Parma

Medici, Tiberio d'Aloia lascia la guida dell'Ordine

Medici, Tiberio d'Aloia lascia la guida dell'Ordine
Ricevi gratis le news
2

 Lorenzo Sartorio

Tiberio d’Aloia,  noto e stimato cardiologo di lungo  corso, storico presidente dell’Ordine dei medici, ieri,  durante   l’assemblea   ordinaria annuale  dell’Ordine, ha annunciato che non si ricandiderà per  il  prossimo  mandato, dopo  circa  12 anni di  guida ai vertici  dell’istituzione.
 Dinanzi  ad una sala  gremitissima  di colleghi,  d’Aloia, nativo di Manerbio, ma a Parma del 1957,   laureatosi  presso il nostro ateneo,  una significativa  esperienza  ospedaliera a fianco dei professori  Molinari e  Bianchi prima  di  scegliere  la libera professione,  ha deciso di passare  il testimone  ad un collega.
 L’intensa mattinata  nella  sede   dell’Ordine  dei camici  bianchi  si è aperta  con un interessante  convegno  che avuto per tema «Il giovane medico  che si affaccia alla  professione». 
Relatori sono stati  Tiberio d’Aloia,  il vice presidente  dell’Ordine  Pierantonio Muzzetto,  il segretario  Paolo Ronchini e, in rappresentanza degli odontoiatri, Paolo Dall'Aglio. Al termine  dei vari interventi  un’ottantina  di neo laureati   ha prestato il  «Giuramento di Ippocrate»  nel  corso  di una  significativa cerimonia. 
Dopo le  prassi di rito,  ossia  l’approvazione  del bilancio  consuntivo  2010 illustrato   dal tesoriere Paolo Dall’Aglio e la relazione del revisore dei conti Matteo Curti, ha preso  la parola d’Aloia,  il quale  ha motivato  il percorso   svolto dall’ Ordine sotto la sua guida a tutela  della deontologia medica  e del ruolo  del  medico in una società   sempre  più multiculturale.
Rivolto ai giovani colleghi,  il presidente dell’Ordine ha  affermato «che  fare il medico   non è un  mestiere come un altro».  «Al medico -  ha detto -  si mostrano  gli uomini  nella loro nudità, spogli  e  privi  di difese.  Ai suoi gesti  e alle sue parole  i malati attribuiscono  il valore  che eleva  la  professione  medica ad una missione sacrale». 
 «Il medico - ha proseguito   il relatore -  non è detentore della verità assoluta ma è testimone   di valori di umanesimo  integrale, di atti di carità e  di  voler  bene che lo caratterizzano nella disponibilità di un servizio.   Noto -  ha proseguito d’Aloia - che negli ultimi  anni  c’è stata una crescita significativa   di camici bianchi  al femminile.  E’ un traguardo  che la  donna ha conquistato  con una grinta che le fa onore  e con tanti sacrifici se si pensa  che  l’ingresso  alla facoltà  di Medicina,  in passato,   era stato ostacolato».
E poi la relazione morale del presidente dei «camici bianchi parmigiani»    che ha  rappresentato una sintesi  di quanto  è stato fatto in questi 12 anni .  Dopo avere ricordato  la figura   di Giancarlo Rastelli, indimenticato  cardiochirurgo  pediatrico,    d’Aloia ha  auspicato   che l’erigendo  Ospedale dei bambini  di  Parma   possa essere dedicato  al collega scomparso. Infine i ringraziamenti   ai colleghi, ai più stretti  collaboratori, in primis  al vice presidente Muzzetto e al  personale.
 Un  commiato,   pregno  di pathos e di commozione,  salutato dalle affettuose  parole  di Almerico Novarini  che,  a nome di tutti i  colleghi,  si è detto  «orgoglioso  di avere  avuto d’Aloia  presidente  e guida dell’ Ordine».
 Dopo la meritata standing ovation dei presenti  che  lo hanno applaudito   a lungo  abbiamo  chiesto a d’Aloia  un  suo  parere   circa il rapporto medico-paziente.
«L’informatica   e  la  tecnologia  - ha osservato -  hanno reso    le diagnosi   più veloci  e complesse, ma nel contempo hanno portato ad  un distacco con il  paziente. E’ necessario, specie da parte  dei giovani medici,   recuperare  questo distacco  ripristinando  quell’empatia   medico-paziente in quanto un buon medico   deve sapere  ascoltare  l’ammalato».
«Anche il corso di laurea   in Medicina - ha concluso  d’Aloia - è carente  sotto questo aspetto,   quindi  i  test  di accesso alla facoltà  di Medicina   dovrebbero   essere     in grado di   valutare   l’attitudine     di un giovane   alla  professione  medica  anche  sotto  l’aspetto umano».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ninna

    21 Novembre @ 20.51

    Io preferisco un medico con esperienza che un giovane.

    Rispondi

  • andrea fiaccadori

    26 Settembre @ 01.16

    era ora!! spazio ai giovani!!!!!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

allarme maltempo

L'Enza e il Taro fanno paura: vertice notturno. Sorbolo, ponte chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

Ladri, rifiuti, droga: non c'è pace. Ma qualcuno "resiste". Parlano i commercianti

4commenti

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS