-0°

12°

Parma

Processo Bonsu: otto condanne

Processo Bonsu: otto condanne
Ricevi gratis le news
148

PROCESSO BONSU: LA SENTENZA

E' stata emessa  la sentenza per il processo Bonsu. Questi i verdetti:

(fra parentesi le richieste dell'accusa)

SIMONA FABBRI - 7 anni  6 mesi   (9 anni)

STEFANIA SPOTTI - 6anni 8 mesi  (8 annni,8 mesi)

GIORGIO ALBERTINI -  4 anni 7 mesi   (6 e 10)

ANDREA SINISI - 4 anni 9 mesi  (6 e 11)

MARCO DE BLASI -3 anni 4 mesi  (6 e 10)

GRAZIANO CICINATO - 2 anni (pena sospesa) 

MIRKO CREMONINI - 3 anni 6 mesi   8 e 7)

PASQUALE FRATANTUONO - 7 anni 9 mesi   ( 9 e 3)

Interdizione dai pubblici uffici :  perpetua per Fabbri, Spotti e Fratantuono - Di 5 anni per Albertini, Sinisi , De Blasi e Cremonini

Provvisionale - 135mila euro in solido fra i vigili imputati. Non riguarda quindi il Comune

IL DETTAGLIO DELLA SENTENZA

La pena più consistente è stata pronunciata nei confronti di Pasquale Fratantuono, l’agente ritratto nella fotografia 'trofeò che fu trovata nel corso di indagini sul suo computer di servizio; nell’immagine compariva assieme a Bonsu che aveva l'occhio sinistro vistosamente tumefatto. Per lui una condanna a sette anni e nove mesi, con interdizione in perpetuo dai pubblici uffici.

Sette anni e sei mesi di carcere, invece, per Simona Fabbri, commissario capo della Municipale di Parma e vice comandante del Corpo all’epoca dei fatti. Sei anni e otto mesi, per Stefania Spotti, ispettore capo della Municipale, con compiti di coordinamento dell’operazione antidroga che portò all’arresto del giovane ghanese; anche per lei interdizione in perpetuo ai pubblici uffici. Tre anni e sei mesi per Mirko Cremonini, l'agente che insieme a Pasquale Fratantuono condivideva l'aggravante razziale nel corso del processo. Anche per lui interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. Tre anni e quattro mesi per Marco De Blasi, un altro degli agenti alla sbarra, che è stato interdetto dai pubblici uffici per la durata di cinque anni. Quattro anni e nove mesi per Andrea Sinisi, interdetto per di cinque anni. Quattro anni e sette mesi per Giorgio Albertini, anche per lui interdizione quinquennale. Pena lievissima, invece, per Graziano Cicinato, l’unico agente nei confronti del quale il tribunale di Parma ha pronunciato assoluzioni per la maggior parte dei capi di imputazione contestati. Cicinato è stato condannato a due anni, pena sospesa, in ragione della condizionale.

Molto delusa la parte civile, che rappresentava la famiglia Bonsu, che si è vista sì riconoscere un diritto al risarcimento del danno e una provvisionale di 135 mila euro, ma si è vista respingere dal tribunale la richiesta di considerare il Comune di Parma responsabile civile per quanto accaduto al ragazzo. Significa che la provvisionale e gli eventuali danni ulteriori che dovranno essere determinati nel corso di un procedimento civile non sarà pagata dall’Amministrazione cittadina di parma in solido con gli imputati, ma da questi ultimi solo. La difesa della famiglia Bonsu non ha voluto parlare subito dopo la pronuncia della sentenza, ma è più che probabile il concorso in appello. Appello che sembra scontato da parte della maggior parte degli imputati letteralmente annichiliti dalla consistenza delle pene.  Il caso tre anni fa fece molto rumore e fu il primo ad incrinare l’immagine della città e dell’Amministrazione comunale, caduta la scorsa settimana dopo due indagini, con arresti, per tangenti e una terza con 11 assessori indagati per abuso d’ufficio.

La vicenda - Imputati sono l'ex vice comandante del corpo, Simona Fabbri, l'ispettore capo Stefania Spotti e gli agenti Giorgio Albertini, Andrea Sinisi, Marco De Blasi, Graziano Cicinato, Mirko Cremonini e Pasquale Fratantuono. E' un lunga lista di reati quella che il pm ha contestato agli otto vigili. E che le difese hanno sempre respinto. Concorso in lesioni aggravate, calunnia, sequestro di persona e falsità ideologica, oltre a violenza privata e perquisizione arbitraria nei confronti di due minorenni fermati durante la stessa operazione: queste le accuse di cui tutti devono rispondere. Per Fratantuono e Cremonini c'è anche l'aggravante della discriminazione razziale. Il primo è l'agente che al comando della polizia municipale si è fatto scattare una foto con la mano appoggiata sulla testa di Bonsu e ha scritto «Emanuel negro» sulla busta contenente gli effetti personali del ragazzo. Sia Cremonini che Frantantuono devono anche rispondere di violenza privata e tentata minaccia per costringere il ragazzo a confessare di essere il complice dello spacciatore palestinese fermato nella stessa operazione. A Fratantuono, inoltre, sono contestati i reati di perquisizione arbitraria e ingiuria. Pesanti le richieste di pena formulate lunedì scorso dal pm: da 6 anni e 9 mesi a 9 anni e 3 mesi. Per Fratantuono il «conto» più alto, ma subito dopo viene quello presentato all'ex comandante Fabbri, per cui sono stati chiesti 9 anni. Inoltre, non va dimenticata la richiesta della parte civile: 500mila euro come provvisionale da versare subito. Un risarcimento di cui dovranno farsi carico in solido tutti gli imputati condannati, oltre al Comune che è stato citato nel processo come responsabile civile. Non è il primo atto giudiziario sul caso che si conclude, perché due agenti sono già stati condannati con giudizio abbreviato, il rito che prevede lo sconto di un terzo della pena: 3 anni e 4 mesi per Marcello Frattini e 2 anni e 10 mesi per Fernando Villani. Ma oggi tutti protagonisti di quell'operazione conosceranno il loro futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    11 Ottobre @ 09.42

    Ok, poi vieni a raccontarci se durante quella notte ti sei divertito. Vedi, caro Fatoturchino, forse pensi di averci inviato una mail spiritosa: invece hai solo dato prova di razzismo ed ignoranza. Rileggiti, riflettici sopra: e vedrai che l'unica cosa di cui sarai contento, in questa mail, sarà quella di non averla firmata (che coraggio...!) con il tuo vero nome. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • Fatoturchino

    10 Ottobre @ 23.14

    Anche io voglio essere arrestato dai vigili, poi mi faccio fare una foto con scritto "Giuseppe - Mozzarella".Quant'é che si prende?135.000 euro?Mitico Bonsuclone, che ha trovato la gabola per stare in Italia a macca.

    Rispondi

  • salvo

    09 Ottobre @ 22.56

    se hanno sbagliato è giusto che paghino, però io nella mia carriera non ho mai visto condanne cosi pesanti per quei reati, tantomeno quella cifra di risarcimento.... forse perchè la categoria dei VVUU è quella vulnerabile,(Sparare sulla CRI) che nessuno difende... se fosse capitata ai CC o PS nemmeno sarebbero stati processati , anzi il fatto non sussiste.... Cari agenti e ufficilali io sono con con voi, perchè penso che stavate facendo il vostro dovere..... bravi.... non voglio pensare al vostro errore, cercate di dimostrarlo in appello....

    Rispondi

  • fi

    08 Ottobre @ 11.57

    Siamo sempre alle solite, il problema e' che non abbiamo le spalle coperte come altri......

    Rispondi

  • mariele

    07 Ottobre @ 10.03

    @ermano: ribadisco quanto detto da un'altro lettore.. non li chiami colleghi..sono stati interdetti dai pubblici uffici, quindi niente più divisa, pistoloni e manganelli.. e mi rattrista che Lei esprima solidarietà a chi ha commesso dei reati e per tali reasti condannati da un tribunale della Repubblica Italiana si ricordi che chi indossa una divisa deve onorarla e non è al di sopra della legge è un cittadino come tutti gli altri

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Superati i 10 metri d'acqua: il ponte sull'Enza a rischio chiusura

sorbolo

Enza verso i livelli storici: il ponte resterà chiuso fino a domani

Preoccupa il Baganza nel Bercetese

2commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

1commento

maltempo

Vetroghiaccio, disagi in Appennino. Berceto, tante case senza luce Le foto

ALLE PORTE DELLA CITTA'

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

20commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

1commento

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

legambiente

Ecco le 10 linee ferroviarie peggiori d'Italia. C'è anche la Brescia-Parma

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Rimpatriata

Caro, vecchio quartiere Marchi

Intervista

Paolo Fresu mercoledì al Regio

ecco la neve in città

Parma indossa un manto bianco Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

SPORT

Basket

Pugno all'avversaria: cestista squalificata per tre mesi

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema dal prossimo anno, dopo oltre 35 anni

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS