa di questa storia, i più contenti sono invece i vari TG3, Repubblica e Santoro che saranno felicissimi di speculare su caso Emmanuel per vendere i loro "Primo piano" ed "Anno zero". Io amo il giornalismo, ma in Italia, ormai, c'è poco da sperare.

    Rispondi

  • paolo

    02 Ottobre @ 17.57

    ma veramente uno dei vigili è lo stesso dell'episodio dell'anno scorso in centro? Auguri al ragazzo, sarà fatta "senz'altro" giustizia!!! Se non c'eranor le telecamere della banca a riprendere tutto.... Direttore, ma veramente pensa che il razzismo a Parma non ci sia (e poi in questo caso non c'entra solo il razzismo)? Naturalmente non parlo di tutti, ma se la media rispecchia quella del forum...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Allerta meteo livello giallo

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

5commenti

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

TRAFFICO

Tamponamento nel pomeriggio sulla tangenziale nord

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

Differenze di genere, Torti: «Diamo la libertà di scegliere qualsiasi strada»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

Genova

Mamma salva il figlio di un mese e mezzo seguendo le istruzioni telefoniche del 118

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

SPORT

CHAMPIONS

Roma battuta di misura: 2-1 per lo Shakhtar

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra