-2°

Parma

Incidenti sul lavoro Le morti bianche non diminuiscono

Incidenti sul lavoro Le morti bianche non diminuiscono
Ricevi gratis le news
2

Chiara Pozzati
Parma: calano le vittime degli infortuni sul lavoro, ma il numero di morti bianche resta invariato.
Lo comunica  Angelo Andretta, direttore generale dell’Inail, che sottolinea come sia necessario «esortare dipendenti, datori e istituzioni a non abbassare la guardia».
«Nel 2009 sono stati indennizzati oltre 11 mila casi di infortuni sul lavoro tra città e provincia, nel 2010 "solo" 10.800. Si tratta del 2,1 % in meno - precisa ancora Andretta -. Ma sia nel 2009 che nel 2010 sono accaduti 9 incidenti mortali, con grande incidenza degli infortuni stradali (5 nel 2009 e 6 nel 2010). E, dall’inizio di quest’anno, sono già 7 le persone che hanno perso la vita mentre svolgevano il proprio mestiere».
Un bilancio  amaro ma significativo, quello tracciato ieri a margine dell’incontro organizzato dall’Associazione nazionale mutilati ed invalidi del lavoro (Anmil).
Numeri che rappresentano volti, storie, lacrime che non si cancellano ma anche la speranza di cambiare. La morte bianca non dimentica nessuno e non lascia tracce, nella memoria e nei gesti degli uomini. Ecco perché nella sessantunesima Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro «Anmil ha voluto lanciare un appello a 360° - spiega Tullio Gandolfi, presidente del sodalizio -. Si tratta di un invito rivolto a operai, maestranze, imprese e istituzioni: tuteliamo i diritti e la salute dei lavoratori». Come? «Attraverso il rispetto delle norme di sicurezza - rimarca Gandolfi - ma anche tramite massicce campagne di prevenzione».
Una sensibilizzazione  che passa attraverso culture e generazioni: «a cominciare proprio dalla scuola - rilancia il presidente di Anmil -: l’educazione civica dev'essere istituzionalizzata, esattamente come accade per inglese o matematica».
La sala è gremita: numerose le autorità civili e militari che partecipano all’incontro. Come la deputata Carmen Motta, il generale Segio Boscarato, l’assessore comunale ai Servizi sociali, Andreana Scapuzzi. Dopo la deposizione di una corona di fiori ai piedi del monumento dedicato ai caduti sul lavoro di piazza Matteotti e la celebrazione della messa, i parmigiani si riversano nella sala del Grand Hotel de la Ville per partecipare al confronto.
Ad aprire  i lavori è Gandolfi, poi prende la parola la Motta che afferma: «Oggi (ieri per chi legge, ndr) è impossibile non ripensare alla strage di Barletta, al quadro economico, politico e assistenziale del nostro Paese. E anche in questo quadro Anmil Parma è particolarmente apprezzata: per la sua capacità di chiedere il sostegno delle istituzioni, di voler entrare all’interno delle imprese senza cercare lo scontro ma il dialogo, e di offrire autentico sostegno a vittime e familiari dei lavoratori. In una parola: per la capacità di non arrendersi».
E questa settimana scatterà l’operazione vigilanza intensiva nei cantieri edili del nostro territorio: una task-force d’ispettori passerà al setaccio stabilimenti e attrezzature di uno dei settori da bollino nero per incidenti e morti bianche.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    11 Ottobre @ 15.06

    I suoi dati e il suo controbuto sono interessantissimi e fanno riflettere. Ma se parla di "calo delle morti sul lavoro che non c'è stato" e di "dati snocciolati dai media", mi viene il dubbio che lei non abbia letto con attenzionde il nostro titolo, che per l'appunto sottolinea che "le morti bianche NON diminuiscono". Leggendo le sue prime righe, senbrerebbe avessimo scritto il contrario

    Rispondi

  • carlo

    11 Ottobre @ 14.40

    Un calo delle morti sul lavoro che non c'è stato Continua la mistificazione imposta dalla propaganda, sulle morti per infortunio sul lavoro. Anche oggi, giornata dedicata ai morti sul lavoro, tutti i media snocciolano 980 morti nel 210 per infortuni sul lavoro, evidenziato un calo rispetto al 2009. In realtà non è così. I morti sul lavoro nel 2010 rispetto al 2009 sono aumentati del 6% arrivando a toccare 1080 morti se si sommano i morti sui luoghi di lavoro e quelli in itinere, vittime sommate anche nelle 980 delle statistiche ufficiali. Sui luoghi di lavoro sono stati 594 del 2010, contro le 555 del 2009, l'aumento è stato del 6,6%. Cosa si deduce da queste morti tutte documentate in apposite tabelle dall'Osservatorio? Che il monitoraggio ufficiale è parziale, che moltissimi morti vengono esclusi dalle statistiche. E i numeri se si analizzano a fondo mettono in luce una tragica realtà: che la prevenzione si fa solo nelle grandi aziende sindacalizzate e che se anche c'è stato un calo nelle statistiche ufficiali, questo calo è dovuto esclusivamente al miglioramento delle morti in itinere. Nel 2011 sta andando ancora peggio. CONCLUSIONI Per fortuna anche i lavoratori acquistano automobili tecnologicamente più sicure. Carlo Soricelli dell'Osservatorio Indipendente di Bologna sulle morti per infortuni sul lavoro

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

13commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

7commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

vela

Gabart, poco più di un mese per fare il giro del mondo in solitario

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260