10°

Parma

Alcol alla guida: Il prelievo lo inchioda, il giudice lo assolve

Alcol alla guida: Il prelievo lo inchioda, il giudice lo assolve
Ricevi gratis le news
0

Roberto Longoni

La verità (sul vino) non è nel sangue. Almeno non negli esami ematici di routine compiuti al Pronto soccorso del Maggiore per stabilire eventuali eccessi alcolici tra gli automobilisti. «Accertamenti che hanno sì valore diagnostico e curativo, ma non medico-legale: quindi non sono in grado di dare certezze a chi deve emettere una sentenza». A sostenerlo è l'avvocato  Federico Palestro che su questo concetto ha basato la strategia difensiva per un cliente comparso ieri davanti al giudice Gabriele Nigro. Vincendo la causa (e convincendo anche il pm, Antonella De Stefano, che alla fine ha chiesto a sua volta l'assoluzione dell'imputato) e facendo uscire il proprio assistito con formula piena da una situazione tutt'altro che comoda.
Una sentenza che potrebbe fare storia in chissà quanti casi analoghi, in tutta la Penisola, e che potrebbe «annacquare» il capitolo del Codice della strada sulla lotta alla guida in stato d'ebbrezza. Insomma, stando così le cose, lo strumento  più affidabile per scovare il conducente ubriaco sarebbe il  cosiddetto «palloncino», non la siringa.
  Una vicenda che per il ventenne agricoltore assistito da Palestro ha inizio un paio d'anni fa. Il ragazzo, verso sera, viene fermato per un normale controllo mentre è alla guida del proprio autocarro su una strada del Nevianese. Alla pattuglia il suo comportamento appare in qualche modo sospetto. C'è il forte dubbio che il giovane non abbia la lucidità necessaria per mettersi alla guida di un veicolo. La possibilità di una verifica immediata non c'è, essendo la pattuglia sprovvista dell'etilometro.
Così, si passa dal Pronto soccorso del Maggiore. Il prelievo del sangue dà un risultato che, almeno in apparenza, inchioda il giovane. Dall'esame risulta che  nel suo sangue si trovano 2,23 grammi d'alcol per litro. Il limite fissato dalla legge è di mezzo grammo. A peggiorare la situazione c'è il superamento di una seconda soglia, quella del grammo e mezzo, oltre la quale le sanzioni si inaspriscono, prevedendo anche il sequestro del mezzo ai fini della confisca.
      L'agricoltore si trova così doppiamente appiedato: senza patente (che gli viene sospesa per un anno e mezzo) e senza autocarro, che gli serve anche per il lavoro. Senza contare le conseguenze civili e penali. «Avrebbe rischiato, oltre alla confisca definitiva del veicolo - ricorda Palestro - anche qualche mese d'arresto e una pesante multa».
E' sotto queste spade di Damocle che il giovane vive i quasi due anni in attesa di giudizio. Intanto, per 18 mesi se ne sta alla larga dal volante, facendosi scarrozzare da altri quando non può proprio fare a meno di mettersi in strada. Poi, quando riprende a guidare, deve arrangiarsi in qualche modo per sostituire l'autocarro sequestrato, con il quale si spostava e lavorava.
  E' un'arringa scientifica  a liberarlo da una situazione che - cifre alla mano - sembra disperata. Ma è proprio nelle cifre, o almeno negli strumenti che le stabiliscono, che le accuse hanno il punto debole.  «Ha un fondamento scientifico - sottolinea Palestro - dire che il metodo enzimatico usato per la ricerca di alcol nel sangue non dà certezze assolute. I valori possono tranquillamente variare del 20 o del 30 per cento, perché si evidenziano anche altre sostanze».
 In realtà, sembra che anche con il prelievo ematico ci sia la possibilità di avere risultati certi. Ma con un tipo d'analisi diverso da quello enzimatico. «Cioè con il metodo gascromatografico e con lo spettrometro» spiega il legale. Invece, nel caso dell'agricoltore, mancando la «certezza dei valori, non è stato possibile verificare la sussistenza del reato». Da qui -  visto che nel dubbio l'ago della bilancia pende  dalla parte dell'imputato - la chiusura del processo con un'assoluzione. E per di più  con formula piena. Verdetto  che,  di conseguenza, contiene  una non troppo larvata «accusa» nei confronti degli stessi strumenti dell'accusa. «Queste - dice l'avvocato - sono sentenze che dovrebbero far riflettere gli enti preposti, perché si dotino di metodologie attendibili per determinare la presenza di alcol nel sangue».
  E l'imputato come l'avrà presa? Facile immaginare che abbia brindato. Ma con moderazione. E magari senza mettersi al volante. Metti caso che sulla strada, anziché in una siringa da prelievi, ci s'imbatta in  un etilometro...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareporter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

orrore a BANGKOK

Italiano ucciso e bruciato in Thailandia, caccia alla ex e all'amante

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video