-2°

10°

Parma

Doppio raid al "Billa": arrestati i due tunisini

Doppio raid al "Billa": arrestati i due tunisini
Ricevi gratis le news
1

Sono stati arrestati i due tunisini che sabato mattina erano entrati al supermercato «Billa» di via D'Azeglio, facendo man bassa di alcolici e cibarie e poi avevano oltrepassato le casse a suon di minacce e «avvertimenti» ai dipendenti che cercavano di fermarli. 
I due stranieri erano stati bloccati dai poliziotti delle Volanti mentre si trovavano ancora all'interno del supermercato: quello però era il loro secondo blitz nella stessa mattinata. 
La prima volta si erano fatti vivi intorno alle nove: nel supermercato ancora non c'erano molti clienti e quei due avevano l'aria di chi ha già fatto un discreto pieno di alcol, il fare spavaldo e strafottente di chi è convinto che nessuno oserà sbarrargli il passo. 
Avevano cominciato a riempire zaini e borsoni con tutto quel che raccattavano in giro, privilegiando le provviste di birra e vodka. 
Se n'erano andati dopo avere rivolto frasi inequivocabili al personale («state zitti, oppure...») ed  erano spariti in via D'Azeglio. 
Per chi se li era trovati davanti non c'è stato nemmeno il tempo di tirare il fiato e la peggior sorpresa è stata vederli tornare dopo poco. 
Un quarto d'ora rieccoli dentro il «Billa», ma stavolta gli impiegati devono avere pensato che era davvero troppo e con una manovra discreta qualcuno è riuscito ad attaccarsi al telefonino e chiamare il 113. 
Provvidenziale e rapidissimo l'arrivo dei poliziotti: i due stranieri erano ancora intenti alle loro sbruffonate alcoliche e a mettere insieme una nuova spesa gratis. 
Stavolta però è andata male: bloccati dai poliziotti, sono finiti dritti in questura, dove sono stati identificati ed è venuto fuori il curriculum di ciascuno. 
Non dovrebbero essere residenti nel quartiere, e comunque in Oltretorrente quei tunisini pare proprio siano facce parecchio conosciute, visto che ogni giorno bazzicano nei luoghi di ritrovo degli habitué.
Due tipi tosti,  abituati ad alzare il gomito e all'occorrenza a diventare molesti: si sarebbero fatti già «notare» in precedenti risse ed episodi movimentati. 
Dopo la recente ondata di polemiche sul degrado in Oltretorrente e proprio sulle risse che erano diventate ormai quasi quotidiane in  piazzale Inzani e dintorni, la situazione viene attentamente monitorata dalle forze dell'ordine e probabilmente non è un caso che in certi orari il via vai di gazzelle e pantere si sia fatto molto più assiduo. I negozianti approvano: in posti come il «Billa» non è  poi così raro per chi lavora dietro un bancone o a una cassa avere a che fare con clienti dai modi non proprio urbani,  dove è quasi sempre è l'alcol a fare da detonatore. Fino ai casi limite, come il raid di sabato.      

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuio

    04 Ottobre @ 09.49

    evviva la cultura che l'mmigrazione ci porta !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il pm chiede la confisca della casa di Fabrizio Corona

MILANO

Il pm chiede la confisca della casa di Fabrizio Corona

La principessa Eugenie si sposerà in autunno

gran bretagna

La principessa Eugenie si sposerà in autunno

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

NOSTRE INIZIATIVE

Domani lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

3commenti

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

3commenti

chiozzola

Sorprendono il ladro in cortile. Il sindaco: "Cittadini, ingrassate le navette"

1commento

INCHIESTA

Nomine al Maggiore, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex rettore Borghi

1commento

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

polemica

Eramo: "Sulla sicurezza la giunta non si auto-assolva: mancano scelte coraggiose"

"Perché non avete chiesto ai vigili di fermare i consumatori di droga?"

1commento

economia

Rapporto Ismea, Parma nettamente in vetta per l'agroalimentare

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

TECNOLOGIA

Telefoni e tablet in classe: a Parma non sono una novità

salso

Addio alla maestra Angela Bonassera, in cattedra per 35 anni

COLLECCHIO

In vent'anni, in Comune, 20 dipendenti in meno

1commento

ALLARME

Bocconi avvelenati al parco Martini: area transennata

SORBOLO

Parma-Brescello: bus sostitutivi fino a fine estate

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

22commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Politica

Grillo separa il suo blog dal M5S: "Parliamo di futuro"

gran bretagna

Rientra l'allarme per la fuga di gas a Londra: riaperte strade e metro

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

1commento

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video