19°

Parma

Michelotti: "Ma come è ridotta la mia Parma?

Michelotti: "Ma come è ridotta la mia Parma?
Ricevi gratis le news
0

Caro direttore, ti confesso che sono arrabbiato. Sono stanco. Siccome voglio bene alla mia città, alla mia gente, vorrei mettere in chiaro le cose. Mi riferisco alla nota questione della lapide per i morti di Salò alla Villetta. Ho letto tante cose che mi hanno dato fastidio, mi hanno ferito. Io la conosco, la storia di quegli anni. Perché io l'ho vissuta. La mia famiglia ha avuto dei morti, delle angherie. Noi ci siamo sempre battuti per la libertà, per l'indipendenza. Io sono nato e cresciuto nei borghi dell'Oltretorrente, e negli anni Trenta si sentiva ancora l'odore delle barricate. Mia madre e i miei zii erano tutti Arditi del popolo, hanno lottato contro i fascisti. Per colpa di un fascista, non ho potuto studiare e coronare il mio sogno di finire il conservatorio. Mia madre mi ci aveva mandato con molte difficoltà. Ma la mia esperienza è finita quando un professore fascista mi ha dato del bastardo, solo perché non portavo la camicia nera. Un mio zio è stato ucciso dai nazisti, messo sotto da un camion in Piazza. Un altro, che soffriva di cuore, è morto di infarto dopo essere stato inseguito da una «squadraccia» fascista. Si muovevano sempre in «squadre», perché uno contro uno non avrebbero mai avuto il coraggio: erano dei codardi e dei vigliacchi. Ma quando erano in gruppo, se ti prendevano ti sottoponevano a torture di ogni genere. Olio di ricino e bastonate, ma anche iniezioni di benzina nei genitali. Noi vivevamo sempre in fuga. Di notte, i miei zii andavano a dormire alla Villetta. Il custode, Fontana, lasciava il cancello socchiuso: e loro potevano infilarsi in un avello libero. E oggi io devo sopportare di vedere la lapide in memoria dei repubblichini vicino a quella degli eroi della Resistenza? No, direttore. Non ci sto. E' vero che bisogna avere pietà dei morti: ma questo è un affronto, per chi ha vissuto certe umiliazioni. E io, ovviamente, non sono certo l'unico. Per non parlare di quelli che hanno tradito. Tra i repubblichini in camicia nera c'erano anche tanti ragazzi dei borghi che, senza pensarci un attimo, hanno fatto la spia, tradendo vecchi compagni di scuola, vecchi amici di giochi in strada. Gente fatta arrestare, fatta torturare, fatta ammazzare. Ferite che non si rimargineranno mai, ti assicuro. Che restino nelle loro tombe. Ma la lapide proprio no. Sono partito dalla questione della lapide, che mi sta molto a cuore, per dirti, caro direttore, in che mani siamo. E qui mi riferisco ai nostri amministratori, quelli che hanno consentito di realizzare la lapide e non solo. La raffica di arresti di tre mesi fa, e quello dell'assessore Bernini, mi hanno ferito molto, da parmigiano. Bulli da sagra, ecco cosa sono.  Senza dignità. Ottusi o incapaci, non si scappa. Prima il verde pubblico, poi addirittura le mense delle scuole dei bambini. No. Non ci sto. Con tutto quello che tanti, tantissimi volontari fanno nelle scuole, andando a raccontare le nostre tradizioni, la nostra cultura, i nostri valori. Penso al Club dei 27, alla Famija Pramzana, alle associazioni dei donatori di sangue, a tutte le associazioni culturali, che fanno migliaia di attività, tutto gratuitamente. Noi lo facciamo per la nostra città, per i ragazzi che rappresentano il nostro futuro. E cosa insegnano loro i nostri amministratori? Sono dispiaciuto anche per le famiglie degli arrestati, per i loro figli. Penso a quei ragazzi che prendono la Gazzetta e vedono la foto del padre e il titolo a caratteri cubitali: «Arrestato». Penso allo choc. E penso a com'è ridotta la mia città, la mia Parma». Alberto Michelotti
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

IL CASO

Albero travolge un taxi e due auto in centro a Roma: un ferito Foto

SPORT

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro