11°

22°

Parma

Altra Politica: "L'ultima Giunta reintroduca l'esenzione nelle mense di scuole e asili"

Ricevi gratis le news
8

Maria Teresa Guarnieri e i consiglieri di "Altra Politica Altri Valori" scrivono una lettera aperta alla Giunta, che martedì si riunirà per l'ultima volta prima dell'arrivo del commissario. Dopo aver letto di una madre che non riesce a pagare la mensa per i figli a scuola, chiede che l'ultimo atto della Giunta cittadina sia il ripristino dell'esenzione per le fasce di reddito più basse.
Ecco il testo della lettera: 

Caro Sindaco e cari assessori,
abbiamo letto che martedì prossimo terrete la riunione finale di Giunta, per adottare gli ultimi provvedimenti prima che arrivi il commissario.
Ci rivolgiamo a voi ancora nella veste di consiglieri comunali - perché tali restiamo fino a quando le dimissioni del Sindaco non diventano efficaci – per sottoporvi una questione che crediamo dovreste affrontare prima di andarvene: quella di ripristinare l’esenzione del pagamento dei pasti nelle scuole e negli asili per le fasce di reddito più basse. Sapete che in Consiglio ci siamo fortemente opposti a quel provvedimento, ritenendolo profondamente ingiusto, anche se motivato con l’equilibrio di bilancio. Dopo quello che abbiamo letto ieri, di una madre che non ce la fa a pagare per la mensa dei suoi figli ed è costretta a toglierli, non si tratta di stabilire chi aveva ragione e chi no:  siamo tutti parimenti perdenti. E’ drammatico pensare che ci sono persone in città - e sono più di quante immaginiamo -  per le quali due euro al giorno fanno la differenza e che ci sono madri e padri che, nonostante tutto, cercano di andare avanti con dignità e di non umiliare i loro ragazzi. Come città non possiamo permettere che i loro sforzi si scontrino contro istituzioni che non li aiutano e non possiamo lasciare che ci siano bambini che vengano umiliati dalla nostra incapacità di adulti di garantire giustizia e equità. Nessuno deve rinunciare al servizio mensa perché la sua famiglia non ce la fa a pagare. Vi chiediamo, di adottare un atto di Giunta  che, a parità di bilancio, individui voci che possano essere tagliate senza troppa sofferenza e ripristini i fondi per l’esenzione del pagamento pasti, o comunque risorse per dare contributi a chi non ce la fa.  Sarebbe un provvedimento concreto per le famiglie, un aiuto ai bambini e un atto di rispetto per la loro dignità, di cui la città vi sarebbe grata. 

Maria Teresa Guarnieri    Gabriella Biacchi   Paolo Pizzigoni
Altra Politica   Altri Valori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • patric

    17 Ottobre @ 17.07

    Eg. Raffy, ti stai dando la zappa sui piedi. Se ti lamenti per il fatto che sono quelli on reddito più alto a pagare di piu allora te la devi prendere con chi non fa i controlli a chi denuncia reddito zero quando invece guadagna dei bei soldini, mica con le famiglie che in relatà non arrivano veramente a fine mese. Voglio vedervi tutti con 1200 euro al mese con due figli da sfamare e un affittto. Altro che girare con il macchinone a fare lo sborone in giro. Vi scrive una persona che per sua fortuna non ha di problemi di questo tipo, ma che in passato li ha avuti sul serio. E' ora di scantarsi. Vediamo di dare la colpa al solito sistema del piffero che ci troviamo.

    Rispondi

  • Piero

    17 Ottobre @ 12.25

    Egr. Raffy e Sabina, spero che scuserete la mia mia intromisione in merito ai vostri post, ma, duole dirlo, a mio giudizio credo che il vero problema da affrontare andrebbe visto in altra ottica,. ossia: vero è che persone come VOI ( e per fortuna permettendo ) pagano fino all' ultimo centesimo qualsiasi servizio di cui abbisognano, ed è quindi giusto lamentarsi se, viceverse, vi sono persone " furbe " che non fanno altrettanto, ma ritengo altresì che occorra farlo, innanzitutto, in questa, come per altre situazioni, contro chi consente il perpetuarsi di questo stato di cose e non riterrei quindi equo il proposito, solo per il fatto di voler far valere le proprie ragioni, di andare a sparare, presi da una seppur legittima indignazione, sul mucchio. Se dal vostro punto di vista è giusto andare a togliere alle famiglie in difficoltà anche la possibilità di comunicare con i mezzi che normalmente siamo abituati ad utilizzare perchè solo così possono dimostrare di essere nell' indigenza, mettendoli nella condizione che la loro unica possibilità di comunicare con il mondo debba rimanere la strada dei cosiddetti " pizzini " ( cosa, questa, che neppure gli zingari usano più al giorno d' oggi ), beh !! perdonatemi, ma allora vuol dire che siamo proprio arrivati al culmine di una dannosissima guerra contro i poveri, mentre le persone che si sono arricchite alle nostre spalle ( lascio ad ognuno di valutare il " CHI " ) continuano a ingrassare economicamente ( e non solo ) in maniera indisturbata, godendo nel vedere come il " popolino " si affanna a sbranarsi l' uno contro l' altro. La domanda che mi verrebbe, a questo punto, da fare sarebbe: ma è proprio questa il Paese che vogliamo ?? Oppure occorre, magari, protestare per cercare di cambiare seriamente, all' origine, tutti questi malanni sociali di cui questa nostra povera Italia è cronicamente affetta ?? Lasciando ad ognuno, nella propria coscienza, di dare una risposta in merito, ritengo, In ultima analisi, che dovrebbe far parte di tutti noi l' assumerci la responsabilità di operare attaverso scelte eque, a seconda delle proprie prerogative operative, che vadano nella direzione di sviluppare premesse adatte a creare una Società che non sia discriminante per alcuno. Saluti.

    Rispondi

  • raffy

    17 Ottobre @ 10.30

    E'ora che paghino tutti, un servizio in cui ci sono spese d'affrontare, non e' giusto che paghi solo chi ha un reddito alto. Per colpa di chi dichiara un reddito zero quindi non paga retta continuano ad aumentare le rette e chi ci rimette e' sempre chi paga!!!!!!!!! I soldi per i cellulari ce li hanno e per la ricarica quindi possono affrontare anche i 2.20 euro di retta che non sono niente a confronto della retta intera.

    Rispondi

  • Piero

    17 Ottobre @ 09.36

    L' ultimo e più bell'atto che questa Giunta potrebbe fare in vita sua, a mio avviso,. sarebbe quello di fare im modo che, chi si è appropriato indenitamente, per anni, di soldi dei cittadini, li restituisca, Vedrete che poi ci saltano fuori non solo i soldi per chi non ce la fa a sostenere le tante spese mensili, ma anche quelli per le tante e tante esigenze del sociale che non siano, solamente, la soliita " rotonda " di turno da edificare.. Saluti :-((

    Rispondi

  • chiara

    16 Ottobre @ 23.08

    8000:2,2=3636 cominciamo da quelli!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Calcio

Parma, cambia il modulo?

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto